Discussione:
[OT-LUNGO] E' finita la privacy per i navigatori italiani
(troppo vecchio per rispondere)
Borto
2003-12-29 16:27:50 UTC
Permalink
E' finita la privacy per i navigatori italiani

Un decreto blitz di fine anno del Governo obbliga tutti i gestori telefonici
e
gli Internet Provider a conservare i "dati di traffico" dei loro clienti
degli
ultimi 5 anni. Il Garante della Privacy protesta.

[ZEUS News - www.zeusnews.it - Prima Pagina, 29-12-2003]

In genere alla fine dell'anno gli italiani sono molto impegnati a farsi gli
auguri, a impacchettare i regali e a cercare di dimenticare l'anno trascorso
che
il Governo, qualunque sia il suo colore, approfitta della distrazione
"natalizia" per rifilare qualche provvedimento negativo e/o impopolare che
in un
altro momento sarebbe più difficile far passare.
Così è stato anche a fine 2003 con un decreto del Governo Berlusconi che
riforma
il Codice della Privacy, emanato dallo stesso Governo, solo lo scorso 27
Giugno
e non ancora entrato in vigore, perché la sua decorrenza è a partire dal 1
Gennaio 2004.

Il nuovo Codice della Privacy, cambiato prima di entrare in vigore, avrebbe
dovuto porre fine alla prassi delle società telefoniche di conservare a fini
di
documentazione del traffico i dati dei contatti telefonici per ben 5 anni, i
contatti significa il numero del chiamante, del chiamato, la data e l'ora e
la
zona per i telefoni mobili, non i contenuti che rimangono riservati e si
devono
intercettare apposta, con l'autorizzazione della magistratura o anche senza
ma
allora è un reato.

Il nuovo Codice della Privacy stabiliva in 30 mesi il termine massimo di
conservazione di questi dati, il decreto Berlusconi stabilisce che devono
essere
conservati fino a 5 anni, ma dopo i 30 mesi, possono essere richiesti da un
magistrato solo all'interno di indagini su terrorismo,mafia, rapimenti ed
estorsioni.

In pratica il Governo ritorna sui suoi passi rispetto alle telefonate dopo
l'allarme gettato dai magistrati del delitto D'Antona a proposito di
colpevoli.
a cui non sarebbero potuto risalire se la legge avesse limitato a 30 mesi la
conservazione dei dati del traffico telefonico, dopo cui devono essere
inesorabilmente cancellati. Bisogna, ragionevolmente, chiedersi perché, nel
caso
del delitto D'Antona, le indagini abbiano girato a vuoto per così tanto
tempo ma
il Governo ha raccolto questo grido d'allarme e ha reso legge una prassi
delle
società telefoniche che, invece, aveva deciso di cambiare.

C'è di più però: oltre alla conservazione dei dati del traffico telefonico
il
Governo introduce un obbligo, a carico degli internet Service Provider, di
conservare i dati relativi a tutte le connessioni agli stessi da parte dei
loro
clienti. A disposizione dei magistrati, ma anche degli avvocati degli
indagati,
dovranno rimanere per 60 mesi dati come il tragitto di una comunicazione,
mittente e destinatario, numero dei caratteri inviati per e-mail.

A differenza però della comunicazione telefonica, nel caso della
comunicazione
elettronica, sarà molto più difficile distinguere tra contatti e contenuti.
E
infatti lo stesso Garante per la Privacy Stefano Rodotà ha dichiarato con un
suo
comunicato ufficiale: "La nuova disciplina sui dati relativi alle
comunicazioni
elettroniche e alle utilizzazioni di Internet può anche entrare in conflitto
con
le norme costituzionali sulla libertà e segretezza delle comunicazioni e
sulla
libertà delle manifestazioni del pensiero. Il Garante confida in un attento
esame del decreto da parte del Parlamento".

La preoccupazione che dai file di log si possano ricostruire quali pagine
internet sono state visitate, da chi e per quanto tempo, oppure quando è
stata
spedita una determinata e-mail, quanto pesava, quando è stata scaricata,
ricostruendo gli interessi culturali, religiosi, politici, sessuali, la sua
cerchia di relazioni, creando dei dossier sui cittadini, tranne naturalmente
chi
è escluso dalla Rete.

La stessa Assoprovider, l'Associazione che raggruppa gli Internet Provider,
è
preoccupata anche per i riflessi economici di questo provvedimento, che
potranno
produrre un aumento di costi per gli utenti stessi e in suo comunicato
dichiara:
"Assumendo che nella media i 24 milioni di utenti Internet ricevano solo un
megabyte di posta al giorno, la conservazione di questo traffico per 5 anni
genererebbe un archivio di circa 80 milioni di Cd-Rom".

All'Unione Europea era allo studio una normativa comunitaria sulla
conservazione
dei dati delle comunicazioni elettroniche che prevedeva un tempo massimo di
conservazione di 12 mesi ma la trattativa tra i diversi Paesi si è bloccata
perché per alcuni era un tempo eccessivo.

Bisogna anche sottolineare che il Governo non tiene in nessun conto il
parere
delle Authority indipendenti, che pure il Parlamento ha eletto, basta
considerare il fatto che i giudizi negativi di Antitrust e Autorità delle
Comunicazioni in materia di radio-televisione e telefonia rimangono
inascoltati,
non solo quello della Privacy e, d'altra parte, né le Authority né un
singolo
cittadino o un'associazione possono ricorrere alla Corte Costituzionale se
ritengono che una legge sia lesiva dei loro diritti costituzionali, ma,
fortunatamente, questo diritto riconosciuto presso la Corte Europea dei
Diritti
dell'Aja.
dirtyharry
2003-12-29 22:17:55 UTC
Permalink
Post by Borto
E' finita la privacy per i navigatori italiani
[CUT]

Grazie per la segnalazione... tristezza infinita!
--
dirty harry (29,116,43,TO)
celica & mini driver
Rostro
2003-12-29 22:30:45 UTC
Permalink
Post by Borto
La stessa Assoprovider, l'Associazione che raggruppa gli Internet Provider,
è preoccupata anche per i riflessi economici di questo provvedimento, che
potranno
Post by Borto
produrre un aumento di costi per gli utenti stessi e in suo comunicato
"Assumendo che nella media i 24 milioni di utenti Internet ricevano solo un
megabyte di posta al giorno, la conservazione di questo traffico per 5 anni
genererebbe un archivio di circa 80 milioni di Cd-Rom".
Di tutti i commenti che si potrebbero fare, questo proprio non l'ho capito.
80 milioni di CD Rom, per 24 milioni di utenti. Quindi, in 5 anni mi faranno
pagare ben 3,3 CD Rom. Ellapeppa!!! Mi aspetto che le tariffe rincarino di
quasi 1 euro all'anno!!!

Rostro

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Borto
2003-12-29 22:47:21 UTC
Permalink
Post by Borto
"Assumendo che nella media i 24 milioni di utenti Internet ricevano
solo un megabyte di posta al giorno, la conservazione di questo
traffico per 5 anni genererebbe un archivio di circa 80 milioni di
Cd-Rom".
NdBorto

rivoglio le catene di sant'antonio, con allegati però!!
Ivan
2003-12-29 22:47:31 UTC
Permalink
Mentre guardavo il cielo pensando alla prossima caduta libera,
Post by Borto
E' finita la privacy per i navigatori italiani
[cut]

Non c'è mai stata,e non scherzo :-/

Stai sicuro che sanno pure che tipo di colore preferisci
per i sedili,e qual'è l'auto dei tuoi sogni :-O

Ciao
--
Ivan (33, MI)@33 '85 Porsche Killer!172kkm Koni+G&M
P7000+G88,alettonata,Nikon,Sukhoi,Folgore!
Alfa Romeo x sempre! ;-) 3°rev.OK,4 Weber incoming.
caedar
2003-12-30 09:28:11 UTC
Permalink
Post by Borto
E' finita la privacy per i navigatori italiani
Ma c'è mai stata???

Cmq io non ho nulla da nascondere. Se vogliono leggere la mia posta
facciano pure. Tanto alle mie amanti non invio e-mail... loro gradiscono
altro e in presenza... ;-)

Per il resto anche se sanno che sono cattolico eterosessuale sposato con
figlie e che mi piaciono le auto e visito siti di auto oltre che per
lavoro... non me ne frega nulla. Vogliono una dichiarazione scritta su
ciò che faccio... la preparino che la frimo. Non ho nulla da nascondere!!!

Certamente poi la limitazione a casi di terrorismo, mafia ecc per la
conservazione delle comunicazioni, è un esempio che i dati in fondo non
vanno in mano a tutti.

L'unico cruccio è per i vari gestori di web farm che gestiscono dati
personali e che saranno chiamati a custodire con ancora più
professionalità i dati in loro possesso. Poi cmq le scorciatoie esistono
per salvare chiunque e i dati, pur esistendo potrebbero essere non
utilizzabili per sciocchezze come un disallineamento temporale di due
server (basta che uno sia avanti di qualche minuto per non essere
possibile a ermini di legge identificare i dati).

Riguardo alle authority... esistono per fare il loro lavoro e fanno solo
casino.

La legge sulla privacy ha comportato che se ora vai a comprare qualsiasi
cosa deve firmare una valanga di carte per liberatoria dell'uso dei tuoi
dati, via internet poi devi registrarti particamente ovunque e devi
accettare il trattamento dei dati, altrimenti sei out. Unico vantaggio:
abbiamo creato un po' di burocrazia in più, solo cartaccia inutile che
devi firmare. Ma lo spam continua e se lo segnali non sempre le cose
migliorano. Quindi a che giova una legge sulla privacy e una authority
su questa materia???

Ma torniamo IT.

In campo automobilistico Monti ha decretato la fine del sistema
distributivo che il mercato aveva strutturato da sé per imporre un
modello nuovo, che sulla carta dovrebbe garantire la concorrenza. Ad
oggi gli unici vantaggi sono che le case ti legano a sé con una garanzia
tanto ricca di clausole capestro che il semplice mettere un arbre
magique in auto la fa decadere... ;-) Le concessionarie si sono viste
ridurre i proventi e hanno tagliato gli sconti... ;-)

Conclusione ci hanno fregato due volte:
- con l'assitenza programmata e prolungata che ci obbliga per più tempo
a recarci presso concessionarie e offcine autorizzate e a usare certi
prodotti secondo le specifiche delle case, che magari trovi sono nei
concessionari perché peppino o meccanico non ha la grana per investire
mille mila euro per dotarsi di macchine di diascostica per ogni marca.
Anzi povero peppino, magari la sua marca che ha servito per anni lo
lascia piedi perché ora non si può più agevolare come prima le officine
autorizzate in quanto tutte edevono essere alla pari...
- ci hanno fregato vendendoci le stesse auto di pria senza gli sconti di
prima. Se prima della legge potevi spuntare un 10% ora ne spunti al
massimo il 4%.

E noi che ci abbiamo guadagnato???
--
Con stima e amicizia!
--
Caedar (33, 82, SO, 20 pt)
www.caedar.it
--
Car driver
Opel Astra 2.0 16v DI CDX SW (82 cv - 1999)
Toyota Yaris 1.0 16v Sol (68 cv - 2001)
--
Wally©
2003-12-30 16:06:56 UTC
Permalink
"caedar" <***@tiscalipulito.it> ha scritto nel messaggio news:bsrggn$h10$***@lacerta.tiscalinet.it...
cut
Post by caedar
- con l'assitenza programmata e prolungata che ci obbliga per più tempo
a recarci presso concessionarie e offcine autorizzate e a usare certi
prodotti secondo le specifiche delle case, che magari trovi sono nei
concessionari perché peppino o meccanico non ha la grana per investire
mille mila euro per dotarsi di macchine di diascostica per ogni marca.
Anzi povero peppino, magari la sua marca che ha servito per anni lo
lascia piedi perché ora non si può più agevolare come prima le officine
autorizzate in quanto tutte edevono essere alla pari...
- ci hanno fregato vendendoci le stesse auto di pria senza gli sconti di
prima. Se prima della legge potevi spuntare un 10% ora ne spunti al
massimo il 4%.
E noi che ci abbiamo guadagnato???
quoto ca@@o, QUOTO!!!
:-((

Wally

Bourne ©
2003-12-30 09:28:21 UTC
Permalink
Nel post aCYHb.18279$***@news3.tin.it,
Borto (***@inwind.it) pur oberato dai debiti, si prese il lusso di
scrivere:

|| In genere alla fine dell'anno gli italiani sono molto impegnati a
|| farsi gli auguri, a impacchettare i regali e a cercare di
|| dimenticare l'anno trascorso che il Governo, qualunque sia il suo colore,
approfitta della distrazione
|| "natalizia" per rifilare qualche provvedimento negativo e/o
|| impopolare che in un altro momento sarebbe più difficile far passare.

Stessa cosa succede ad agosto! allora erano le rogatorie internazionali e la
legge per tenere fuori dalla galera previti,
l'anno prima invece la detassazione sulle successioni! certo che berluscazzo
se li è proprio fatti (solo) i cazzi suoi!!
Il problema è che sembra non l'abbia votato nessuno!! non se ne trova uno
manco a pagarlo oro...

Bourne

p.s. Puah... in che paese di merda viviamo!!
Borto
2003-12-30 11:46:54 UTC
Permalink
Post by Bourne ©
Stessa cosa succede ad agosto! allora erano le rogatorie
internazionali e la legge per tenere fuori dalla galera previti,
l'anno prima invece la detassazione sulle successioni! certo che
berluscazzo se li è proprio fatti (solo) i cazzi suoi!!
Il problema è che sembra non l'abbia votato nessuno!! non se ne trova
uno manco a pagarlo oro...
la politica è OT
ROTFL
2003-12-30 11:50:09 UTC
Permalink
Post by Borto
la politica è OT
Strarotfl. Ma bimbo, non e' politico il tuo messaggio? E <bestemmia/>,
finiamola con 'sta bambinata della politica OT, su, dai.

ROTFL
Borto
2003-12-30 12:27:22 UTC
Permalink
Post by ROTFL
Strarotfl. Ma bimbo, non e' politico il tuo messaggio? E <bestemmia/>,
finiamola con 'sta bambinata della politica OT, su, dai.
No, o almeno, non voleva esserlo...
hai comunque ragione, lessi quell'articolo su un ng, feci selezina tutto,
copia e incollai su IDA, dimenticandomi di tagliare quella scabrosa parte
iniziale...
Bourne ©
2003-12-30 14:10:31 UTC
Permalink
Nel post OAdIb.25538$***@news4.tin.it,
Borto (***@inwind.it) pur oberato dai debiti, si prese il lusso di
scrivere:


|| la politica è OT

Questo E' un post OT e l'hai aperto tu!!

cmq gia che ci siamo: http://snipurl.com/3laq
Borto
2003-12-30 15:04:45 UTC
Permalink
Post by Bourne ©
cmq gia che ci siamo: http://snipurl.com/3laq
che palle
Continua a leggere su narkive:
Loading...