Discussione:
[OT] Alitalia: Cosa ne dite di rispondere ad un sondaggio...
(troppo vecchio per rispondere)
Paco
2008-09-18 15:42:59 UTC
Permalink
...de "Il Giornale"
http://www.ilgiornale.it/sondaggio_1a.pic1?PID=72
Taffo
2008-09-18 15:54:11 UTC
Permalink
Post by Paco
...de "Il Giornale"
http://www.ilgiornale.it/sondaggio_1a.pic1?PID=72
Vorrei sapere:

in che cosa nello specifico la proposta Air France era peggiore rispetto a
quella di Cai ?

che cosa ha fatto preferire a Berlusconi Cai alla precedente offerta di Air
France ?
Everett
2008-09-18 15:58:39 UTC
Permalink
Post by Taffo
Post by Paco
...de "Il Giornale"
http://www.ilgiornale.it/sondaggio_1a.pic1?PID=72
in che cosa nello specifico la proposta Air France era peggiore rispetto a
quella di Cai ?
peggiore non m pare, differente semmai.
ihmo era passabile ma aveva anche quella certe schifezze (tipo che tutti i
voli prima di andare altrove sarebbero passati dalla francia e quasi zero
voli diretti dall'italia)
Post by Taffo
che cosa ha fatto preferire a Berlusconi Cai alla precedente offerta di Air
France ?
una percentuale ?

Everett
Eros Tanco
2008-09-18 16:36:34 UTC
Permalink
Post by Everett
peggiore non m pare, differente semmai.
ihmo era passabile ma aveva anche quella certe schifezze (tipo che tutti i
Air France ha ritirato l'offerta: vuol dire che ha detto TENETEVELA!!!!
quindi è inutile comparare le due offerte come si sente fare ad alcuni
soggetti in TV...

è come se uno prima di vedere la vostra auto usato vi offrisse 20.000?, poi
quando la vede dice che non è più interessato perchè il motore è fuso... e
voi continuaste a dire che Tizio vi dava 20.000?
Post by Everett
voli prima di andare altrove sarebbero passati dalla francia e quasi zero
voli diretti dall'italia)
e come fai a trovarla passabile con questa cosa di mezzo?!
vorrebbe dire fare arretrare di brutto il nostro paese, ancora peggio di
quello che non è già.... :-(
Post by Everett
Post by Taffo
che cosa ha fatto preferire a Berlusconi Cai alla precedente offerta di Air
France ?
una percentuale ?
è preferibile perchè è l'unica che c'è.... chiunque dice che ci sono
alternative lo fa perchè i soldi non sono i suoi:
- altri imprenditori non ce ne sono
- vendere le azioni sul mercato... e chi se le compra?!
- mantenerla pubblica, fra un anno siamo alle solite...
Diego®
2008-09-18 16:10:06 UTC
Permalink
"Taffo" <***@email.it> ha scritto nel messaggio news:gattjb$7dr$***@tdi.cu.mi.it...

| in che cosa nello specifico la proposta Air France era peggiore rispetto a
| quella di Cai ?

Nel doppio degli esuberi (circa 7mila invece che 3200) e la gestione totale da
parte di Air France delle rotte.

| che cosa ha fatto preferire a Berlusconi Cai alla precedente offerta di Air
| France ?

Tenere in Italia una compagnia di bandiera e ridurre al minimo i licenziamenti.
--
Diego® 47, 173 (MI)
driver
TurboD
2008-09-18 16:51:55 UTC
Permalink
Post by Diego®
| che cosa ha fatto preferire a Berlusconi Cai alla precedente offerta di Air
| France ?
Tenere in Italia una compagnia di bandiera e ridurre al minimo i licenziamenti.
Semmai avere una compagnia di bandiera e avere qualcosa da usare in
campagna elettorale (oltre a far fare qualche soldo ai soliti
avvoltoi, visto che AF si impegnava a mantenere lo stesso personale)

TurboD (32,100+140,RM)
Marco&Li
2008-09-19 12:39:52 UTC
Permalink
Sulla scala del pollaio della grande vita nel giorno di nostro signore Allah
il
Post by TurboD
Post by Diego®
Post by Taffo
che cosa ha fatto preferire a Berlusconi Cai alla precedente offerta di Air
France ?
Tenere in Italia una compagnia di bandiera e ridurre al minimo i licenziamenti.
Semmai avere una compagnia di bandiera e avere qualcosa da usare in
campagna elettorale (oltre a far fare qualche soldo ai soliti
avvoltoi, visto che AF si impegnava a mantenere lo stesso personale)
TurboD (32,100+140,RM)
la cordattaaa la cordatttaaaaaaa è gia pronta, urlo qualcuno sommessamente
da un altooo palco e la popolazione col cervello preso da milan Vs inter gli
credette standolo a udire con gli occhi spalancati e credendo in lui il
nuovo messia....
ora che ve lo siete preso..potete anche andare la messa in itaGLia sta per
finire...
ginopilotino
2008-09-18 17:18:22 UTC
Permalink
Post by Diego®
| in che cosa nello specifico la proposta Air France era peggiore rispetto a
| quella di Cai ?
Nel doppio degli esuberi (circa 7mila invece che 3200) e la gestione totale da
parte di Air France delle rotte.
Fenomenale come ci sia qualcuno che crede agli elefanti volanti.
Post by Diego®
| che cosa ha fatto preferire a Berlusconi Cai alla precedente offerta di Air
| France ?
Tenere in Italia una compagnia di bandiera e ridurre al minimo i licenziamenti.
Oppure perche' aveva fatto una promessa elettorale assurda?

Ciao ... Dino
.-=] ExTrEmE [=-.
2008-09-18 19:04:04 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
Post by Diego®
Nel doppio degli esuberi (circa 7mila invece che 3200) e la gestione
totale da parte di Air France delle rotte.
Fenomenale come ci sia qualcuno che crede agli elefanti volanti.
Certo certo. Credi quello che vui.. pero' così era.
Post by ginopilotino
| che cosa ha fatto preferire a Berlusconi Cai alla precedente offerta di Air
| France ?
Tenere in Italia una compagnia di bandiera e ridurre al minimo i licenziamenti.
Oppure perche' aveva fatto una promessa elettorale assurda?
LOL
Anche questa volta se i sindacati e i piloti avessero ragionato un po'
invece di tenere alto il pugno sinistro, una buona parte dei lavoratori si
sarbbe potuta salvare.
Invece no. Richieste, prestese, come sono soliti fare.
Adesso il CAI si è ritirato.
E mo' son stracazzacci loro (che è la cosa, imho, più giusta).. o meglio
anch estracazzacci anche nostri.. perchè sicuramente saranno mandati a casa
con una retribuzione.. e indovina indovinello chi la paga?
--
Simone(28,105,SI)
- Alfa 147 1.6 T.S. 105cv BlackLine
- MG ZR105 Ex Driver
- Suzuki Sv650 Rider
- Alfa75 Lover
Aptivo
2008-09-18 19:02:50 UTC
Permalink
Post by .-=] ExTrEmE [=-.
Anche questa volta se i sindacati e i piloti avessero ragionato un po'
invece di tenere alto il pugno sinistro, una buona parte dei lavoratori si
sarbbe potuta salvare.
Invece no. Richieste, prestese, come sono soliti fare.
Adesso il CAI si è ritirato.
E mo' son stracazzacci loro (che è la cosa, imho, più giusta).. o meglio
anch estracazzacci anche nostri.. perchè sicuramente saranno mandati a
casa con una retribuzione.. e indovina indovinello chi la paga?
Quanto, quanto, quanto ti quoto.

Ciao
--
Matteo "Aptivo" (26,105,MI,22pti)
Golf IV 1.6 16v Highline - Limi's 206 1.4 XT
http://teo81.altervista.org/
Mirco
2008-09-19 13:09:22 UTC
Permalink
Post by Aptivo
Post by .-=] ExTrEmE [=-.
Anche questa volta se i sindacati e i piloti avessero ragionato un po'
invece di tenere alto il pugno sinistro, una buona parte dei
lavoratori si sarbbe potuta salvare.
Invece no. Richieste, prestese, come sono soliti fare.
Adesso il CAI si è ritirato.
E mo' son stracazzacci loro (che è la cosa, imho, più giusta).. o
meglio anch estracazzacci anche nostri.. perchè sicuramente saranno
mandati a casa con una retribuzione.. e indovina indovinello chi la paga?
Quanto, quanto, quanto ti quoto.
Il fallimento di Alitalia ci costa meno che il regalo fatto a CAI.
Tanto per informazione: Il miliardo investito da CAI sarebbe stato solo
virtuale, visto che Tato avrebbe fatto assorbire la sua Airone con oltre
un miliardo di euro di debiti ("stranamente" la maggior parte dei quali
proprio con Intesa che è l'advisor di questa stramba operazione) dalla
nuova compagnia, avrebbe trasferito anche quei debiti sulla bad company
creata ad hoc e fatta fallire alle spalle di noi contribuenti.
Per liberarsi di questa voragine di 1 miliardo di debiti, il buon Tato
sarebbe stato ricompensato con la poltrona di presidente del CdA e 200
milioni in contanti.
Diego®
2008-09-18 20:17:04 UTC
Permalink
".-=] ExTrEmE [=-." <***@hotmail.com> ha scritto nel messaggio news:gau8mm$idi$***@tdi.cu.mi.it...

| E mo' son stracazzacci loro (che è la cosa, imho, più giusta).. o meglio
| anch estracazzacci anche nostri.. perchè sicuramente saranno mandati a casa
| con una retribuzione.. e indovina indovinello chi la paga?

Se hai visto il telegiornale questa sera avrai notato che i dipendenti Alitalia
festeggiavano alla notizia che la trattativa è fallita.
D'altra parte, dopo tanti anni di mantenimento ... capisco che cominciare a
lavorare con le regole di mercato sarebbe stato uno shock per molti di loro.
Meglio la mobilità a casa ...

:\
--
Diego® 47, 173 (MI)
driver
.-=] ExTrEmE [=-.
2008-09-18 20:43:42 UTC
Permalink
Post by Diego®
Se hai visto il telegiornale questa sera avrai notato che i dipendenti Alitalia
festeggiavano alla notizia che la trattativa è fallita.
D'altra parte, dopo tanti anni di mantenimento ... capisco che cominciare a
lavorare con le regole di mercato sarebbe stato uno shock per molti di loro.
Meglio la mobilità a casa ...
Infatti io li manderei a casa ma senza uan stracazzo di lira.. pardon euro.
esclusa la liquidazione.
Non capisco perchè il dipendente della Mario Rossi ferramenta in un caso
simile viene lasciato a se stesso e loro no.
Dobbiamo pagare noi. o a tutti o a nessuno, quando la condizione è la stessa
(dipendenti di privati).

:-/
--
Simone(28,105,SI)
- Alfa 147 1.6 T.S. 105cv BlackLine
- MG ZR105 Ex Driver
- Suzuki Sv650 Rider
- Alfa75 Lover
Eros Tanco
2008-09-19 07:24:22 UTC
Permalink
Post by .-=] ExTrEmE [=-.
Infatti io li manderei a casa ma senza uan stracazzo di lira.. pardon
euro. esclusa la liquidazione.
7 anni di mobilità. . . e ci credo che non hanno paura di niente. . .

adesso il governo dovrebbe staccare un bel assegnino come fece Prodi ed
asssegnarne la gestione a Di Pietro... poi vediamo come ridono...
ginopilotino
2008-09-19 09:47:24 UTC
Permalink
Post by Eros Tanco
Post by .-=] ExTrEmE [=-.
Infatti io li manderei a casa ma senza uan stracazzo di lira.. pardon
euro. esclusa la liquidazione.
7 anni di mobilità. . . e ci credo che non hanno paura di niente. . .
Sei sicuro che siano 7 gli anni previsti?
Post by Eros Tanco
adesso il governo dovrebbe staccare un bel assegnino come fece Prodi ed
asssegnarne la gestione a Di Pietro... poi vediamo come ridono...
Quale assegno?
Se venisse affidata a di pietro porterebbe subito i libri in tribunale
per liquidare l'azienda.

Ciao ... Dino
Divino
2008-09-19 10:31:01 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
Post by Eros Tanco
7 anni di mobilità. . . e ci credo che non hanno paura di niente. . .
Sei sicuro che siano 7 gli anni previsti?
Per niente, 7 anni all'80% erano le assurde pretese dei sindacati!
Post by ginopilotino
Quale assegno?
Se venisse affidata a di pietro porterebbe subito i libri in tribunale
per liquidare l'azienda.
E' quello che ci vuole, con il fallimento devono saltare fuori le
responsabilità.
--
Divino
GIUMENTA: Bibita tenuta in cantina
ginopilotino
2008-09-19 10:36:56 UTC
Permalink
Post by Divino
Post by ginopilotino
Post by Eros Tanco
7 anni di mobilità. . . e ci credo che non hanno paura di niente. . .
Sei sicuro che siano 7 gli anni previsti?
Per niente, 7 anni all'80% erano le assurde pretese dei sindacati!
Bene, quindi con il fallimento non ci sara' nulla di tutto cio'.
Post by Divino
Post by ginopilotino
Quale assegno?
Se venisse affidata a di pietro porterebbe subito i libri in tribunale
per liquidare l'azienda.
E' quello che ci vuole, con il fallimento devono saltare fuori le
responsabilità.
E secondo te saltera' fuori qualcosa? Ringrazia il cielo che ora
smetteremo di pagare.

Ciao ... Dino
Divino
2008-09-19 11:29:19 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
Post by Divino
Per niente, 7 anni all'80% erano le assurde pretese dei sindacati!
Bene, quindi con il fallimento non ci sara' nulla di tutto cio'.
E' la seconda cosa buona.
Post by ginopilotino
Post by Divino
E' quello che ci vuole, con il fallimento devono saltare fuori le
responsabilità.
E secondo te saltera' fuori qualcosa?
Sarebbe la prima cosa buona.
Post by ginopilotino
Ringrazia il cielo che ora smetteremo di pagare.
Credo sia più facile che puniscano le responsabilità, per me pagheremo
ancora per un po'!
--
Divino
MIGLIO MARITTIMO: Mangime per pesci [Roberto Rosoni]
ginopilotino
2008-09-19 11:38:28 UTC
Permalink
Post by Divino
Credo sia più facile che puniscano le responsabilità, per me pagheremo
ancora per un po'!
Ho qualche dubbio che qualcuno venga messo di fronte alle proprie
responsabilita'. Sarebbe la prima volta.
Che si paghera' ancora per un po' e' certo, anche se alitalia fosse
messa in liquidazione. Ma sarebbero limitate.

Ciao ... Dino
ginopilotino
2008-09-19 09:41:14 UTC
Permalink
Post by .-=] ExTrEmE [=-.
Post by ginopilotino
Post by Diego®
Nel doppio degli esuberi (circa 7mila invece che 3200) e la gestione
totale da parte di Air France delle rotte.
Fenomenale come ci sia qualcuno che crede agli elefanti volanti.
Certo certo. Credi quello che vui.. pero' così era.
C'e' poco da credere o non credere. I fatti sono che gli esuberi con il
piano airfrance erano 2100. Mentre le rotte internazionali anche con il
piano cai non si sarebbero potute gestire direttamente. Questi sono i
fatti. In piu' af pagava molto di piu' e si accollava una buona parte
dei debiti.
Post by .-=] ExTrEmE [=-.
Post by ginopilotino
| che cosa ha fatto preferire a Berlusconi Cai alla precedente offerta di Air
| France ?
Tenere in Italia una compagnia di bandiera e ridurre al minimo i licenziamenti.
Oppure perche' aveva fatto una promessa elettorale assurda?
LOL
Anche questa volta se i sindacati e i piloti avessero ragionato un po'
invece di tenere alto il pugno sinistro, una buona parte dei lavoratori si
sarbbe potuta salvare.
I sindacati fanno gli interessi di chi rappresentano. E questa volta lo
hanno fatto molto bene.
Post by .-=] ExTrEmE [=-.
Invece no. Richieste, prestese, come sono soliti fare.
Solo le aziende posso fare fare richieste?
Post by .-=] ExTrEmE [=-.
Adesso il CAI si è ritirato.
Non e' un gran male, anzi.
Post by .-=] ExTrEmE [=-.
E mo' son stracazzacci loro (che è la cosa, imho, più giusta).. o meglio
anch estracazzacci anche nostri.. perchè sicuramente saranno mandati a casa
con una retribuzione.. e indovina indovinello chi la paga?
La colpa di tutta questa porcata e' solo ed unicamente di un individuo
che invece di pensare al bene della compagnia e al bene del paese pensa
solo a far bella figura cercando di mantenere promesse impossibili.

Ciao ... Dino
Divino
2008-09-19 10:32:06 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
Post by .-=] ExTrEmE [=-.
Anche questa volta se i sindacati e i piloti avessero ragionato un
po' invece di tenere alto il pugno sinistro, una buona parte dei
lavoratori si sarbbe potuta salvare.
I sindacati fanno gli interessi di chi rappresentano. E questa volta
lo hanno fatto molto bene.
Lasciando fallire l'azienda? Tutti a casa? Fico.

Qualcuno si ricorda quando si ammalarono tutti contemporaneamente?
Se la sono decisamente cercata!
--
Divino
MIGLIO: Unità di misura di lunghezza per canarini
ginopilotino
2008-09-19 10:37:39 UTC
Permalink
Post by Divino
Post by ginopilotino
Post by .-=] ExTrEmE [=-.
Anche questa volta se i sindacati e i piloti avessero ragionato un
po' invece di tenere alto il pugno sinistro, una buona parte dei
lavoratori si sarbbe potuta salvare.
I sindacati fanno gli interessi di chi rappresentano. E questa volta
lo hanno fatto molto bene.
Lasciando fallire l'azienda? Tutti a casa? Fico.
Che gli frega ai sindacati dei piloti? Quelli trovano lavoro subito.

Ciao ... Dino
Diego®
2008-09-18 20:14:19 UTC
Permalink
"ginopilotino" <***@pilotino.invalid> ha scritto nel messaggio news:48d28d69$0$41658$***@reader4.news.tin.it...


|Fenomenale come ci sia qualcuno che crede agli elefanti volanti.


Se sei più informato sui dettagli della trattativa, scrivi.
--
Diego® 47, 173 (MI)
driver
ginopilotino
2008-09-19 09:43:24 UTC
Permalink
Post by Diego®
|Fenomenale come ci sia qualcuno che crede agli elefanti volanti.
Se sei più informato sui dettagli della trattativa, scrivi.
Basta leggere i giornali. Sono notizie di pubblico dominio. Sparare
balle come la storia della italianita', degli esuberi minori e delle
rotte conservate, non puo' cabiare la realta' delle cose.
Il piano e' fallito perche' era un piano fallimentare per la compagnia,
vantaggioso solo per cai e per qualcuno che voleva fare bella figura.

Ciao ... Dino
Diego®
2008-09-19 12:51:48 UTC
Permalink
"ginopilotino" <***@pilotino.invalid> ha scritto nel messaggio news:48d37443$0$1091$***@reader1.news.tin.it...

Basta leggere i giornali. Sono notizie di pubblico dominio. Sparare
balle come la storia della italianita', degli esuberi minori e delle
rotte conservate, non puo' cabiare la realta' delle cose.
Il piano e' fallito perche' era un piano fallimentare per la compagnia,
vantaggioso solo per cai e per qualcuno che voleva fare bella figura.

Ho capito Dino.
Dipende da che giornali leggi. Non tutti la spiegano come l'hai scritta tu.
--
Diego® 47, 173 (MI)
driver
ginopilotino
2008-09-19 15:50:21 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
Basta leggere i giornali. Sono notizie di pubblico dominio. Sparare
balle come la storia della italianita', degli esuberi minori e delle
rotte conservate, non puo' cabiare la realta' delle cose.
Il piano e' fallito perche' era un piano fallimentare per la compagnia,
vantaggioso solo per cai e per qualcuno che voleva fare bella figura.
Ho capito Dino.
Dipende da che giornali leggi. Non tutti la spiegano come l'hai scritta tu.
Purtroppo c'e' chi si ostina a difendere una posizione indifendibile.

Ciao ... Dino
Diego®
2008-09-19 13:42:30 UTC
Permalink
"ginopilotino" <***@pilotino.invalid> ha scritto nel messaggio news:48d37443$0$1091$***@reader1.news.tin.it...

|Basta leggere i giornali. Il piano e' fallito perche' era un piano fallimentare
per la compagnia,
|vantaggioso solo per cai e per qualcuno che voleva fare bella figura.


Ecco cosa riportano (sommariamente) le principali testate internazionali:
Le Monde va oltre e allarga subito lo sguardo alla politica: «Lo sbaraglio di
Alitalia, un rovescio per Silvio Berlusconi», titola il quotidiano,
sottolineando che il capo del governo si è implicato personalmente nel
salvataggio della compagnia. Il premier - si legge su Le Monde - ha designato i
sindacati come i principali responsabili della débacle, rivelando «la sua linea
di difesa». Il giornale cita anche le critiche dell'opposizione e in particolare
quelle dell'ex ministro Pierluigi Bersani, che ha accusato Berlusconi di essere
«il solo colpevole». Ma il taglio dell'articolo è contestato nel commento di un
lettore: «Non evoca nemmeno una volta la responsabilità schiacciante dei
sindacati.. Sposa tutte le teorie della sinistra italiana e ancora una volta fa
di Berlusconi il capro espiatorio».


Il conservatore Le Figaro scrive che il precedente tentativo di salvataggio,
quello di Air France-Klm, era fallito di fronte all'ostilità dei sindacati.
Questo nuovo scacco crea polemica, continua. «Sul banco degli accusati» oltre ai
sindacati, ora c'è anche Berlusconi. Le Figaro si chiede se si vada verso la
nazionalizzazione, come hanno auspicato molti dei manifestanti riuniti ieri a
Fiumicino.



Les Echos: uno scacco per il mercato



«Alitalia è in un Ko in piedi», scrive il quotidiano economico Les Echos, che in
un commento intitolato «Fenomenologia del fallimento» critica la testardaggine
dei dipendenti «che vogliono dividersi i profitti, ma rifiutano di legare la
sorte dei propri vantaggi alla situazione dell'impresa». Per Les Echos, nel caso
Alitalia «l'illusione corporativa o sindacale svolge lo stesso ruolo dell'illusione
finanziaria a Wall Street»: il loro punto in comune è la «schizofrenia» che
serve da alibi in un gioco dove si vorrebbe sempre vincere senza perdere mai. E
in entrambi i casi, si conta spesso sul contribuente per salvare la baracca. In
definitiva, è uno scacco per il mercato. Il popolare France Soir titola:
«Alitalia è condannata»: dopo il «niet» dei sindacati, l'offerta è stata
ritirata e la compagnia italiana «è condannata a morte perché il governo
Berlusconi non ha un piano B». E' finita, «a meno che non ci sia un miracolo»,
cosa giudicata improbabile dal cronista, anche se «gli italiani ci hanno sempre
stupito con la loro arte di arrangiarsi». Altri titoli della stampa francese
descrivono Alitalia «sul bordo del burrone» (La Tribune), «a due dita dal
fallimento» (Nouvel Observateur).



Tra i siti britannici, anche il Financial Times afferma che Alitalia è sull'orlo
del precipizio. Secondo l'articolo, la compagnia di bandiera italiana ha di
fronte la prospettiva la bancarotta, a meno che non ci sia all'ultimo minuto un
intervento del governo. Comunque, «Alitalia sembra stia cercando di fare una
discesa controllata, senza scatenare un improvviso caos nella rete di trasporti
italiana». Il ritiro dell'offerta della Cai è richiamato sulla home page del
sito della Bbc.Il fallimento di Alitalia sarebbe il più spettacolare tra tutte
le compagnie aeree fallite quest'anno, osserva l'Economist in un articolo chiuso
prima del ritiro dell'offerta. Il Guardian titola sull'esultazione dei
lavoratori e mette nel sommario lo slogan «meglio falliti che in mano a 'sti
banditi». Secondo il Times di Londra, i sindacati calcolavano che «Berlusconi,
che ha messo in ballo il suo prestigio per trovare una soluzione italiana, non
avrebbe permesso che Alitalia fallisse». E ricorda che per più di sei decenni
Alitalia è stata un orgoglioso simbolo nazionale, ma ha sofferto di croniche
dispute sindacali e cattiva gestione.



La bancarotta è evocata nei titoli sui siti dei giornali spagnoli El Mundo e El
Pais.



Wall Street Journal: rischi per l'economia italiana



Il quotidiano finanziario newyorchese Wall Street Journal, nel pezzo di cronaca,
parla di «forte colpo» per Berlusconi, che è stato eletto con la promessa di
salvare la compagnia e di conservare un posto per l'Italia nell'industria aerea
europea. L'Alitalia, «la linea aerea dei papi e simbolo nazionale», è «sulla
soglia della liquidazione senza rete di sicurezza in vista». Il Wall Street
Journal scrive che se l'Alitalia chiude, l'Italia rischia di vedere slot
redditizi finire in mano a compagnie straniere. E aggiunge: «La potenziale
perdita di Alitalia pone rischi più ampi per l'economia italiana»: la compagnia
fa gran parte del trasporto cargo dell'Italia e contribuisce a tenere
interconnesse tra loro molte città. Un altro articolo sul WSJ consiglia di non
prenotare voli con Alitalia, oppure di farlo tramite i partner di SkyTeam, come
Air France o Delta, cui toccherebbe spostare la prenotazione sui loro voli in
caso di fallimento di Alitalia. Per chi deve fare voli regionali, secondo il
quotidiano Usa, la scelta migliore è invece Air One, «che attualmente è la più
forte delle due compagnie». Un'analisi messa on line prima del ritiro dell'offerta
fa notare che l'Europa ha una tradizione di salvataggi con fondi pubblici,
nonostante gli sforzi Ue di frenare il protezionismo. La Cnn, che ha un richiamo
sulla home page, ricorda che è il terzo tentativo fallito di vendere la
compagnia aerea da quando il precedente governo ha deciso si privatizzarla due
anni fa. Le notizie Ap e Reuters - con titoli sull'Alitalia di fronte all'abisso,
appesa a un filo, a rischio liquidazione - sono riprese su molti altri siti
americani, tra cui Usa Today, Washington Post, New York Times, International
Herald Tribune, Chicago Tribune, San Francisco Chronicle.



L'editoriale de Il Sole 24 Ore a cura di Guido Gentili:

Mentre i mercati finanziari di tutto il mondo annaspano in una crisi che evoca
gli spettri del Grande Crollo e nel giorno in cui viene tecnicamente confermato
che l'Italia è in recessione, i piloti e le hostess dell'Alitalia, riuniti
all'aereoporto di Fiumicino, levano al cielo urla di gioia alla notizia che la
cordata di imprenditori riunita sotto le insegne della Cai ha ritirato la sua
offerta di acquisto della compagnia aerea.

Possibile? Sì, è accaduto. I cultori dell'estetica della memoria avrebbero forse
preferito una data diversa, per esempio il 16 settembre, perché in questo modo
si sarebbe potuto "festeggiare" meglio il sessantaduesimo compleanno
dell'Alitalia, nata il 16 settembre 1946 con il 47% del capitale controllato
dall'Iri e il 30% nelle mani del Tesoro britannico.

Ma non importa. Il conto alla rovescia è scattato tra schiamazzi surreali e
acrobatiche circonvoluzioni sindacali (l'asse tra la Cgil e i sindacati autonomi
e corporativi con un'inedita "Aquila rossa": chissà cosa avrebbero detto i
riformisti Luciano Lama, o Giorgio Amendola, o lo stesso Giorgio Napolitano,
oggi Presidente della Repubblica, che immaginiamo molto preoccupato per il
precipitare degli eventi).

Non c'è davvero nulla di che rallegrarsi. Si procede a passi veloci verso il
fallimento di ciò che resta di una (ex) compagnia di bandiera sventrata dai
debiti e da una storia gestionale punteggiata da errori clamorosi in cui l'hanno
costretta la collusione del sistema politico e sindacale.
Si potrebbero scrivere fiumi di parole sulle occasioni perdute nel passato
remoto e recente. Qualche pagina gloriosa, che pure c'è stata soprattutto nei
primi vent'anni di vita della compagnia, non può cancellare la rotta di un
declino inevitabile, consolidatosi nel tempo bilancio dopo bilancio.

Disse nel 1947 il suo primo presidente, l'ambasciatore Giuseppe De Michelis: «Al
contrario del consueto, in questa speciale azienda non s'impone soltanto e
soprattutto la finalità del tornaconto economico». Peccato che l'interesse
nazionale (un dato certo e comune agli altri Paesi europei, ieri come oggi, si
pensi alla Francia o alla Germania) sia stato più che altro il comodo schermo
dietro il quale sono proliferate e ingrassate corporazioni d'ogni ordine e grado
restìe a misurarsi con la concorrenza e a stare al passo con i tempi.

I piloti, le famose "aquile selvagge", certo, ma anche il personale di volo. E
uno stuolo di dirigenti e manager di primissima fila che più che le fortune
dell'impresa hanno fatto quelle personali. Il tutto, accompagnato da un blocco
"a monte", quello politico-sindacale, che ha impedito, per una ragione o per
un'altra, e da un governo a un altro, di far correre un'azienda (i cui costi si
sono scaricati per decenni sui contribuenti italiani) che a fine giugno scorso
perdeva più di 3 milioni al giorno.

Fallimento: l'orizzonte è oggi questo. Una linea rossa, nemmeno troppo sottile,
che il plaudente popolo di Fiumicino non ha visto. Presto, molto presto, gli
aerei saranno costretti a terra. Mentre il commissario Fantozzi, ormai a corto
di liquidità e fermo il vincolo della tutela dei creditori, è obbligato ad
avviare le procedure di mobilità dei dipendenti. Il che vuol dire vendere a
pezzi la società e perdere migliaia di posti di lavoro nell'arco di due anni,
ben che vada, a fronte di 7 anni di ammortizzatori sociali garantiti
dall'accettazione dell'accordo.

L'offerta della Cai, fino alle 15,50 di ieri, era l'unica sul tavolo. La Cgil
trasporti (mentre una lettera del segretario Guglielmo Epifani a Roberto
Colaninno dava la sua disponibilità all'accordo-quadro per ciò che "gli
competeva") e i sindacati autonomi di settore hanno detto "no". Cisl, Uil e Ugl
erano per il "sì" pieno e hanno sottoscritto un contratto. Ma la cordata degli
imprenditori ha ritirato l'offerta perché non ha ritenuto praticabile procedere
sulla strada prevista, soprattutto a motivo del rifiuto della Cgil.

Il Governo non ha potuto che prendere atto della situazione venutasi a creare. E
francamente ha fatto bene, ieri, a non inerpicarsi sui sentieri di nuove
mediazioni. Se ci sarà modo di riprendere il filo del discorso lo si vedrà
presto, forse già oggi, come ci sarà modo di analizzare che cosa è accaduto
dietro le quinte del rapporto tra il Pd e la Cgil e dietro gli arabescati
distinguo tra Cgil nazionale e Cgil trasporti.

Ad ogni buon conto, chi ha parlato di "catastrofe" nelle relazioni industriali
ha probabilmente colto nel segno. Ci voleva coraggio a dire "sì", da parte dei
sindacati e degli stessi imprenditori che avevano raccolto la sfida. Ma ci
voleva forse ancor più coraggio a dire "no" e levare al cielo urla di giubilo
per il "pericolo scampato". Ma torneranno, in cielo, gli aerei Alitalia?


il giudizio di Gianni Dragoni de Il Sole 24 Ore:

È un confronto perdente, quello tra il piano Passera-Colaninno per la «nuova
Alitalia» che è stato accolto con le fanfare dal Governo e l'offerta di acquisto
presentata da Air France-Klm nei mesi scorsi, che fu affossata da Silvio
Berlusconi in campagna elettorale e respinta dai sindacati.

In nessun aspetto la proposta attribuita alla cordata di 16 investitori della
Cai, guidati da Roberto Colaninno, già scalatore di Telecom Italia nel 1999 con
i soldi della stessa società, migliora il progetto francese. Anzi, numerosi
appaiono i peggioramenti, per la compagnia e i lavoratori, per i consumatori,
per i contribuenti, per creditori e azionisti.

Dalle informazioni disponibili si possono sollevare interrogativi che vanno ad
aggiornare il decalogo pubblicato sul Sole 24 Ore il 25 luglio. Inoltre, non è
comprensibile quali vantaggi rechi l'integrazione con AirOne, aviolinea privata
in difficoltà che Intesa Sanpaolo ha voluto includere nella «nuova Alitalia».

1. I vantaggi dell'italianità
L'elemento da cui è partita l'opposizione politica e imprenditoriale al piano
Spinetta era la mancanza di «italianità». Solo questa caratteristica - si
disse - sarebbe stata una garanzia per i passeggeri nazionali, le imprese, il
turismo, con il mantenimento di un maggior numero di voli intercontinentali e
internazionali diretti. Ebbene, le destinazioni della «nuova Alitalia» saranno
65, inferiori alle 84 di Air France. Ci sarà una concentrazione sul mercato
nazionale ed europeo (dove si perdono più soldi per l'attacco delle low cost),
con pochi collegamenti intercontinentali. I voli a lungo raggio della nuova
società oscillano, secondo i primi annunci, tra 13 e 16 destinazioni, contro le
15 previste da Jean-Cyril Spinetta all'inizio e destinate ad aumentare. Per i
passeggeri italiani aumenterà la necessità di fare scalo a Parigi, Francoforte o
Londra per voli lunghi.

2. Flotta ridimensionata
La riduzione di attività è inevitabile poiché il piano postula che la compagnia
derivante dall'integrazione di Alitalia con Air One abbia circa 139 aerei, cioè
100 in meno delle 238 macchine impiegate dai due vettori. Spinetta prevedeva
un'Alitalia con 137 velivoli, circa 40 in meno della sua flotta. I francesi
inoltre prevedevano di aggiungere un aereo di lungo raggio all'anno dal 2010.
Non si conoscono gli impegni di Colaninno in proposito.

Poiché Alitalia già ha 175 aerei, più della flotta giudicata necessaria dal
nuovo piano, a cosa serve aggiungere AirOne, con i suoi 60 aeroplani?
L'aviolinea privata ha ordini per 60 nuovi Airbus 320 che consumano meno dei
vecchi Md80 Alitalia. Ma il canone di leasing su questi aerei è molto più alto
che sugli altri.

3. Monopolio
L'unione di Alitalia con il principale concorrente annulla quasi tutta la
concorrenza sui cieli nazionali. La nuova società avrà mano libera nell'alzare
le tariffe, con un beneficio di alcune centinaia di milioni sui conti. Fa
sorridere chi sostiene che la concorrenza arriverà dal treno: l'alta velocità,
quando arriverà, potrà forse essere un'alternativa sulla Roma-Milano, non sulle
altre tratte. L'italianità, insomma, sarà pagata cara dai consumatori.

4. Impegni finanziari
Air France-Klm si era impegnata a versare dentro Alitalia Spa - la società oggi
commissariata - almeno un miliardo entro giugno 2008, accollandosi anche circa
1,4 miliardi di debiti finanziari netti che invece il nuovo piano lascia nella
bad company. Di fatto, l'impegno di Air France era di 2,4 miliardi circa. E non
ci sarebbe stata una bad company da scaricare sullo Stato o sui
creditori/azionisti.

La Cai ha annunciato un impegno fino a un miliardo. Per ora, i suoi soci hanno
versato 160mila euro. E nell'«information memorandum» del Progetto Fenice si
legge che il nuovo capitale versato «per cassa» dai soci entro il 2008 sarà di
800 milioni, «soggetto al verificarsi di talune condizioni sospensive». È da
chiarire quale sarà la somma effettiva, comunque inferiore al miliardo.

Quanto a AirOne, lo stesso documento dice che, attraverso un aumento riservato,
conferirà «taluni rami aziendali per un controvalore pari a 300 milioni», che
porteranno il capitale a 1,1 miliardi. AirOne non mette soldi. Quali siano i
«rami aziendali» il documento non lo precisa. Certo non aerei, perché i suoi jet
sono in leasing.

L'impegno degli investitori «italiani» è meno della metà dei francesi. Resta un
buco di almeno 1,4 miliardi nella bad company: debiti che verranno pagati dallo
Stato (si stima per un miliardo), dai creditori, dagli azionisti.
5. La valutazione di Alitalia
Si sostiene che la Cai ha fatto un'offerta di circa 300 milioni per comprare la
parte buona di Alitalia, gli slot, il marchio, con gli aerei migliori. Un valore
analogo viene attribuito ai conferimenti di AirOne. Non è giustificabile
attribuire valori simili a società che non sono comparabili. Ed è risibile che
la polpa buona della compagnia pubblica valga così poco. Alitalia possiede slot
pregiati a Heathrow, Parigi, Francoforte, Duesseldorf, Madrid che valgono
svariate centinaia di milioni. Ha un marchio noto nel mondo, una rete di vendita
internazionale.

Perché il commissario Augusto Fantozzi non apre una procedura trasparente di
vendita, dando anche ad altri (Air France o Lufthansa, ad esempio) il tempo di
fare un'offerta? Dovrebbe essere suo interesse massimizzare il ricavato per
creditori e azionisti.

6. Il valore di Air One
Il Progetto Fenice non spiega quale sia il beneficio portato da AirOne. La
compagnia di Carlo Toto ha una rete sovrapposta ad Alitalia, gli aerei mezzi
vuoti e perde soldi: nei primi sei mesi del 2008 il coefficiente di occupazione
posti è del 56,8%, il più basso d'Europa tra le circa 30 compagnie dell'Aea
(media 74,4%, Alitalia ha il 68,2%). I conti veri di AirOne sono quelli del
consolidato di Ap Holding (ApH), la controllante creata a fine 2006 da Toto con
una complessa manovra di rivalutazione patrimoniale. Nel 2007 il gruppo ApH ha
perso 32 milioni, con un fatturato di 785 milioni. I debiti del gruppo a fine
2007 erano 900 milioni e sono cresciuti a 1,1 miliardi nei primi sei mesi
quest'anno. In larga parte si tratta di debiti per acquisire i nuovi A320 che
sono collocati in società irlandesi, date in pegno alle banche finanziatrici e
affittati a AirOne.


Il Progetto Fenice suona come il salvataggio di AirOne e delle banche che
l'hanno finanziata. Quali sono gli impegni e le banche esposte con Toto? Si sa
di Unicredit, di Morgan Stanley, di sigle tedesche. Ci sarebbe più trasparenza
se fosse fatta piena luce sulla reale esposizione verso Toto di Intesa.

7. Flotta e leasing
Alitalia ha 109 aerei in proprietà. La flotta era iscritta nel bilancio 2007,
approvato anche dal ministero dell'Economia, per un valore di 1,98 miliardi di
euro: è compresa o no la flotta nell'offerta da circa 300 milioni di Colaninno?
Nel Progetto Fenice si legge che «la Newco acquisterà dalla vecchia Alitalia 43
aerei per 772 milioni, accollandosi debiti per 522 milioni». Sembrerebbe che
questo impegno si aggiunga ai circa 300 milioni offerti per la compagnia. Non si
tratta di una valutazione generosa: i debiti legati agli aerei (tra cui 6 Boeing
777 valutati 295 milioni, con 210 milioni di debito accollato) sono mutui per
un'attività in funzionamento, allineati ai costi che si avrebbero con il
leasing.

Nel Progetto Fenice si dice che «Nuova Alitalia non deterrà aerei in proprietà,
tutta la flotta sarà gestita in leasing». Nessuna grande compagnia lo fa. Perché
questa scelta? Forse per fare cassa vendendo gli aerei e ridurre il capitale
versato dai soci? Toto sarà il fornitore privilegiato grazie ai suoi ordini per
60 A320 e realizzerà buoni guadagni con i canoni di leasing.

8. Esuberi
Il piano francese prevedeva 2.120 esuberi. Inoltre 3.300 lavoratori sarebbero
rimasti in Az Servizi-Fintecna, con cinque anni di appalti garantiti. La «nuova
Alitalia» ha detto che ha bisogno di 14.250 addetti, di cui 2.750 esterni.
Poiché il gruppo Alitalia ha 18mila dipendenti e il gruppo AirOne 3mila, gli
esuberi veri sono circa 7mila.

9. Risparmiatori intrappolati
La Consob ha sospeso azioni e bond Alitalia il 3 giugno, per evitare
speculazioni. Così è stato impedito a soci e obbligazionisti di fuggire. Ora le
azioni sono carta straccia.

10. Lock up e compensazioni
I 16 imprenditori intendono vendere tra cinque anni e non prima. Tuttavia il
vincolo del lock up potrebbe essere aggirato con una ricapitalizzazione fatta da
altri soci (per esempio Air France). Ci sono dubbi sugli interessi che hanno
mosso i partecipanti alla cordata italiana, oltre alla possibilità di guadagnare
rivendendo a un vettore europeo. Benetton e Gavio hanno già ottenuto dal Governo
benefici con le nuove convenzioni autostradali.





Così il Corriere della Sera a cura di Francesco Verderami:

ROMA - Raccontano di un Berlusconi scuro in volto e di una telefonata piuttosto
accesa tra il premier e il presidente di Cai. Perché non è così che doveva
concludersi ieri la partita Alitalia, non erano questi i patti. Perché a suo
dire l'intesa con la cordata di imprenditori era stata costruita puntando a
superare anche l'eventuale ostilità di un pezzo del sindacato, non assegnando
alla Cgil e ai piloti il potere di veto sulla riuscita dell'operazione. Il
Cavaliere l'aveva ripetuto a più riprese che si sarebbe andati avanti «con chi
c'era». Ed è più o meno quel che il leader della Cisl Bonanni ha giurato ai suoi
di aver sentito dire mercoledì all'ad di Cai, Sabelli, mentre Epifani continuava
a prender tempo. «Andare comunque avanti» era la parola d'ordine, condivisa
anche da uno dei maggiori artefici finanziari della cordata. Ecco quale sarebbe
stato il motivo del diverbio tra Berlusconi e Colaninno, che invece puntava su
un consenso più largo, dunque sull'appoggio della Cgil, per poter tenere a bada
alcuni soci insofferenti e avviare una sfida industriale difficilissima. L'esito
della riunione di Cai, il suo passo indietro, ha colto perciò di sorpresa il
Cavaliere e il suo governo, se è vero che ancora l'altra sera, in un vertice
informale a Palazzo Chigi, tutti i ministri della trattativa - tranne Sacconi -
manifestavano davanti al premier ottimismo sull'esito della vertenza.

Nelle stesse ore al quartier generale del Pd, anche i dirigenti democratici
erano convinti che il negoziato si sarebbe chiuso in modo positivo, e già si
preparavano alle contromisure mediatiche seguendo uno schema prestabilito: la
soluzione scelta dall'esecutivo è pessima, ma non saremo noi i disfattisti.
Governo e opposizione erano dunque impreparati all'evento. Con il comunicato di
Cai il Cavaliere ha visto d'un colpo la propria immagine sbriciolarsi, ha visto
il fallimento del progetto a cui aveva lavorato, l'«italianità» di Az, e ha
visto aprirsi «un baratro» nel quale rischia di cadere. Perché se così finisse
la partita, non dovrebbe solo fronteggiare l'ipotesi di fallimento di Alitalia
ma anche il blocco dei trasporti aerei, il rischio di collasso del sistema,
l'avvio del conflitto sociale. Se così fosse, anche il Pd avrebbe seri problemi:
a parte l'offensiva di Berlusconi, deciso a scaricare ogni responsabilità sulla
sinistra, i democratici verrebbero travolti dalle macerie di una Cgil isolata da
Cisl e Uil e schiacciata su posizioni estreme. Per quanto possa apparire
paradossale, dal momento in cui ieri Colaninno ha detto «no», governo e
opposizione separatamente hanno iniziato a muoversi in sintonia, cercando in
extremis di rimettere assieme i cocci. Lo s'intuiva dal ragionamento del
democratico Tonini, che portava ad esempio il caso dei rifiuti a Napoli: «Lì
Berlusconi ha risolto il problema perché ha stipulato una tregua con Bassolino».

Il Pd, al pari del Cavaliere, confida che non tutto sia compromesso, perché -
come dice Follini - «le conseguenze per il Paese e per il premier sarebbero
molto dure. Lo sarebbero un po' meno per noi, però lo sarebbero comunque ».
Dalle cinque del pomeriggio è partita la rincorsa a Colaninno. Da una parte
Letta, messo sotto pressione da Berlusconi che ha il dente avvelenato per com'è
stata gestita la trattativa. Dall'altra parte Epifani, che per ore ha chiesto a
Cai di riaprire il tavolo. Secondo fonti del governo, pare che il capo della
cordata sia stato irremovibile, e che abbia chiesto al segretario della Cgil di
firmare senza porre altre condizioni, perché la posizione del suo sindacato e
quella dei piloti sarebbe per Cai «incompatibile con qualsiasi soluzione
aziendale». Nel Pd c'è chi - come Bersani - immagina soluzioni alternative, e
chiede tempo. Chissà se ha sentito Letta, com'è accaduto in questi giorni. Di
certo, il suo, è un modo per nascondere la terribile verità che avanza per Az.
«E vedere festeggiare i lavoratori per il "no" di Cai mi ha addolorato »,
sussurra Tonini. Perché è chiaro l'epilogo, a meno di una clamorosa sorpresa.
Vorrebbe dire che Epifani ha cambiato rotta dopo aver giocato al rilancio come
in una mano di poker. Tra i democratici non è solo Follini a parlare di
«irresponsabilità » del sindacato. Persino dirigenti ex diessini lo criticano
sottovoce: «Ormai fatica a controllare la Cgil e ci ha provato». Non aveva fatto
i conti con Colaninno. Come Berlusconi.
--
Diego® 47, 173 (MI)
driver
M_C
2008-09-19 13:54:30 UTC
Permalink
... Le Figaro si chiede se si vada verso la
nazionalizzazione, come hanno auspicato molti dei manifestanti riuniti ieri a
Fiumicino.
mica serve Le Figaro per capire a cosa puntano sindacati & co. ... l'unica
soluzione che permette a tutti di continuare a fare i ca**i propri, a non
perdere nessun privilegio, a far finta di lavorare alla faccia del popolo
bue. certo che se il berlusca li accontenta il giudizio storico su di lui lo
si troverà in futuro più che nei libri di storia nel guinness dei primati,
sezione imbecilli ... :o/ ... saluti, davide

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Diego®
2008-09-19 14:06:31 UTC
Permalink
"M_C" <***@libero.it> ha scritto nel messaggio news:***@usenet.libero.it...

| mica serve Le Figaro per capire a cosa puntano sindacati & co. ... l'unica
| soluzione che permette a tutti di continuare a fare i ca**i propri, a non
| perdere nessun privilegio, a far finta di lavorare alla faccia del popolo
| bue. certo che se il berlusca li accontenta il giudizio storico su di lui lo
| si troverà in futuro più che nei libri di storia nel guinness dei primati,
| sezione imbecilli ... :o/ ... saluti, davide

Non dirlo a me. Io ho la mia opinione in questa faccenda ma mi limitavo ad
osservare come sia estremamente raro trovare una posizione equilibrata ed
equidistante.
E meno male che c'è chi dice che basta leggere i giornali.
--
Diego® 47, 173 (MI)
driver
ginopilotino
2008-09-19 15:57:09 UTC
Permalink
Post by Diego®
| mica serve Le Figaro per capire a cosa puntano sindacati & co. ... l'unica
| soluzione che permette a tutti di continuare a fare i ca**i propri, a non
| perdere nessun privilegio, a far finta di lavorare alla faccia del popolo
| bue. certo che se il berlusca li accontenta il giudizio storico su di lui lo
| si troverà in futuro più che nei libri di storia nel guinness dei primati,
| sezione imbecilli ... :o/ ... saluti, davide
Non dirlo a me. Io ho la mia opinione in questa faccenda ma mi limitavo ad
osservare come sia estremamente raro trovare una posizione equilibrata ed
equidistante.
E meno male che c'è chi dice che basta leggere i giornali.
Posizione equilibrata ed equidistante non vuol dire necessariamente
corretta. Anzi, in questo caso significa non dire nulla.
L'operazione nel complesso era sbagliata. Non si puo' ostinarsi in una
direzione, pur sapendo che non poteva portare a nulla, solo perche' lo
si era promesso in campagna elettorale. La drammaticita' della
situazione non e' nel fallimento della trattativa, ma nella soluzione
stessa. Anche se fosse andata in porto sarebbe stato un disastro per i
lavoratori e per il paese.
Per il fallimento alla fine pagheranno solo alcuni lavoratori alitalia,
neanche tanti e neanche tanto. Ma almeno smetteremo di buttare via
denaro senza alcuno scopo.

Ciao ... Dino
Diego®
2008-09-19 16:07:54 UTC
Permalink
"ginopilotino" <***@pilotino.invalid> ha scritto nel messaggio news:48d3cbde$0$1085$***@reader1.news.tin.it...


Per il fallimento alla fine pagheranno solo alcuni lavoratori alitalia,
neanche tanti e neanche tanto. Ma almeno smetteremo di buttare via
denaro senza alcuno scopo.

Su questo siamo d'accordo. Avrebbero dovuto dismettere Alitalia (e non solo)
appena cominciata la "Seconda Repubblica" ma l'attuale classe politica è sempre
quella della Prima.
--
Diego® 47, 173 (MI)
driver
Count Brass
2008-09-19 09:59:48 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
Post by Diego®
Tenere in Italia una compagnia di bandiera e ridurre al minimo i licenziamenti.
Oppure perche' aveva fatto una promessa elettorale assurda?
stupidaggine:

Proposta Prodi/Air France: TUTTI i sindacati contro

Proposta Berlusconi/CAI: CISL, UIL, UGL a favore.. CGIL e sei
nanetti contro.

In piu' con a capo del CAI Colannino, babbetto del ministro ombra di
Veltroni.. piu' bi-partisan di cosi'...

Onestamente, non c'e' paragone
ginopilotino
2008-09-19 10:07:18 UTC
Permalink
Post by Count Brass
Post by ginopilotino
Post by Diego®
Tenere in Italia una compagnia di bandiera e ridurre al minimo i licenziamenti.
Oppure perche' aveva fatto una promessa elettorale assurda?
Proposta Prodi/Air France: TUTTI i sindacati contro
Proposta Berlusconi/CAI: CISL, UIL, UGL a favore.. CGIL e sei
nanetti contro.
Balla. La trattativa con af si e' conclusa il giorno dopo le elezioni.
Non aveva senso per af continuare a trattate con un governo che gli
sarebbe stato avverso.
Post by Count Brass
In piu' con a capo del CAI Colannino, babbetto del ministro ombra di
Veltroni.. piu' bi-partisan di cosi'...
Ah, quindi non sarebbe una vendita ma una spartizione?
Post by Count Brass
Onestamente, non c'e' paragone
Vero, su questo concordo.

Ciao ... Dino
Paul Mone
2008-09-19 10:31:41 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
Balla. La trattativa con af si e' conclusa il giorno dopo le elezioni.
Spinetta e' tornato a casa il 2 aprile.

P
ginopilotino
2008-09-19 10:35:02 UTC
Permalink
Post by Paul Mone
Post by ginopilotino
Balla. La trattativa con af si e' conclusa il giorno dopo le elezioni.
Spinetta e' tornato a casa il 2 aprile.
Il 21 aprile spinetta annuncia il ritiro dalla trattativa.

Ciao ... Dino
Paul Mone
2008-09-19 10:44:36 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
Il 21 aprile spinetta annuncia il ritiro dalla trattativa.
Ribadisce, non annuncia.

http://snurl.com/3rrq2

Qui trovi anche le opinioni di Prodi riguardo all'ottimo comportamento
dei sindacati.
Sara' stato condizionato anche lui da Rete4?

Cronologia eventi

http://snurl.com/3rrq5

P
Taffo
2008-09-19 10:49:04 UTC
Permalink
Post by Paul Mone
Cronologia eventi
http://snurl.com/3rrq5
ottimo, grazie.

lo stavo proprio cercando.
ginopilotino
2008-09-19 10:54:18 UTC
Permalink
Post by Taffo
Post by Paul Mone
Cronologia eventi
http://snurl.com/3rrq5
ottimo, grazie.
lo stavo proprio cercando.
E' incompleta.

Ciao ... Dino
ginopilotino
2008-09-19 10:53:51 UTC
Permalink
Post by Paul Mone
Post by ginopilotino
Il 21 aprile spinetta annuncia il ritiro dalla trattativa.
Ribadisce, non annuncia.
Che senso ha ribadire 20 giorni dopo una decisione gia' presa? Era
chiaro che se avesse vinto il csx si sarebbe cercato di riprendere la
trattativa.
Post by Paul Mone
http://snurl.com/3rrq2
Qui trovi anche le opinioni di Prodi riguardo all'ottimo comportamento
dei sindacati.
Sara' stato condizionato anche lui da Rete4?
No, quelli condizionati da rete4 sono stati i sindacati. Convinti che
berlusconi avrebbe trovato una soluzione migliore. Cosa che non c'e'
stata anzi. Penso che si stiano mangiando le mani per l'occasione persa.
Post by Paul Mone
Cronologia eventi
http://snurl.com/3rrq5
Manca pero' proprio il passo piu' significativo per questa discussione.

http://www.corriere.it/economia/08_aprile_21/intesa_SanPaolo_Alitalia_salza_b795c0ea-0fcd-11dd-aca8-00144f486ba6.shtml

Ciao ... Dino
Paul Mone
2008-09-19 11:00:30 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
Che senso ha ribadire 20 giorni dopo una decisione gia' presa?
Leggi almeno i link che posti tu :-)
"A seguito della richiesta di Alitalia di chiarire la situazione
legale successiva alla rottura delle negoziazioni fra Air France-Klm e
Alitalia - è scritto in un comunicato della compagnia - Air France-Klm
ha comunicato ad Alitalia che gli accordi contrattuali annunciati il
14 marzo scorso con l'obiettivo di lanciare un'offerta pubblica di
scambio su Alitalia non sono più validi dal momento che non sono state
soddisfatte le condizioni preliminari al lancio dell'offerta"
Post by ginopilotino
Era
chiaro che se avesse vinto il csx si sarebbe cercato di riprendere la
trattativa.
Buonanotte.
Leggi anche i miei link, quello con le dichiarazioni di Spinetta.

P
ginopilotino
2008-09-19 11:07:51 UTC
Permalink
Post by Paul Mone
Post by ginopilotino
Che senso ha ribadire 20 giorni dopo una decisione gia' presa?
Leggi almeno i link che posti tu :-)
"A seguito della richiesta di Alitalia di chiarire la situazione
legale successiva alla rottura delle negoziazioni fra Air France-Klm e
Alitalia - è scritto in un comunicato della compagnia - Air France-Klm
ha comunicato ad Alitalia che gli accordi contrattuali annunciati il
14 marzo scorso con l'obiettivo di lanciare un'offerta pubblica di
scambio su Alitalia non sono più validi dal momento che non sono state
soddisfatte le condizioni preliminari al lancio dell'offerta"
Questo annuncio si riferisce al 21 aprile, non al 2 aprile. Quindi
subito dopo il risultato elettorale.
Post by Paul Mone
Post by ginopilotino
Era
chiaro che se avesse vinto il csx si sarebbe cercato di riprendere la
trattativa.
Buonanotte.
Leggi anche i miei link, quello con le dichiarazioni di Spinetta.
Letto ed ho seguito i fatti. Le dichiarazioni successive fanno pensare
che ad interrompere le trattative sia stato proprio il risultato elettorale.

Ciao ... Dino
Paul Mone
2008-09-19 11:45:01 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
Questo annuncio si riferisce al 21 aprile, non al 2 aprile. Quindi
subito dopo il risultato elettorale.
Ci riprovo.
Il 2 Spinetta se ne va chiudendo la porta ad ulteriori trattative
(link postato).
In Italia continua il deprimente teatrino di botta e risposta tra i
sindacati e la parti politiche, con in piu' le complicazioni delle
elezioni.
A voto fatto si svegliano e chiedono ad AF a che punto siamo.
E AF risponde di avere chiuso (nota il trapassato prossimo della
comunicazione AF) gia' in precedenza.
Dal 2 al 21 non c'e' stato alcun contatto tra AF e Alitalia,
sindacati, governi italiani.

P
ginopilotino
2008-09-19 12:06:12 UTC
Permalink
Post by Paul Mone
Post by ginopilotino
Questo annuncio si riferisce al 21 aprile, non al 2 aprile. Quindi
subito dopo il risultato elettorale.
Ci riprovo.
Il 2 Spinetta se ne va chiudendo la porta ad ulteriori trattative
(link postato).
In Italia continua il deprimente teatrino di botta e risposta tra i
sindacati e la parti politiche, con in piu' le complicazioni delle
elezioni.
A voto fatto si svegliano e chiedono ad AF a che punto siamo.
Da dove hai preso questa informazione?
Post by Paul Mone
E AF risponde di avere chiuso (nota il trapassato prossimo della
comunicazione AF) gia' in precedenza.
Passato prossimo, non trapassato prossimo. "sono state" non "erano
state". Quindi il tuo ragionamento salta.
Come del resto appare chiaro che "le condizioni preliminari al lancio
dell'offerta" sono il rifiuto dei sindacati. Rifiuto che se berlusconi
non avesse raccontato la balla della cordata, sarebbe rientrato. E che
una volta vinte le elezioni non poteva rimangiarsi, anzi, era chiaro che
sarebbe dovuto andare in quella direzione per non perdere la faccia.

Ciao ... Dino
Paul Mone
2008-09-19 12:31:00 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
Da dove hai preso questa informazione?
Vabbe', hai ragione tu.

P
ginopilotino
2008-09-19 15:59:03 UTC
Permalink
Post by Paul Mone
Post by ginopilotino
Da dove hai preso questa informazione?
Vabbe', hai ragione tu.
Non ho bisogno che tu mi dia ragione. Ma avrei preferito che almeno tu
capissi dove sbagli.

Ciao ... Dino
Paul Mone
2008-09-19 16:19:28 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
Non ho bisogno che tu mi dia ragione. Ma avrei preferito che almeno tu
capissi dove sbagli.
Ho capito il mio errore.
Dar fede a Spinetta, Prodi, ilSole24Ore invece che a ginopilotino.
Non lo faro' piu'.

P
ginopilotino
2008-09-19 17:44:35 UTC
Permalink
Post by Paul Mone
Post by ginopilotino
Non ho bisogno che tu mi dia ragione. Ma avrei preferito che almeno tu
capissi dove sbagli.
Ho capito il mio errore.
Dar fede a Spinetta, Prodi, ilSole24Ore invece che a ginopilotino.
Non lo faro' piu'.
Se fosse vero quanto affermi concorderesti con me.

Ciao ... Dino
Count Brass
2008-09-19 13:01:15 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
No, quelli condizionati da rete4 sono stati i sindacati. Convinti che
berlusconi avrebbe trovato una soluzione migliore. Cosa che non c'e'
stata anzi. Penso che si stiano mangiando le mani per l'occasione persa.
ce l'avevano gia' avuto davanti per cinque anni di fila e *comunque*
gli hanno creduto?. Cioe', mi dici che avrebbero consapevolmente
preferito trattare con un eventuale governo Berlusconi piuttosto che
con un governo Prodi stretto per le palle da Bertinotti e soci?. Ma
*quanto* potevano essere pirla?, mi chiedo io.

Guarda che non ti sto dando torto, eh, io l'unica volta che mi sono
trovato davanti a dei sindacati e' stato a 25 anni e mi sono bastati
cinque minuti per capire che alla fine tutto quello che gli
interessava era schermarsi dietro al maggior numero di persone
possibile per poter discutere con la dirigenza e decidere per i cazzi
loro..... noi eravamo i "lavoratori" e loro i "rappresentanti". Ma che
vadino a dare via il cul...sono andato a parlare io col dirigente per
contrattare che cosa doveva darMI in cambio di quello che il
dipartimento voleva da ME.... echecazzo, figuriamoci se una cosa cosi'
importante la lasciavo fare a porte chiuse da un pirla qualunque al
quale dovevo dare una specie di delega in bianco...
ginopilotino
2008-09-19 15:58:17 UTC
Permalink
Post by Count Brass
Post by ginopilotino
No, quelli condizionati da rete4 sono stati i sindacati. Convinti che
berlusconi avrebbe trovato una soluzione migliore. Cosa che non c'e'
stata anzi. Penso che si stiano mangiando le mani per l'occasione persa.
ce l'avevano gia' avuto davanti per cinque anni di fila e *comunque*
gli hanno creduto?. Cioe', mi dici che avrebbero consapevolmente
preferito trattare con un eventuale governo Berlusconi piuttosto che
con un governo Prodi stretto per le palle da Bertinotti e soci?. Ma
*quanto* potevano essere pirla?, mi chiedo io.
Non sono i soli. Prendi per esempio gli italiani che lo hanno votato.

Ciao ... Dino
Count Brass
2008-09-19 16:05:23 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
Post by Count Brass
Post by ginopilotino
No, quelli condizionati da rete4 sono stati i sindacati. Convinti che
berlusconi avrebbe trovato una soluzione migliore. Cosa che non c'e'
stata anzi. Penso che si stiano mangiando le mani per l'occasione persa.
ce l'avevano gia' avuto davanti per cinque anni di fila e *comunque*
gli hanno creduto?. Cioe', mi dici che avrebbero consapevolmente
preferito trattare con un eventuale governo Berlusconi piuttosto che
con un governo Prodi stretto per le palle da Bertinotti e soci?. Ma
*quanto* potevano essere pirla?, mi chiedo io.
Non sono i soli. Prendi per esempio gli italiani che lo hanno votato.
gli italiani non so, io l'ho sempre votato (o comunque l'area) ed i
conti mi sono sempre tornati, se non altro un poco di piu' che coi
governi opposti..... ;-)
Miklo
2008-09-19 16:17:01 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
Non sono i soli. Prendi per esempio gli italiani che lo hanno votato.
Non credo che rete4 abbia così tanti ascolti...
--
Miklo
Membro junior (c.r.p.) del PPCSP "Red Flyer", Temperacazzi +7
"Tutto è inquinante, questo è l'equivoco che si fa.....non c'è nessuna
cosa che non sia inquinante, dipende come e quanto." <cit. Taffo>
ginopilotino
2008-09-19 17:46:00 UTC
Permalink
Post by Miklo
Post by ginopilotino
Non sono i soli. Prendi per esempio gli italiani che lo hanno votato.
Non credo che rete4 abbia così tanti ascolti...
Le reti sono 3, anzi 6, di cui una usata al contrario. Questo negli
ultimi 7 anni.

Ciao ... Dino
Diego®
2008-09-19 16:23:42 UTC
Permalink
"ginopilotino" <***@pilotino.invalid> ha scritto nel messaggio news:48d3cc22$0$1085$***@reader1.news.tin.it...

| Non sono i soli. Prendi per esempio gli italiani che lo hanno votato.

Gli italiani che hanno votato PDL sono gli stessi ed in parte gli eredi che
hanno votato DC per più di 40 anni e quelli che li definiscono dei "pirla" sono
esattamente come coloro che negli anni 80' e 90' -dopo ogni elezione- giuravano
d'essere dell'altra sponda con l'orgoglio tipico di chi sente di appartenere ad
una elite intelletuale. Mi pare che con quell'orgoglio, quegli altri italiani,
non abbiano contribuito affatto a migliorare questo nostro Paese dal momento che
son sempre rimasti una minoranza, seppur dotata di diverse intelligenze,
incapace di decidere, programmare e gestire. Un gran bel mucchio di
individualismi ed ostentate vanità.
Ne deduco che uno spirito alternativo, intelligente ma puramente ostruzionista
non può che essere l'ispirazione dei tanti che anche in questi giorni hanno
festeggiato alla prospettiva di fallimento della propria azienda. E tutto questo
a dimostrazione di quanto sia dfficile da estirpare in alcuni individui
quell'odioso senso di appartenenza allo Stato inteso come "protezione" ad
oltranza.
--
Diego® 47, 173 (MI)
driver
ginopilotino
2008-09-19 17:49:18 UTC
Permalink
Post by Diego®
| Non sono i soli. Prendi per esempio gli italiani che lo hanno votato.
Gli italiani che hanno votato PDL sono gli stessi ed in parte gli eredi che
hanno votato DC per più di 40 anni e quelli che li definiscono dei "pirla" sono
esattamente come coloro che negli anni 80' e 90' -dopo ogni elezione- giuravano
d'essere dell'altra sponda con l'orgoglio tipico di chi sente di appartenere ad
una elite intelletuale.
Non si puo' certo dire che avessero torto.
Post by Diego®
Mi pare che con quell'orgoglio, quegli altri italiani,
non abbiano contribuito affatto a migliorare questo nostro Paese dal momento che
son sempre rimasti una minoranza, seppur dotata di diverse intelligenze,
incapace di decidere, programmare e gestire. Un gran bel mucchio di
individualismi ed ostentate vanità.
Si, per sommi capi concordo.
Post by Diego®
Ne deduco che uno spirito alternativo, intelligente ma puramente ostruzionista
non può che essere l'ispirazione dei tanti che anche in questi giorni hanno
festeggiato alla prospettiva di fallimento della propria azienda.
Questo non non c'entra nulla. Ha festeggiato chi non voleva quell'accordo.
Post by Diego®
E tutto questo
a dimostrazione di quanto sia dfficile da estirpare in alcuni individui
quell'odioso senso di appartenenza allo Stato inteso come "protezione" ad
oltranza.
Anche questo.

Ciao ... Dino

Stefano D.
2008-09-19 17:09:18 UTC
Permalink
On Fri, 19 Sep 2008 06:01:15 -0700 (PDT), Count Brass
Post by Count Brass
ce l'avevano gia' avuto davanti per cinque anni di fila e *comunque*
gli hanno creduto?. Cioe', mi dici che avrebbero consapevolmente
preferito trattare con un eventuale governo Berlusconi piuttosto che
con un governo Prodi stretto per le palle da Bertinotti e soci?.
Puntavano sul fatto che per Berlusconi la MOSTRUOSA CAGATA
dell'italianita' dell'azienda era un valore da preservare.
Si tratta di uno di quegli argomenti assurdi senza alcuna connessione
con una seria gestione aziendale che piacciono tanto ai sindacati.
Perche' permettono di fare operazioni prive di senso aziendale e
contabile nel nome di principi astratti.
Se per qualcuno l'italianita' dell'azienda e' importante sara' giusto
pagare la gente troppo e farla mantenere dai contribuenti.
--
Stefano D.(PD)
Bmw Z4 3.0/ Bmw 330cd+ / Mini Cooper Cabrio talvolta
Webmaster of www.terryleehale.com / http://www.joemoon.it
A husband and wife were sitting watching TV when he turned to his wife and said,
"Honey, tell me something that will make me Happy and Sad all at the same time."
She said "You have the biggest dick of all your friends."
Count Brass
2008-09-19 10:40:10 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
Post by ginopilotino
Post by Diego®
Tenere in Italia una compagnia di bandiera e ridurre al minimo i licenziamenti.
Oppure perche' aveva fatto una promessa elettorale assurda?
Proposta Prodi/Air France:       TUTTI i sindacati contro
Proposta Berlusconi/CAI:          CISL, UIL, UGL a favore.. CGIL e sei
nanetti contro.
Balla. La trattativa con af si e' conclusa il giorno dopo le elezioni.
Non aveva senso per af continuare a trattate con un governo che gli
sarebbe stato avverso.
i margini per chiudere c'erano tutti, se lo avessero voluto, e mettere
di fronte all'accordo concluso il nuovo Governo. Il fatto e' che
nessuna azienda straniera sana di mente si mette la CGIL in casa.
Post by ginopilotino
In piu' con a capo del CAI Colannino, babbetto del ministro ombra di
Veltroni.. piu' bi-partisan di cosi'...
Ah, quindi non sarebbe una vendita ma una spartizione?
quello che dico e' che a differenza della vendita ad AF l'operazione
aveva anche il beneplacito dell'opposizione (anche a giudicare i
commenti di esponendi del PD stile Letta junior).
ginopilotino
2008-09-19 10:45:53 UTC
Permalink
Post by Count Brass
Post by ginopilotino
Post by Count Brass
Post by ginopilotino
Post by Diego®
Tenere in Italia una compagnia di bandiera e ridurre al minimo i licenziamenti.
Oppure perche' aveva fatto una promessa elettorale assurda?
Proposta Prodi/Air France: TUTTI i sindacati contro
Proposta Berlusconi/CAI: CISL, UIL, UGL a favore.. CGIL e sei
nanetti contro.
Balla. La trattativa con af si e' conclusa il giorno dopo le elezioni.
Non aveva senso per af continuare a trattate con un governo che gli
sarebbe stato avverso.
i margini per chiudere c'erano tutti, se lo avessero voluto, e mettere
di fronte all'accordo concluso il nuovo Governo. Il fatto e' che
nessuna azienda straniera sana di mente si mette la CGIL in casa.
Altra balla. Non aveva alcun senso accollarsi una responsabilita' del
genere quando il nuovo governo raccontava di aver gia' in mano una
proposta migliore.
Post by Count Brass
Post by ginopilotino
Post by Count Brass
In piu' con a capo del CAI Colannino, babbetto del ministro ombra di
Veltroni.. piu' bi-partisan di cosi'...
Ah, quindi non sarebbe una vendita ma una spartizione?
quello che dico e' che a differenza della vendita ad AF l'operazione
aveva anche il beneplacito dell'opposizione (anche a giudicare i
commenti di esponendi del PD stile Letta junior).
Questo la dice lunga sulla qualita' dell'operazione cai.

Ciao ... Dino
Centrifuga a gasolio
2008-09-19 10:17:47 UTC
Permalink
Count Brass,
Post by Count Brass
Post by ginopilotino
Post by Diego®
Tenere in Italia una compagnia di bandiera e ridurre al minimo i licenziamenti.
Oppure perche' aveva fatto una promessa elettorale assurda?
Proposta Prodi/Air France: TUTTI i sindacati contro
Certamente.
La cessione ad AF era l'unica cosa sensata che si potesse fare in quel momento,
a parte il giusto fallimento di Alitalia, ovviamente.
Che l'abbia fatta un governo di sinistra o di destra, di comunisti o di fascisti,
poco importa: era l'unica sensata e percorribile; ma i sindacati volevano di più,
di più, di più, tanto si sa che in Italia a fare casino ci si guadagna sembre.
E così, complice l'esubero previsto da AF, tutto finì arrosto, anche perché...
Post by Count Brass
Proposta Berlusconi/CAI: CISL, UIL, UGL a favore.. CGIL e sei
nanetti contro.
entrò in scena il mitico cavaliere con le sue promessa di Alitalia agli italiani,
e nessuno a fiatare sul fatto che noi tutti ci saremmo accollati tutti debiti
consegnando una società ripulita nelle perdite.
Ovviamente, chi la comprava mica lo faceva per lo spirito "italiano", e quindi,
*giustamente*, ha ben capito di tagliare l'inutilità di una marea di teste.
Post by Count Brass
In piu' con a capo del CAI Colannino, babbetto del ministro ombra di
Veltroni.. piu' bi-partisan di cosi'...
Onestamente, non c'e' paragone
L'unico paragone, in tutta sincerità, è che esistono dei babbei come te, al mondo.






--
Count Brass
2008-09-19 10:56:13 UTC
Permalink
Post by Centrifuga a gasolio
Count Brass,
Post by ginopilotino
Post by Diego®
Tenere in Italia una compagnia di bandiera e ridurre al minimo i licenziamenti.
Oppure perche' aveva fatto una promessa elettorale assurda?
Proposta Prodi/Air France:       TUTTI i sindacati contro
Certamente.
La cessione ad AF era l'unica cosa sensata che si potesse fare in quel momento,
a parte il giusto fallimento di Alitalia, ovviamente.
Che l'abbia fatta un governo di sinistra o di destra, di comunisti o di fascisti,
poco importa: era l'unica sensata e percorribile; ma i sindacati volevano di più,
di più, di più, tanto si sa che in Italia a fare casino ci si guadagna sembre.
E così, complice l'esubero previsto da AF, tutto finì arrosto, anche perché...
Proposta Berlusconi/CAI:          CISL, UIL, UGL a favore.. CGIL e sei
nanetti contro.
entrò in scena il mitico cavaliere con le sue promessa di Alitalia agli italiani,
e nessuno a fiatare sul fatto che noi tutti ci saremmo accollati tutti debiti
consegnando una società ripulita nelle perdite.
Ovviamente, chi la comprava mica lo faceva per lo spirito "italiano", e quindi,
*giustamente*, ha ben capito di tagliare l'inutilità di una marea di teste.
In piu' con a capo del CAI Colannino, babbetto del ministro ombra di
Veltroni.. piu' bi-partisan di cosi'...
Onestamente, non c'e' paragone
L'unico paragone, in tutta sincerità, è che esistono dei babbei come te, al mondo.
primo, babbeo lo dici a tua sorella, secondo, il mio non c'e' paragone
lo dicevo non per discutere se fosse meglio prima o meglio dopo ha
poco senso *adesso* ... perche' a chiudere *adesso* che il tempo e'
scaduto ci guadagnavano e perdevano un poco tutti, governo, sindacati,
lavoratori... e perche' no, la Nazione

Il si di CISL, UIL, e UGL in fin dei conti diceva questo... se poi a
qualcuno come i piloti l'accordo non va perche' si sente sminuito,
beh, e' un mondo libero e ci si cerca/trova un lavoro altrove, alla
Air France se tanto gli piaceva (ma non credo), alla Sri Lanka
Airways.. insomma, dove cazzo preferisce. Pero' nel frattempo si
salvano quelli che senza codesta augusta professionalita' tanta scelta
*non* avrebbero avuto (e non avranno)... e ci si riserva di
contrattare in un futuro meno apocalittico.

Invece noi abbiamo la CGIL, che ha utilizzato il no-ad-oltranza (che
avrebbe sperimentato anche con l'Air France, ma cosa credi?, con
l'aggravante che Prodi sarebbe stato ostaggio di chi gli teneva
bordone in parlamento) e che oggi come oggi rischia di far rimanere
TUTTI i lavoratori in un parco di macerie.
Taffo
2008-09-19 10:43:03 UTC
Permalink
Post by Diego®
Nel doppio degli esuberi (circa 7mila invece che 3200) e la gestione totale da
parte di Air France delle rotte.
????????????????????????????????????????????????????????
giusto per essere fedeli alla realtà Diego....

ti linko IL GIORNALE (non l'Unità, cazzo).

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=250917


va bene essere da una parte o dall'altra ma la REALTA' è sempre e solo UNA.

il "ribaltamento della realtà" (cit. Berlusconi) invece è cosa che fa male a
tutti noi :-)
philosopher
2008-09-18 16:11:53 UTC
Permalink
Post by Taffo
in che cosa nello specifico la proposta Air France era peggiore rispetto a
quella di Cai ?
A questo non saprei rispondere.
Il problema era tutto l'indotto paese che ne avrebbe risentito
(Compreso turismo)
Post by Taffo
che cosa ha fatto preferire a Berlusconi Cai alla precedente offerta di Air
France ?
Non dimenticare che i sindacati avevano rifiutato anche l'offerta Air
France
(E non credo proprio lo abbiano fatto per dare ascolto a Berlusconi)
M_C
2008-09-18 18:00:58 UTC
Permalink
Post by Taffo
che cosa ha fatto preferire a Berlusconi Cai alla precedente offerta di Air
France ?
AF ha semplicemente scelto di non comprare e di filarsela una volta capito
con che sindacati & casini si sarebbe trovata a lottare. ha colto la palla
al balzo per mettersi alla finestra in attesa di tempi migliori ... proprio
non c'è stata trattativa, seria almeno. quindi si è provato a sbolognarla
all'unico che si è fatto sotto, non si capisce se seriamente oppure pronto a
sfruttare l'occasione anche lui per filarsela. col fallimento (se fallimento
sarà ...) si sparigliano le carte e tutto tornerà in discussione perché
alitalia così com'è non la vuole nessuno non dico gratis ma manco a pagarlo.
saluti, davide (e il berlusca se non si fosse impicciato già con AF faceva
solo bene ... imo)

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
.-=] ExTrEmE [=-.
2008-09-18 19:05:27 UTC
Permalink
Post by M_C
AF ha semplicemente scelto di non comprare e di filarsela una volta capito
con che sindacati & casini si sarebbe trovata a lottare. ha colto la palla
al balzo per mettersi alla finestra in attesa di tempi migliori ... proprio
Sante parole..
Così coem ha fatto adesso il CAI.
Post by M_C
non c'è stata trattativa, seria almeno. quindi si è provato a sbolognarla
all'unico che si è fatto sotto, non si capisce se seriamente oppure pronto a
sfruttare l'occasione anche lui per filarsela. col fallimento (se fallimento
sarà ...) si sparigliano le carte e tutto tornerà in discussione perché
A questo punto vedo poche soluzione. Il cai si è ritirato.. per cui..
arrivederci e grazie.
--
Simone(28,105,SI)
- Alfa 147 1.6 T.S. 105cv BlackLine
- MG ZR105 Ex Driver
- Suzuki Sv650 Rider
- Alfa75 Lover
Gerardo
2008-09-19 13:09:28 UTC
Permalink
Post by M_C
AF ha semplicemente scelto di non comprare e di filarsela una volta capito
con che sindacati & casini si sarebbe trovata a lottare. ha colto la palla
al balzo per mettersi alla finestra in attesa di tempi migliori ... proprio
non c'è stata trattativa, seria almeno. quindi si è provato a sbolognarla
all'unico che si è fatto sotto, non si capisce se seriamente oppure pronto a
sfruttare l'occasione anche lui per filarsela. col fallimento (se fallimento
sarà ...) si sparigliano le carte e tutto tornerà in discussione perché
alitalia così com'è non la vuole nessuno non dico gratis ma manco a pagarlo.
saluti, davide (e il berlusca se non si fosse impicciato già con AF faceva
solo bene ... imo)
Non è proprio così, AF si è fatta da parte col governo Prodi perchè il
Berlusca gli ha fatto una offerta migliore,
tra i 16 privati della cordata berlusca c' è anche AF il quale è l'
unico soggetto che si occupa di aerei, gli altri 15
sono solo amici di Berlusca e fanno altro, Alitalia sarà divisa in due
compagnie la prima la bad company sarà del governo con tutti i debiti
Alitalia e gli esuberi, la seconda la good company la parte buona di
Alitalia sarà dei 16 imprenditori e tutti insieme metteranno meno dei
soldi che AF voleva dare per comprare alitalia con Prodi.
Quindi AF comprerà Alitalia a meno soldi di prima, senza debiti, senza
esuberi e fra 5 anni quando gli altri 15 potranno vendere le azioni
Alitalia, potra essere l' azionista di maggioranza e concluderà l'
affare.
Aptivo
2008-09-18 18:26:13 UTC
Permalink
Post by Taffo
che cosa ha fatto preferire a Berlusconi Cai alla precedente offerta di Air
France ?
Il fatto che nel nome Air France ci sia scritto dentro "France" e che in CAI
ci sia scritto dentro "Italiana", magari?

Ciao
--
Matteo "Aptivo" (26,105,MI,22pti)
Golf IV 1.6 16v Highline - Limi's 206 1.4 XT
http://teo81.altervista.org/
ginopilotino
2008-09-18 18:41:14 UTC
Permalink
Post by Aptivo
Post by Taffo
che cosa ha fatto preferire a Berlusconi Cai alla precedente offerta di Air
France ?
Il fatto che nel nome Air France ci sia scritto dentro "France" e che in
CAI ci sia scritto dentro "Italiana", magari?
Ecco un altro che ha abboccato.

Ciao ... Dino
Aptivo
2008-09-18 19:03:49 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
Ecco un altro che ha abboccato.
Spiega, o illuminato :)

Ma prima fammi indovinare: hai votato Veltroni vero? :p

Ciao
--
Matteo "Aptivo" (26,105,MI,22pti)
Golf IV 1.6 16v Highline - Limi's 206 1.4 XT
http://teo81.altervista.org/
.-=] ExTrEmE [=-.
2008-09-18 19:51:43 UTC
Permalink
Post by Aptivo
Post by ginopilotino
Ecco un altro che ha abboccato.
Spiega, o illuminato :)
Ma prima fammi indovinare: hai votato Veltroni vero? :p
mmm.. da cosa lo deduci ? :-D
--
Simone(28,105,SI)
- Alfa 147 1.6 T.S. 105cv BlackLine
- MG ZR105 Ex Driver
- Suzuki Sv650 Rider
- Alfa75 Lover
Aptivo
2008-09-18 20:27:40 UTC
Permalink
Post by .-=] ExTrEmE [=-.
mmm.. da cosa lo deduci ? :-D
Ho fatto la media ponderata degli ultimi 10 anni: se c'è al governo berlusca
e camminando per strada pesti una merda, è colpa sicuramente sua :p

Ciao
--
Matteo "Aptivo" (26,105,MI,22pti)
Golf IV 1.6 16v Highline - Limi's 206 1.4 XT
http://teo81.altervista.org/
8tto
2008-09-18 20:28:29 UTC
Permalink
Post by Aptivo
Spiega, o illuminato :)
Semplice: anche fosse andato in porto l'accordo, la compagnia sarebbe
stata *comunque* rivenduta a qualcun altro tra due anni. E sempre di
"estero" si tratta. La differenza è che i signori della CAI avrebbero
intascato cospicui dividendi.
Quindi la questione dell'italianità è una baggianata, del resto nel
mercato attuale l'Italia è un paese troppo piccolo per poter fare
sopravvivere *nelle regole del mercato* una compagnia aerea *solo*
italiana. Quindi delle due l'una: o l'Alitalia o Cai che sia si compra
la Lufthansa (o AF o KLM o chi vuoi tu) oppure viceversa.
Quale delle due ti pare l'ipotesi più probabile?

Comunque, permettimi, ma proviamo un attimo a cambiare punto di vista.
Con la situazione Alitalia com'è stata fin ora (o quella prospettata con
la famosa "cordata") io (consumatore) ho avuto:
i) Una parte delle tasse che pago che andava a risanare i vari buchi
Alitalia e a strapagare dei dipendenti sostanzialmente nullafacenti
(visto che ce n'è più del doppio di quelli necessari)
ii) Un servizio di merda a prezzi esorbitanti.

Spiegami quindi per quale stracazzo di motivo se domani annunciano il
fallimento di Alitalia non dovrei gioire.
Tempo due settimane e Ryanair mette il Milano - Roma a 20 euro.
Già, perché qualche giorno fa ho prenotato un Milano-Londra e ritorno
pagando 30 euro tasse comprese, mentre per andare a Roma devo spendere
più di dieci volte tanto.
Aptivo
2008-09-18 20:32:29 UTC
Permalink
Post by 8tto
Quindi la questione dell'italianità è una baggianata, del resto nel
mercato attuale l'Italia è un paese troppo piccolo per poter fare
sopravvivere *nelle regole del mercato* una compagnia aerea *solo*
italiana.
A me non pare, di aziende "solo italiane" ce ne sono a bizzeffe... per ora.
Anche perchè mi verrebbe da chiedere come sopravvivono in solitudine
compagnìe come Iberia o Austrian
Post by 8tto
Spiegami quindi per quale stracazzo di motivo se domani annunciano il
fallimento di Alitalia non dovrei gioire.
Perchè tanto ce la prendiamo nel culo sempre noi :)

Ciao
--
Matteo "Aptivo" (26,105,MI,22pti)
Golf IV 1.6 16v Highline - Limi's 206 1.4 XT
http://teo81.altervista.org/
Alex
2008-09-19 01:26:15 UTC
Permalink
Post by Aptivo
A me non pare, di aziende "solo italiane" ce ne sono a bizzeffe...
per ora. Anche perchè mi verrebbe da chiedere come sopravvivono in
solitudine compagnìe come Iberia o Austrian
Iberia si allea con BA, Austrian parla tedesco indovina un po' chi e' il
partner?



Ciao

Alex
--
MSN: heniadir (@) hotmail ( . ) i_t
STi driver (JPN, 180cv/l, 37)
http://www.heniadir.com/Subaru
Taffo
2008-09-19 07:56:04 UTC
Permalink
Post by Aptivo
Perchè tanto ce la prendiamo nel culo sempre noi :)
e NO CAZZO !!!!!!!!!!!!!

non ci si puo' sempre lamentare e poi accettare tutto.

con Alitalia ed Air One insieme si faceva un cazzo di monopolio per cui se
io dovevo andare da Milano a Roma dovevo accettare solo quel prezzo li',
esattamente come ora devo pagare tre euro per andare da Verona a Pegognaga
in autostrada (50km porca troia).

ora o fallisce e si liberano gli slot= più compagnie oppure se la compra
qualcun'altro ma c'è sempre Air One= più concorrenza.
TurboD
2008-09-19 08:24:20 UTC
Permalink
On 19 Set, 09:56, "Taffo" <***@email.it> wrote:
,
Post by Taffo
esattamente come ora devo pagare tre euro per andare da Verona a Pegognaga
in autostrada (50km porca troia).
per la verità mi sembra un prezzo equo 6 cent/km.
La tratta che mi è rimasta più sulle palle , invece, è la Aulla - La
Spezia: 10 km che vedo che anche oggi è data a caro prezzo:2,00 euro
per la bellezza di 20 cent a km.

non a caso ad Aulla c'è la piazza intitolata al Bettino Craxi...

TurboD (32,100+140,RM)
Divino
2008-09-19 09:01:13 UTC
Permalink
Post by TurboD
Post by Taffo
esattamente come ora devo pagare tre euro per andare da Verona a
Pegognaga in autostrada (50km porca troia).
per la verità mi sembra un prezzo equo 6 cent/km.
...e pensa che i km sono 51.4, quindi costa ancora meno! ;D
--
Divino
NIENTEPOPODIMENO: Lassativo molto molto potente
- JF -
2008-09-19 09:35:04 UTC
Permalink
Post by TurboD
non a caso ad Aulla c'è la piazza intitolata al Bettino Craxi...
Stai parlando di una colonna infame, vero?
--
- JF - (ge, 32, 42++, 120++)
TurboD
2008-09-19 15:21:34 UTC
Permalink
Post by - JF -
Post by TurboD
non a caso ad Aulla c'è la piazza intitolata al Bettino Craxi...
Stai parlando di una colonna infame, vero?
Se una popolazione è tanto fessa da glorificare un essere che ha
distrutto l'equilibrio economico di una nazione pregiudicando il
futuro di 50 milioni di persone (a vantaggio di 5/6 milioni), penso
che possa tranquillamente digerire un costo autostradale 4 volte di
più del giusto...

TurboD (32,100+140,RM)
Cosmic
2008-09-18 21:33:36 UTC
Permalink
Post by 8tto
Post by Aptivo
Spiega, o illuminato :)
Semplice: anche fosse andato in porto l'accordo, la compagnia sarebbe
stata *comunque* rivenduta a qualcun altro tra due anni. E sempre di
"estero" si tratta. La differenza è che i signori della CAI avrebbero
intascato cospicui dividendi.
Quindi la questione dell'italianità è una baggianata, del resto nel
mercato attuale l'Italia è un paese troppo piccolo per poter fare
sopravvivere *nelle regole del mercato* una compagnia aerea *solo*
italiana. Quindi delle due l'una: o l'Alitalia o Cai che sia si compra
la Lufthansa (o AF o KLM o chi vuoi tu) oppure viceversa.
Quale delle due ti pare l'ipotesi più probabile?
Comunque, permettimi, ma proviamo un attimo a cambiare punto di vista.
Con la situazione Alitalia com'è stata fin ora (o quella prospettata con
i) Una parte delle tasse che pago che andava a risanare i vari buchi
Alitalia e a strapagare dei dipendenti sostanzialmente nullafacenti
(visto che ce n'è più del doppio di quelli necessari)
ii) Un servizio di merda a prezzi esorbitanti.
Spiegami quindi per quale stracazzo di motivo se domani annunciano il
fallimento di Alitalia non dovrei gioire.
Alitalia DEVE fallire. Lo dico da anni, per lo stesso tuo motivo. Volo
in mezza europa a due lire, quelle volte che devo andare a roma o in
sardegna in aereo porca vacca mi tocca smadonnare sempre per via dei
costi dei biglietti... Quando trovo un Meridiana VR-RM a 80euro (con 80
euro faccio TV-londra 2 volte andata e ritorno!) faccio festa grande!

E' una idiozia. E tentare di salvarla facendo queste strampalate mosse
finanziarie è ancora più una idiozia (tranne per il fatto che in questo
modo qualcun'altro ci puccia dentro e quindi non è detto che la cosa non
vada in porto alla fine!)

Mi dispiace tanto per i dipendenti, quelli si, vittime succubi e -quasi-
senza colpe di una amministrazione assolutamente stupida. Ma andare
avanti così porta solo a peggioramenti... prima si fa il reset e meglio
sarà.
8tto
2008-09-18 21:55:22 UTC
Permalink
Post by Cosmic
Mi dispiace tanto per i dipendenti, quelli si, vittime succubi e -quasi-
senza colpe di una amministrazione assolutamente stupida. Ma andare
avanti così porta solo a peggioramenti... prima si fa il reset e meglio
sarà.
A me non dispiace nemmeno tanto. Io per guadagnare (pochi) soldi devo
lavorare e se domani l'azienda per cui lavoro decide di chiudere
l'ufficio italiano, sono in mezzo alla strada in cinque secondi senza
che nessuno dica nulla.

Questi hanno fatto (statisticamente) metà di quel che fanno i loro
colleghi stranieri guadagnando (sempre statisticamente) il doppio.

E oggi si mettono di traverso facendo fallire la società. In questo modo
se lo prendono nel culo? Cazzi loro.
Imparino a:
1) Valutare il punto di rottura della corda
2) Non affidarsi a sindacalisti idioti
L'Eternauta
2008-09-19 06:02:32 UTC
Permalink
Il 18 Set 2008, 23:55, 8tto <***@gmail.com> ha scritto:

Ciao
Post by 8tto
1) Valutare il punto di rottura della corda
Perchè, secondo te, la trattativa è finita?
Per me siamo all'inizio della trattativa seria, sempre che entrambe le parti
abbiano voglia
di mettere il piedi qualcosa
Post by 8tto
2) Non affidarsi a sindacalisti idioti
Visto che una parte del personale Alitalia ha festeggiato al fallimento,
direi che si puo' adattare, con piccole modifiche" il detto "Abbiamo i
politici che ci meritiamo"


Davide

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Divino
2008-09-19 07:07:35 UTC
Permalink
Post by L'Eternauta
Post by 8tto
1) Valutare il punto di rottura della corda
Perchè, secondo te, la trattativa è finita?
Per me siamo all'inizio della trattativa seria, sempre che entrambe
le parti abbiano voglia di mettere il piedi qualcosa
CHI ha voglia di mettere in piedi qualcosa?

Chi voleva salvarli si è ritirato e i dipendenti ne sono contenti.
Post by L'Eternauta
Post by 8tto
2) Non affidarsi a sindacalisti idioti
Visto che una parte del personale Alitalia ha festeggiato al
fallimento, direi che si puo' adattare, con piccole modifiche" il
detto "Abbiamo i politici che ci meritiamo"
I sindacati chiedevano una cassa integrazione all'80% per 7 anni, dai!
--
Divino
CULTURISTA: Villeggiante gay
L'Eternauta
2008-09-19 07:24:12 UTC
Permalink
Il 19 Set 2008, 09:07, "Divino" <***@gmail.com> ha scritto:

Ciao
Post by Divino
CHI ha voglia di mettere in piedi qualcosa?
Chi voleva salvarli si è ritirato e i dipendenti ne sono contenti.
Ieri erano contenti (ma quanti poi?). Magari oggi ci saranno nuovi
abboccamenti. E' un modo anche
per vedere quanto sia flessibile la corda.

Se il business aereo è profittevole (ma lo è?), 20.000 persone a casa non
sono un buon affare neanche
per il sindacato.

Potrebbero - ripeto potrebbero - esserci nuovi spiragli
Post by Divino
I sindacati chiedevano una cassa integrazione all'80% per 7 anni, dai!
Basterebbe far presente che per sette anni uno potrebbe lavorare alle
riaprende miniere di carbone in Sardegna
Post by Divino
--
Divino
CULTURISTA: Villeggiante gay
Davide

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Divino
2008-09-19 08:06:52 UTC
Permalink
Post by L'Eternauta
Post by Divino
I sindacati chiedevano una cassa integrazione all'80% per 7 anni, dai!
Basterebbe far presente che per sette anni uno potrebbe lavorare alle
riaprende miniere di carbone in Sardegna
Se lo fanno per me è giusto che gli diano anche il 100% dello stipendio
attuale, anche fosse quattro volte quello di un minatore...
...ma loro non vogliono lavorare, vogliono stare a casa all'80% della paga,
per questo esultano!
--
Divino
SCULTURA: Mancanza d'istruzione
Paul Mone
2008-09-19 10:10:25 UTC
Permalink
Post by 8tto
lavorare e se domani l'azienda per cui lavoro decide di chiudere
l'ufficio italiano, sono in mezzo alla strada in cinque secondi
A manifestare con un cartellone in mano?
Post by 8tto
senza che nessuno dica nulla.
Be', se la strada e' l'A8 c'e' Luc che s'incazza.

P
L'Eternauta
2008-09-19 10:56:35 UTC
Permalink
Il 19 Set 2008, 12:10, Paul Mone <***@libero.it> ha scritto:


Ciao
Post by Paul Mone
Be', se la strada e' l'A8 c'e' Luc che s'incazza.
Lol

8tto sulla A8 con la moto Guzzi 8tto
E' la volta buona che Luc si accatta il SUV
Post by Paul Mone
P
Davide

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
lady golpe
2008-09-19 00:49:43 UTC
Permalink
Post by Cosmic
Post by 8tto
Post by Aptivo
Spiega, o illuminato :)
Semplice: anche fosse andato in porto l'accordo, la compagnia sarebbe
stata *comunque* rivenduta a qualcun altro tra due anni. E sempre di
"estero" si tratta. La differenza è che i signori della CAI avrebbero
intascato cospicui dividendi.
Quindi la questione dell'italianità è una baggianata, del resto nel
mercato attuale l'Italia è un paese troppo piccolo per poter fare
sopravvivere *nelle regole del mercato* una compagnia aerea *solo*
italiana. Quindi delle due l'una: o l'Alitalia o Cai che sia si compra
la Lufthansa (o AF o KLM o chi vuoi tu) oppure viceversa. Quale delle
due ti pare l'ipotesi più probabile?
Comunque, permettimi, ma proviamo un attimo a cambiare punto di vista.
Con la situazione Alitalia com'è stata fin ora (o quella prospettata
con la famosa "cordata") io (consumatore) ho avuto: i) Una parte delle
tasse che pago che andava a risanare i vari buchi Alitalia e a
strapagare dei dipendenti sostanzialmente nullafacenti (visto che ce
n'è più del doppio di quelli necessari) ii) Un servizio di merda a
prezzi esorbitanti.
Spiegami quindi per quale stracazzo di motivo se domani annunciano il
fallimento di Alitalia non dovrei gioire.
Alitalia DEVE fallire. Lo dico da anni, per lo stesso tuo motivo. Volo
in mezza europa a due lire, quelle volte che devo andare a roma o in
sardegna in aereo porca vacca mi tocca smadonnare sempre per via dei
costi dei biglietti... Quando trovo un Meridiana VR-RM a 80euro (con 80
euro faccio TV-londra 2 volte andata e ritorno!) faccio festa grande!
senti sai che se vendono tutti i biglietti a 30 euro non ci fanno manco
il rifornimento per mezzo viaggio?
Il tv-londra ci sono più volte al giorno a orari lavorativi o nei soliti
orari a cazzo ryanair,tipo le 22-23?
Tu hai pagato 30 euro per un volo per londra io per lo stesso e sempre
con ryanair in un giorno qualsiasi non lo trovo a meno di 200 euro,perciò
se sei una persona adulta e intelligente smettila con questi ragionamenti
da ingenuo
Count Brass
2008-09-19 07:11:55 UTC
Permalink
Post by lady golpe
Post by Cosmic
Post by 8tto
Post by Aptivo
Spiega, o illuminato :)
Semplice: anche fosse andato in porto l'accordo, la compagnia sarebbe
stata *comunque* rivenduta a qualcun altro tra due anni. E sempre di
"estero" si tratta. La differenza è che i signori della CAI avrebbero
intascato cospicui dividendi.
Quindi la questione dell'italianità è una baggianata, del resto nel
mercato attuale l'Italia è un paese troppo piccolo per poter fare
sopravvivere *nelle regole del mercato* una compagnia aerea *solo*
italiana. Quindi delle due l'una: o l'Alitalia o Cai che sia si compra
la Lufthansa (o AF o KLM o chi vuoi tu) oppure viceversa. Quale delle
due ti pare l'ipotesi più probabile?
Comunque, permettimi, ma proviamo un attimo a cambiare punto di vista.
Con la situazione Alitalia com'è stata fin ora (o quella prospettata
con la famosa "cordata") io (consumatore) ho avuto: i) Una parte delle
tasse che pago che andava a risanare i vari buchi Alitalia e a
strapagare dei dipendenti sostanzialmente nullafacenti (visto che ce
n'è più del doppio di quelli necessari) ii) Un servizio di merda a
prezzi esorbitanti.
Spiegami quindi per quale stracazzo di motivo se domani annunciano il
fallimento di Alitalia non dovrei gioire.
Alitalia DEVE fallire. Lo dico da anni, per lo stesso tuo motivo. Volo
in mezza europa a due lire, quelle volte che devo andare a roma o in
sardegna in aereo porca vacca mi tocca smadonnare sempre per via dei
costi dei biglietti... Quando trovo un Meridiana VR-RM a 80euro (con 80
euro faccio TV-londra 2 volte andata e ritorno!) faccio festa grande!
senti sai che se vendono tutti i biglietti a 30 euro non ci fanno manco
il rifornimento per mezzo viaggio?
Il tv-londra ci sono più volte al giorno a orari lavorativi o nei soliti
orari a cazzo ryanair,tipo le 22-23?
Tu hai pagato 30 euro per un volo per londra io per lo stesso e sempre
con ryanair in un giorno qualsiasi non lo trovo a meno di 200 euro,perciò
se sei una persona adulta e intelligente smettila con questi ragionamenti
da ingenuo
appunto, c'era Milena Gabanelli su Report che aveva proprio fatto una
trasmissione a riguardo dei finanziamenti (poco occulti ma
discutibili) dei vari scali "minori" a Ryan Air etc... lui *pensa* di
pagare solo 30 euro....inoltre, le poche volte che sono volato a
Londra per lavoto con Ryan Air e preavviso abbastanza ridotto (una
settimana) alla fine l'azienda ha sempre pagato piu' o meno la cifra
che stai indicando tu.
Cosmic
2008-09-19 12:08:10 UTC
Permalink
Post by Count Brass
appunto, c'era Milena Gabanelli su Report che aveva proprio fatto una
trasmissione a riguardo dei finanziamenti (poco occulti ma
discutibili) dei vari scali "minori" a Ryan Air etc...
Discutubili?
Hai presente che indotto genera l'introduzione anche di 2-3 tratte su un
aeroporto minore??? E' una cosa incredibile (mezzi di trasporto,
ristorazione, alberghi, attrattive, pubblicità, visibilità, per citarne
alcuni) e di gran lunga superiore al valore delle tratte stesse. RyanAir
non ha mai fatto mistero di questo, e tempo addietro l'AD ne fece
proprio un cavallo di battaglia dicendo che non è colpa sua se le altre
compagnie mettono il sedere a ventosa su scali storici.
Se a treviso, bergamo o forlì le tratte ce le avesse disegnate Alitalia
tali finanzamenti sarebbero andati a loro. Ma erano troppo illuminati
per abbandonare l'utenza oldstyle che smollava 300euro per un
linate-fiumicino. E adesso che -ovviamente- quell'utenza si rivolge
altrove -perché non è scema del tutto- se la prendono in saccoccia. E
mancando i fondi, vengono fuori le magagne della cattiva gestione.
Post by Count Brass
lui *pensa* di
pagare solo 30 euro....
No, no, io ti garantisco che l'estratto della visa riporta 30euro!
E ad un utonto non importa altro che quello, poi se la compagnia ruba il
cherosene alle altre con la cannetta a fiato non è un problema del
passeggero.
Post by Count Brass
inoltre, le poche volte che sono volato a
Londra per lavoto con Ryan Air e preavviso abbastanza ridotto (una
settimana) alla fine l'azienda ha sempre pagato piu' o meno la cifra
che stai indicando tu.
Ed è sacrosanto che sia così, per l'appunto. Segue *ogni* logica di
gestione aziendale. E i bilanci RA confermano.
Count Brass
2008-09-19 13:11:14 UTC
Permalink
Post by Cosmic
Post by Count Brass
appunto, c'era Milena Gabanelli su Report che aveva proprio fatto una
trasmissione a riguardo dei finanziamenti (poco occulti ma
discutibili) dei vari scali "minori" a Ryan Air etc...
Discutubili?
non ovviamente discutibili da parte di Ryan Air e affini che
giustamente fanno la politica commerciale che gli conviene.
Discutibili nel senso che la Regione Sardegna, Friuli etc. sovvenziona
indirettamente la compagnia pagando un tot a passeggero, contratti
pubblicitari etc. e quei soldi vengono dalle mie e dalle tue di
tasche. Che poi la tua VISA riporti trenta euro e' vero, cosi' come lo
farebbe la mia e quella di tutti. Ma poi la mia e la tua bolletta di
servizi regionali aumenta in proporzione (o vengono tagliati servizi
in proporzione).. ed anche questo dovresti aggiungerlo al "conto".
Cosmic
2008-09-19 11:56:13 UTC
Permalink
Post by lady golpe
senti sai che se vendono tutti i biglietti a 30 euro non ci fanno manco
il rifornimento per mezzo viaggio?
Il tv-londra ci sono più volte al giorno a orari lavorativi o nei soliti
orari a cazzo ryanair,tipo le 22-23?
Perché? alle 22 c'è l'happyhour per il cherosene?? :-?
Gli orari RA (che ricalcano quelli di tante altre compagnie), ad ogni
modo sono intelligentissimi per gli spostamenti europei.
Post by lady golpe
Tu hai pagato 30 euro per un volo per londra io per lo stesso e sempre
con ryanair in un giorno qualsiasi non lo trovo a meno di 200 euro,
Ryanair (e oserei dire TUTTE le altre compagnie) applica un sensatissimo
principio: prima prenoti e più risparmi. Pure io ho preso dei voli RA
pagandoli 170-180euro... prenotandoli *il giorno prima* però. E sai
perché l'ho prenotato il giorno prima quel volo? Perché RA chiude gli
imbarchi QUARANTA minuti prima del decollo. Io causa incidente sulla A4
ero arrivato TRENTOTTO minuti prima e non c'è stato niente da fare ed ho
dovuto prendere appunto un volo per il giorno dopo. Ed è sacrosanto che
sia così. E' alla base di ogni strategia di programmazione della
logistica interna: prima sai cosa devi fare e meno ti costa farlo. Ergo
incentivi le prenotazioni in maniera consona.
Con meridiana, per dire, una volta ho fatto riaprire il portellone
dell'aereo (avevamo trovato traffico disumano sul raccordo a roma, e con
la micra 1.4 una volta che s'è liberato c'era ben poo da dire "ora
recupero") per farmi salire. A me ha fatto un gran comodo, ma se una
compagnia permette stronzate del genere è matematico che prima o poi le
paga. E più tardi le paga e più salate le paga. E ora è arrivato il momento.
lady golpe
2008-09-19 15:27:09 UTC
Permalink
Post by lady golpe
senti sai che se vendono tutti i biglietti a 30 euro non ci fanno manco
il rifornimento per mezzo viaggio?
Il tv-londra ci sono più volte al giorno a orari lavorativi o nei
soliti orari a cazzo ryanair,tipo le 22-23?
Perché? alle 22 c'è l'happyhour per il cherosene?? :-? Gli orari RA (che
ricalcano quelli di tante altre compagnie), ad ogni modo sono
intelligentissimi per gli spostamenti europei.
di certo uno se utilizza l'aereo lo fa perchè è più veloce di altri
mezzi,se metti l'aereo alle 22 implica che passi una notte in
albergo,sempre se ne trovi uno che fa il ceck a quell'ora,se uno lo usa
per lavoro e non per cazzeggio non si può permettere orari improponibili
di notte tardi,dunque la convenienza per la maggior parte gia va a farsi
benedire,senza contare che la compagnia aerea spende meno per avere lo
slot a quell'ora
Post by lady golpe
Tu hai pagato 30 euro per un volo per londra io per lo stesso e sempre
con ryanair in un giorno qualsiasi non lo trovo a meno di 200 euro,
Ryanair (e oserei dire TUTTE le altre compagnie) applica un sensatissimo
principio: prima prenoti e più risparmi. Pure io ho preso dei voli RA
pagandoli 170-180euro... prenotandoli *il giorno prima* però. E sai
perché l'ho prenotato il giorno prima quel volo? Perché RA chiude gli
imbarchi QUARANTA minuti prima del decollo. Io causa incidente sulla A4
ero arrivato TRENTOTTO minuti prima e non c'è stato niente da fare ed ho
dovuto prendere appunto un volo per il giorno dopo. Ed è sacrosanto che
sia così. E' alla base di ogni strategia di programmazione della
logistica interna: prima sai cosa devi fare e meno ti costa farlo. Ergo
incentivi le prenotazioni in maniera consona. Con meridiana, per dire,
una volta ho fatto riaprire il portellone dell'aereo (avevamo trovato
traffico disumano sul raccordo a roma, e con la micra 1.4 una volta che
s'è liberato c'era ben poo da dire "ora recupero") per farmi salire. A
me ha fatto un gran comodo, ma se una compagnia permette stronzate del
genere è matematico che prima o poi le paga. E più tardi le paga e più
salate le paga. E ora è arrivato il momento.
non è sempre vero chi prima prenota meno paga, la ryanair nei voli più
gettonati offre poco o niente di posti a prezzi promozionali, dalla
sardegna ad esempio nel tanto acclamato volo da e per milano, gia dai
primi di maggio offriva a/r a 200 euro di minimo,escludendo la
maggiorazione per il bagaglio in stiva,contro un prezzo per i residenti
di 125 euro e un prezzo medio per i non residenti spesso inferiore,visto
che nei week-end ryan propone posti a 350euro per quella tratta,perciò
per i pochi biglietti che offre in certi scali a 30 euro ne prende molto
più della media in altri
M_C
2008-09-19 10:16:44 UTC
Permalink
Post by Cosmic
Mi dispiace tanto per i dipendenti, quelli si, vittime succubi e -quasi-
senza colpe ...
dimentichi per anni e anni scioperi a scacchiera, scioperi annunciati e la
sera prima revocati, malattie improvvise e di massa, c'erano gli assistenti
di volo e mancava il pilota, c'era il pilota e le hostess ma mancava lo
stewart ... ognuno col suo sindacatino a fare il ca**o che gli pareva,
compreso lo "sciopero del panino" roba da far scompisciare dalle risate pure
i polli. e la gente a bivaccare nelle sale di aspetto e a contendersi le
seggiole, abbandonata a se stessa. poi non c'è da stupirsi se il sentimento
più diffuso verso alitalia e la sua gente (tutta ...) sia odio &
indifferenza. saluti, davide

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Cosmic
2008-09-19 12:00:30 UTC
Permalink
Post by M_C
Post by Cosmic
Mi dispiace tanto per i dipendenti, quelli si, vittime succubi e -quasi-
senza colpe ...
dimentichi per anni e anni scioperi a scacchiera, scioperi annunciati e la
sera prima revocati, malattie improvvise e di massa, c'erano gli assistenti
di volo e mancava il pilota, c'era il pilota e le hostess ma mancava lo
stewart ... ognuno col suo sindacatino a fare il ca**o che gli pareva,
compreso lo "sciopero del panino" roba da far scompisciare dalle risate pure
i polli.
il problema non è loro, ribadisco. E' di chi gli ha permesso di fare
così per anni. Prendiamo ad esempio te: se ti pagano uguale sia che tu
lavori sia che non lavori.. tu cosa fai? Ovviamente non lavori e ti fai
i cavoli tuoi. Ma il problema non sei tu... è chi ti permette di fare
questo. Perché un dipendente che lavora piùdi quanto gli viene richiesto
gratis è raro come una mosca bianca a pois fuchsia che sa parlare in
latino!!
Ergo mettici dentro i manager e (non ultimi) i sindacati.

Il problema, in casi catastrofici come questo non sono MAI le pedine, ma
sempre le menti. Proprio quelle menti che prendono 100keuro al mese.
Soldi che sarebbero spesi BENISSIMO, se poi i risultati non fossero questi.
Cinghiale
2008-09-19 04:57:02 UTC
Permalink
Post by 8tto
Semplice: anche fosse andato in porto l'accordo, la compagnia sarebbe
stata *comunque* rivenduta a qualcun altro tra due anni.
Negativo. Della proposta faceva parte l'impegno a non rivendere prima di 5
anni.

Dopodiché ora col fallimento molti dipendenti Alitalia verranno da noi
"accompagnati alla pensione".
Chi è oltre i 50 anni prende 7 anni di mobilità all'80% dello stipendio.
Ossia almeno 950/1000 euro per starsene a casa.
Bello eh? Come lo giri lo giri, il coltello sempre nella piaga di tutti gli
italiani rimane...
--
Cinghiale (36, 109, RM)
Mazda 3 1.6 TD
Se il nuoto fa così bene alla linea, come si spiegano le balene?
Divino
2008-09-19 05:24:06 UTC
Permalink
Post by Cinghiale
Dopodiché ora col fallimento molti dipendenti Alitalia verranno da noi
"accompagnati alla pensione".
Chi è oltre i 50 anni prende 7 anni di mobilità all'80% dello
stipendio. Ossia almeno 950/1000 euro per starsene a casa.
Bello eh? Come lo giri lo giri, il coltello sempre nella piaga di
tutti gli italiani rimane...
Se non sbaglio queste erano le RICHIESTE dei sindacati, richieste che non
sono state accolte, no?
--
Divino
FREGATA: Unita' navale sottratta al nemico
Count Brass
2008-09-19 08:35:17 UTC
Permalink
Post by Divino
Post by Cinghiale
Dopodiché ora col fallimento molti dipendenti Alitalia verranno da noi
"accompagnati alla pensione".
Chi è oltre i 50 anni prende 7 anni di mobilità all'80% dello
stipendio. Ossia almeno 950/1000 euro per starsene a casa.
Bello eh? Come lo giri lo giri, il coltello sempre nella piaga di
tutti gli italiani rimane...
Se non sbaglio queste erano le RICHIESTE dei sindacati, richieste che non
sono state accolte, no?
da come ho capito io: l'accompagnamento alla pensione per 7 anni con
l'80% dello stipendio era l'incentivo messo a disposizione dal Governo
solo per gli esuberi *immediati* (circa 1.200, mi pare) che sarebbero
avvenuti con la firma CAI-sindacati. Questa era la carota offerta dal
governo. Il bastone era che, OVVIAMENTE, in caso di fallito accordo e
FALLIMENTO questo paracadute non poteva certo essere offerto ai
previsti 20.000 esuberi... una volta fallita i libri vanno in
tribunale ed i lavoratori vengono trattati secondo le norme
attualmente vigenti per tutti, e compatibilmente con l'esercizio
fallimentare della societa'.
M_C
2008-09-19 09:03:37 UTC
Permalink
... i lavoratori vengono trattati secondo le norme attualmente vigenti per
tutti ...

già ... con i casini che hanno combinato per anni e anni non vedo proprio
cos'avessero di così speciale da meritare un trattamento che altri manco si
sognano ... :o/ ... io quando ho fatto la mia dose di cig ho avuto il
trattamento che mi toccava, senza regali. saluti, davide

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Taffo
2008-09-19 09:07:04 UTC
Permalink
Post by M_C
già ... con i casini che hanno combinato per anni e anni non vedo proprio
i lavoratori hanno sicuramente creato dei casini enormi, sono d'accordo.

mi stupisce pero' che pochi vedano responsabilità sopratutto dei manager e
del principale azionista negli ultimi 15 anni.
Centrifuga a gasolio
2008-09-19 09:37:55 UTC
Permalink
Taffo,
Post by Taffo
Post by M_C
già ... con i casini che hanno combinato per anni e anni non vedo proprio
i lavoratori hanno sicuramente creato dei casini enormi, sono d'accordo.
Hanno creato casini perché sanno che lo possono fare.
Post by Taffo
mi stupisce pero' che pochi vedano responsabilità sopratutto dei manager e del principale
azionista negli ultimi 15 anni.
Esattamente.
In qualsiasi azienda di 'sto mondo, se la parte manageriale e dirigenziale è deficitaria,
l'azienda va a rotoli. E la colpa è quasi esclusivamente loro.
L'Eternauta
2008-09-19 09:39:33 UTC
Permalink
Il 19 Set 2008, 11:37, "Centrifuga a gasolio" <***@gasolio.org> ha
scritto:

Ciao
Post by Centrifuga a gasolio
Esattamente.
In qualsiasi azienda di 'sto mondo, se la parte manageriale e dirigenziale è deficitaria,
l'azienda va a rotoli. E la colpa è quasi esclusivamente loro.
Dipende anche dalle aspettative della proprietà.


Davide

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Centrifuga a gasolio
2008-09-19 09:56:26 UTC
Permalink
L'Eternauta,
Post by Centrifuga a gasolio
Ciao
Post by Centrifuga a gasolio
Esattamente.
In qualsiasi azienda di 'sto mondo, se la parte manageriale e dirigenziale
è deficitaria,
Post by Centrifuga a gasolio
l'azienda va a rotoli. E la colpa è quasi esclusivamente loro.
Dipende anche dalle aspettative della proprietà.
Stai dicendo che qualcuno, o qualcosa, avesse chiesto a Cimoli
di portare Alitalia sull'orlo del fallimento?
L'Eternauta
2008-09-19 10:05:26 UTC
Permalink
Il 19 Set 2008, 11:56, "Centrifuga a gasolio" <***@gasolio.org> ha
scritto:


Ciao
Post by Centrifuga a gasolio
Stai dicendo che qualcuno, o qualcosa, avesse chiesto a Cimoli
di portare Alitalia sull'orlo del fallimento?
Visto che Alitalia era considerata piu' un contenitore di privilegi che
un'azienda, se al posto di
Cimoli (che se fosse giapponese si sarebbe già suicidato da anni) ci fosse
stato un Marchionne - intendendo un manager capace - la situazione non
sarebbe cambiata di molto

Non vai da nessuna parte se i costi fissi sono maggiori rispetto alla
concorrenza

Davide


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Paul Mone
2008-09-19 10:16:11 UTC
Permalink
Post by Centrifuga a gasolio
Stai dicendo che qualcuno, o qualcosa, avesse chiesto a Cimoli
di portare Alitalia sull'orlo del fallimento?
Secondo te Cimoli ha potuto fare quello che voleva?

P
Count Brass
2008-09-19 10:08:37 UTC
Permalink
Post by Centrifuga a gasolio
Taffo,
Post by Taffo
Post by M_C
già ... con i casini che hanno combinato per anni e anni non vedo proprio
i lavoratori hanno sicuramente creato dei casini enormi, sono d'accordo.
Hanno creato casini perché sanno che lo possono fare.
Post by Taffo
mi stupisce pero' che pochi vedano responsabilità sopratutto dei manager e del principale
azionista negli ultimi 15 anni.
Esattamente.
In qualsiasi azienda di 'sto mondo, se la parte manageriale e dirigenziale è deficitaria,
l'azienda va a rotoli. E la colpa è quasi esclusivamente loro.
calma e gesso. L'idea iniziale non era peregrina: prendi manager da
fuori, li paghi come fanno le aziende fuori e (in teoria) pretendi i
risultati.

Pero, se tu manager finisci in un azienda dove con le tue decisioni
anche l'ultimo dei lava-cessi ti ride in faccia perche' comunque e' un
intoccabile (Ferrovie, Alitalia etc.) allora c'e' poco da fare.... gli
dai una buona uscita tale che il tipo non dira' "siete un branco di
coglioni" e continui fino a che la vita "reale" non ti addenta le
chiappe...
Centrifuga a gasolio
2008-09-19 10:33:33 UTC
Permalink
Count Brass,
Post by Count Brass
Post by Centrifuga a gasolio
Taffo,
Post by Taffo
Post by M_C
già ... con i casini che hanno combinato per anni e anni non vedo proprio
i lavoratori hanno sicuramente creato dei casini enormi, sono d'accordo.
Hanno creato casini perché sanno che lo possono fare.
Post by Taffo
mi stupisce pero' che pochi vedano responsabilità sopratutto dei manager e del principale
azionista negli ultimi 15 anni.
Esattamente.
In qualsiasi azienda di 'sto mondo, se la parte manageriale e dirigenziale è deficitaria,
l'azienda va a rotoli. E la colpa è quasi esclusivamente loro.
calma e gesso. L'idea iniziale non era peregrina: prendi manager da
fuori, li paghi come fanno le aziende fuori e (in teoria) pretendi i
risultati.
Sono assolutamente d'accordo, perché funziona esattamente così.
Post by Count Brass
Pero, se tu manager finisci in un azienda dove con le tue decisioni
anche l'ultimo dei lava-cessi ti ride in faccia perche' comunque e' un
intoccabile (Ferrovie, Alitalia etc.) allora c'e' poco da fare.... gli
dai una buona uscita tale che il tipo non dira' "siete un branco di
coglioni" e continui fino a che la vita "reale" non ti addenta le
chiappe...
Lo sai quante "buonuscite" si è preso Cimoli nella sua vita?
E lo sai che 'sto manager, per il semplice fatto di sedersi lì, guadagnava
molto di più di ogni manager di qualsiasi altra compagnia area europea?
In una compagnia già allora disastrata?
Lo sai che era stato messo lì perchè aveva un "suo" piano industriale 2005-2008
per il risanamento della società?
E lo sai che la Consob (rotfl per la Consob) ha voluto vederci chiaro nei numeri
perché non si capiva veramente quale fosse il reale indebitamento della società?
Cimoli, che è tutt'altro che uno stupido, lo sapeva benissimo a quale triste
fine sarebbe arrivata la compagnia, ma, da buon italiano, è rimasto al suo posto
perché tanto Italia le cose funzionano sempre così e nessuno pagherà mai
per ciò che ha combinato.
Paul Mone
2008-09-19 10:39:48 UTC
Permalink
Post by Centrifuga a gasolio
E lo sai che 'sto manager, per il semplice fatto di sedersi lì, guadagnava
molto di più di ogni manager di qualsiasi altra compagnia area europea?
In una compagnia già allora disastrata?
E vorrei ben vedere.
Ti danno in mano un'azienda disastrata e ti impongono di fare scelte
che vanno in direzione opposta al risanamento. In poche parole ti
chiedono di perdere la faccia.
Quantomeno gli spilli un fracco di soldi.

P
L'Eternauta
2008-09-19 10:53:35 UTC
Permalink
Il 19 Set 2008, 12:39, Paul Mone <***@libero.it> ha scritto:


Ciao
Post by Paul Mone
In poche parole ti
chiedono di perdere la faccia.
Avendo, Cimoli, la faccia come il culo in effetti il suo ruolo
"istituzionale" si prestava a diverse
interpretazioni.
Post by Paul Mone
Quantomeno gli spilli un fracco di soldi.
Ora che la prostituzione è illegale in luogo pubblico, Cimoli farà il
consulente da casa
Post by Paul Mone
P
Davide

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
M_C
2008-09-19 15:41:07 UTC
Permalink
Post by Taffo
mi stupisce pero' che pochi vedano responsabilità sopratutto dei manager e
del principale azionista negli ultimi 15 anni.
"TUTTI" c'hanno mangiato sopra a crepapelle ... certo che tizia da 2,5K
euro/mese ha mangiato meno di caio da 15K euro/mese e sempronio da 2M
euro/anno s'è strafogato più di tutti. ma l'andazzo faceva stracomodo a
tutti e ognuno s'è dato da fare per arraffare la sua fetta di torta, quindi
non vedo motivo di dispiacermi se se ne vanno in massa a pigliarselo tra le
natiche. anche se so che questo resterà un pio desiderio insoddisfatto ...
saluti, davide

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Divino
2008-09-19 09:02:19 UTC
Permalink
Post by Count Brass
Il bastone era che, OVVIAMENTE, in caso di fallito accordo e
FALLIMENTO questo paracadute non poteva certo essere offerto ai
previsti 20.000 esuberi... una volta fallita i libri vanno in
tribunale ed i lavoratori vengono trattati secondo le norme
attualmente vigenti per tutti, e compatibilmente con l'esercizio
fallimentare della societa'.
Bene, vediamo se esultano ancora!
--
Divino
COLLUTTORIO: battagliero, attaccabrighe
Cinghiale
2008-09-19 10:17:18 UTC
Permalink
Post by Divino
Post by Cinghiale
Dopodiché ora col fallimento molti dipendenti Alitalia verranno da noi
"accompagnati alla pensione".
Chi è oltre i 50 anni prende 7 anni di mobilità all'80% dello
stipendio. Ossia almeno 950/1000 euro per starsene a casa.
Bello eh? Come lo giri lo giri, il coltello sempre nella piaga di
tutti gli italiani rimane...
Se non sbaglio queste erano le RICHIESTE dei sindacati, richieste che non
sono state accolte, no?
Hai ragione, ricordavo male. In caso di fallimento sono solo 3 anni.
--
Cinghiale
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Centrifuga a gasolio
2008-09-19 09:34:17 UTC
Permalink
Cinghiale,
Semplice: anche fosse andato in porto l'accordo, la compagnia sarebbe stata comunque rivenduta
a qualcun altro tra due anni.
Negativo. Della proposta faceva parte l'impegno a non rivendere prima di 5 anni.
C'era un semplice patto che impegnava - moralmente - a non vendere.
Ma noi, inguaribili ottimisti, siamo sempre pronti a pensare di essere
in mezzo ad un mondo di galantuomini.
Dopodiché ora col fallimento molti dipendenti Alitalia verranno da noi "accompagnati alla
pensione". Chi è oltre i 50 anni prende 7 anni di mobilità all'80% dello stipendio.
Ossia almeno 950/1000 euro per starsene a casa.
E con qualche lavoretto in nero, ci si guadagna pure di più!
L'Eternauta
2008-09-19 09:35:29 UTC
Permalink
Il 18 Set 2008, 22:28, 8tto <***@gmail.com> ha scritto:

Ciao
Post by 8tto
Spiegami quindi per quale stracazzo di motivo se domani annunciano il
fallimento di Alitalia non dovrei gioire.
Tempo due settimane e Ryanair mette il Milano - Roma a 20 euro.
Già, perché qualche giorno fa ho prenotato un Milano-Londra e ritorno
pagando 30 euro tasse comprese, mentre per andare a Roma devo spendere
più di dieci volte tanto.
Contando che un 737 porta 150 passeggeri, hai 3.000 euro d'incasso per un
Milano / Roma
Ma hanno montato il Landi sugli aerei Ryanair?



Davide

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
ginopilotino
2008-09-19 09:01:03 UTC
Permalink
Post by Aptivo
Post by ginopilotino
Ecco un altro che ha abboccato.
Spiega, o illuminato :)
Quella dell'italianita e' una balla. Con il piano cai la compagnia non
sarebbe stata in grado di garantire la maggior parte delle tratte
internazionali.
Post by Aptivo
Ma prima fammi indovinare: hai votato Veltroni vero? :p
No, sbagliato.

Ciao ... Dino
Stefano D.
2008-09-18 23:53:54 UTC
Permalink
Post by Aptivo
Il fatto che nel nome Air France ci sia scritto dentro "France" e che in CAI
ci sia scritto dentro "Italiana", magari?
LOL
--
Stefano D.(PD)
Bmw Z4 3.0/ Bmw 330cd+ / Mini Cooper Cabrio talvolta
Webmaster of www.terryleehale.com / http://www.joemoon.it
A husband and wife were sitting watching TV when he turned to his wife and said,
"Honey, tell me something that will make me Happy and Sad all at the same time."
She said "You have the biggest dick of all your friends."
Taffo
2008-09-19 07:53:11 UTC
Permalink
Post by Aptivo
Post by Taffo
che cosa ha fatto preferire a Berlusconi Cai alla precedente offerta di Air
France ?
Il fatto che nel nome Air France ci sia scritto dentro "France" e che in
CAI ci sia scritto dentro "Italiana", magari?
SVEGLIAAAAAAAAAAAAAA

siamo nel 2008 ! non nel 1939 !!

Le Autostrade sono rimaste italiane, sono di Benetton, ti sembra che ci
abbiamo guadagnato qualcosa ?
Miklo
2008-09-19 16:21:34 UTC
Permalink
Post by Taffo
Post by Aptivo
Il fatto che nel nome Air France ci sia scritto dentro "France" e
che in CAI ci sia scritto dentro "Italiana", magari?
SVEGLIAAAAAAAAAAAAAA
siamo nel 2008 ! non nel 1939 !!
Le Autostrade sono rimaste italiane, sono di Benetton, ti sembra che
ci abbiamo guadagnato qualcosa ?
Noi no, però una famiglia italiana ci ha guadagnato....

Credo sia questo il succo del discorso del 2008...
--
Miklo
Membro junior (c.r.p.) del PPCSP "Red Flyer", Temperacazzi +7
"Tutto è inquinante, questo è l'equivoco che si fa.....non c'è nessuna
cosa che non sia inquinante, dipende come e quanto." <cit. Taffo>
Cosmic
2008-09-19 12:09:33 UTC
Permalink
Post by Aptivo
Il fatto che nel nome Air France ci sia scritto dentro "France" e che in
CAI ci sia scritto dentro "Italiana", magari?
ROTFL!!

avanti popolo! :)
Roberto FURLAN
2008-09-18 20:40:10 UTC
Permalink
Post by Taffo
in che cosa nello specifico la proposta Air France era peggiore rispetto a
quella di Cai ?
Direi che non dovremmo confondere le cose.
Non e' che stessimo vendendo una primizia, un gioiello di azienda. Stavamo
cercando di piazzare un bidone, in gergo strettamente tecnico, il cui unico
destino nel tanto decantato mercato doveva essere (ed e') il fallimento.
Air France aveva fatto una sua offerta, che non eravamo nemmeno in grado
(sempre nell'ambito di una normale trattativa commerciale, ma in Italia
nulla e' normale) di sindacare troppo, stante la "qualita'" del prodotto.
E' giusto che Alitalia fallisca. Punto. Perche' cosi' vogliono le leggi di
quel mercato libero per il quale tanto ci siamo stracciati le vesti.
Del resto, ogni giorno falliscono centinaia di piccole imprese delle quali
non interessa un cazzo a nessuno, eppure anche li' ci sono migliaia di
persone che si ritrovano a spasso.
Post by Taffo
che cosa ha fatto preferire a Berlusconi Cai alla precedente offerta di Air
France ?
L'operazione CAI ha cominciato ad incrinarsi quando degli estranei (tipo
Marrazzo nel Lazio) hanno cominciato ad intromettersi in quella che doveva
essere una cosa "privata" fra Berlusconi e certi suoi amici.
Gli amici della cordata non avevano, e non hanno, alcun interesse nel
business del trasporto aereo ne' tantomeno nella "bandiera"
dell'italianita'.
Era un'operazione puramente speculativa grazie al regalo (assolutamente
incredibile) che consentiva loro di prendersi l'attivo per due soldi,
realizzare e in capo a pochi anni ritrovarsi con molto liquido e pure delle
belle aree edificabili alle porte di Milano.

Adesso pare che tutto sia andato a monte (e meno male), per cui credo che la
normalita' del destino di Alitalia sia la dichiarazione di fallimento.
Ah, dimenticavo... nella normalita' ci sarebbe pure di andare a casa dei
"manager" che nel corso degli anni hanno portato l'Alitalia al disastro,
prenderli per le caviglie e scrollarli bene per recuperare almeno in parte
tutti i soldi che hanno immeritatamente guadagnato.

Per i dipendenti mi dispiace, ma cosi' e' la vita.
Del resto, sono tutti persone con una pregiata ed elevata professionalita'
(piloti, ingegneri, meccanici di alto livello, personale con conoscenza di
diverse lingue...) e non avranno grossi problemi a ricollocarsi.

Roberto FURLAN

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Centrifuga a gasolio
2008-09-18 21:03:45 UTC
Permalink
Roberto FURLAN,
Post by Roberto FURLAN
Post by Taffo
in che cosa nello specifico la proposta Air France era peggiore rispetto a
quella di Cai ?
Direi che non dovremmo confondere le cose.
Non e' che stessimo vendendo una primizia, un gioiello di azienda. Stavamo
cercando di piazzare un bidone, in gergo strettamente tecnico, il cui unico
destino nel tanto decantato mercato doveva essere (ed e') il fallimento.
Air France aveva fatto una sua offerta, che non eravamo nemmeno in grado
(sempre nell'ambito di una normale trattativa commerciale, ma in Italia
nulla e' normale) di sindacare troppo, stante la "qualita'" del prodotto.
E' giusto che Alitalia fallisca. Punto. Perche' cosi' vogliono le leggi di
quel mercato libero per il quale tanto ci siamo stracciati le vesti.
Del resto, ogni giorno falliscono centinaia di piccole imprese delle quali
non interessa un cazzo a nessuno, eppure anche li' ci sono migliaia di
persone che si ritrovano a spasso.
Post by Taffo
che cosa ha fatto preferire a Berlusconi Cai alla precedente offerta di
Air
Post by Taffo
France ?
L'operazione CAI ha cominciato ad incrinarsi quando degli estranei (tipo
Marrazzo nel Lazio) hanno cominciato ad intromettersi in quella che doveva
essere una cosa "privata" fra Berlusconi e certi suoi amici.
Gli amici della cordata non avevano, e non hanno, alcun interesse nel
business del trasporto aereo ne' tantomeno nella "bandiera"
dell'italianita'.
Era un'operazione puramente speculativa grazie al regalo (assolutamente
incredibile) che consentiva loro di prendersi l'attivo per due soldi,
realizzare e in capo a pochi anni ritrovarsi con molto liquido e pure delle
belle aree edificabili alle porte di Milano.
Adesso pare che tutto sia andato a monte (e meno male), per cui credo che la
normalita' del destino di Alitalia sia la dichiarazione di fallimento.
Ah, dimenticavo... nella normalita' ci sarebbe pure di andare a casa dei
"manager" che nel corso degli anni hanno portato l'Alitalia al disastro,
prenderli per le caviglie e scrollarli bene per recuperare almeno in parte
tutti i soldi che hanno immeritatamente guadagnato.
Per i dipendenti mi dispiace, ma cosi' e' la vita.
Del resto, sono tutti persone con una pregiata ed elevata professionalita'
(piloti, ingegneri, meccanici di alto livello, personale con conoscenza di
diverse lingue...) e non avranno grossi problemi a ricollocarsi.
Roberto FURLAN
In mezzo ad un mare di cazzate lette fino ad ora, voglio quotare il
tuo pensiero integralmente.
In questo coacervo di pseudo-berlusconiani anti-comunisti e pseudo-socialdemocratici
anti-berlusconiani, leggere un pensiero chiaro, liberista ed al tempo stesso
realista, è un'autentica rarità.
Prendi questo tuo post ed invialo a qualche giornale e/o a qualche
radio; ad esempio radio24.
Non ci conosciamo, ma voglio farti i miei più sinceri complimenti.
Giuseppe Gigante
2008-09-18 21:10:34 UTC
Permalink
Post by Roberto FURLAN
Roberto FURLAN
La pensi come me. :)

Grazie per il respiro d'aria pura.
--
"E allora va a finire che se fossi Dio,
io mi ritirerei in campagna
come ho fatto io..." - Giorgio Gaber
8tto
2008-09-18 21:24:34 UTC
Permalink
Post by Giuseppe Gigante
La pensi come me. :)
Idem. Peraltro, il ragionamento porterebbe a dire che la vendita ad AR
osteggiata dall'attuale premier sarebbe stata un toccasana.
Il fatto è che tale operazione è stata affossata da Berlusconi prima che
potesse concretizzarsi, ma comunque aveva scarsissime probabilità di
riuscita, per gli stessi motivi per cui è andata male quella con CAI.

Ah, io al sondaggio ho votato "i lavoratori".
Sì, perché c'è anche una certa responsabilità a farsi rappresentare da
certi sindacati...
Logos
2008-09-18 21:41:23 UTC
Permalink
Post by 8tto
Ah, io al sondaggio ho votato "i lavoratori".
Sì, perché c'è anche una certa responsabilità a farsi rappresentare da
certi sindacati...
Quoto.
Cinghiale
2008-09-19 05:04:30 UTC
Permalink
Post by Roberto FURLAN
Per i dipendenti mi dispiace, ma cosi' e' la vita.
Non dispiacerti più di tanto... per qualche anno li "campiamo" noi, quindi
problemi ne avranno davvero pochi.

Per il resto, il fallimento è l'unica conclusione logica. Qualunque altra
messinscena avrebbe condotto agli stessi risultati in termini di personale
mandato a casa e realtà aziendali sfasciate, MA con lo svantaggio di
portarsi dietro ancora una volta i privilegi prima causa dello stato
finanziario in cui Alitalia versa.
Del resto sono 10 anni e passa che tribolano e che si parla di difficoltà.
Fin troppo è durata...

BTW, mi piacerebbe sapere chi ripaga allo stato il famoso prestito-ponte.
--
Cinghiale (36, 109, RM)
Mazda 3 1.6 TD
Se il nuoto fa così bene alla linea, come si spiegano le balene?
Taffo
2008-09-19 08:02:03 UTC
Permalink
Post by Roberto FURLAN
Non e' che stessimo vendendo una primizia, un gioiello di azienda. Stavamo
cercando di piazzare un bidone, in gergo strettamente tecnico, il cui unico
destino nel tanto decantato mercato doveva essere (ed e') il fallimento.
QUOTO
Post by Roberto FURLAN
Air France aveva fatto una sua offerta, che non eravamo nemmeno in grado
(sempre nell'ambito di una normale trattativa commerciale, ma in Italia
nulla e' normale) di sindacare troppo, stante la "qualita'" del prodotto.
QUOTISSIMO
Post by Roberto FURLAN
E' giusto che Alitalia fallisca. Punto. Perche' cosi' vogliono le leggi di
quel mercato libero per il quale tanto ci siamo stracciati le vesti.
Del resto, ogni giorno falliscono centinaia di piccole imprese delle quali
non interessa un cazzo a nessuno, eppure anche li' ci sono migliaia di
persone che si ritrovano a spasso.
STRAQUOTO
Post by Roberto FURLAN
Marrazzo nel Lazio) hanno cominciato ad intromettersi in quella che doveva
essere una cosa "privata" fra Berlusconi e certi suoi amici.
MINKIA SE QUOTO
Post by Roberto FURLAN
Gli amici della cordata non avevano, e non hanno, alcun interesse nel
business del trasporto aereo ne' tantomeno nella "bandiera"
dell'italianita'.
QUOTO AL 100000%
Post by Roberto FURLAN
Era un'operazione puramente speculativa grazie al regalo (assolutamente
incredibile) che consentiva loro di prendersi l'attivo per due soldi,
realizzare e in capo a pochi anni ritrovarsi con molto liquido e pure delle
belle aree edificabili alle porte di Milano.
CAZZO KUOTO
Post by Roberto FURLAN
Per i dipendenti mi dispiace, ma cosi' e' la vita.
Straquoto, hai fotografato la VERA REALTA'.

la mia domanda iniziale voleva appunto capire i diversi punti di vista: tra
le tante minkiate finalmente uno che vede la pura e semplicissima realtà.
Reguess
2008-09-18 16:03:03 UTC
Permalink
Post by Paco
...de "Il Giornale"
http://www.ilgiornale.it/sondaggio_1a.pic1?PID=72
Il risultato del sondaggio non è veritiero.

VECCHIA AMMINISTRAZIONE


Quest'uomo http://snipurl.com/3rhn4
era a capo delle Ferrovie, portate allo sfascio. Liquidazione di 6,7 MILIONI
DI EURO. Poi è passato alla presidenza e A.d. dellAlitalia: stipendio di 2
MILIONI e 700 MILA euro.

La sua gestione non ha raggiunto *nessuno* degli obiettivi prefissati.

Si parla poi di una buona uscita da Alitalia di circa 3 MILIONI di EURO.
Anche se i legali smentiscono per me umma umma.

Gli farei fare il follow me agli aere sulla pista
Diego®
2008-09-18 16:15:19 UTC
Permalink
"Reguess" <***@me.com> ha scritto nel messaggio news:48d27bba$0$7506$***@news.sunrise.ch...

| Gli farei fare il follow me agli aere sulla pista

Sì ma sulle portaerei americane nel golfo persico!
--
Diego® 47, 173 (MI)
driver
Marco
2008-09-18 16:24:12 UTC
Permalink
Post by Reguess
Il risultato del sondaggio non è veritiero.
VECCHIA AMMINISTRAZIONE
Dai una controllata ora(sindacati)!!!
http://www.ilgiornale.it/sondaggio_2b.pic1?PID=72
Marco
Reguess
2008-09-18 16:31:19 UTC
Permalink
Post by Marco
Post by Reguess
Il risultato del sondaggio non è veritiero.
VECCHIA AMMINISTRAZIONE
Dai una controllata ora(sindacati)!!!
http://www.ilgiornale.it/sondaggio_2b.pic1?PID=72
Marco
Ma è errato o la gente è crucca.

I sindacati saranno la peggiore specie di questa terra, ma fanno il loro
lavoro da sindacati. Un amministratore deve fare il lavoro da
amministratore. In questi due ruoli ci vedo una grave mancanza da parte del
secondo. Incapacità.
O meglio, capacità solo a fagocitare soldi.
Io sarei andato a pescarlo e l'avrei messo ai lavori forzati. Da che mondo e
mondo chi sbaglia paga.
legend
2008-09-18 16:36:41 UTC
Permalink
Post by Reguess
Ma è errato o la gente è crucca.
I sindacati saranno la peggiore specie di questa terra, ma fanno il loro
lavoro da sindacati. Un amministratore deve fare il lavoro da
amministratore. In questi due ruoli ci vedo una grave mancanza da parte
del secondo. Incapacità.
O meglio, capacità solo a fagocitare soldi.
Io sarei andato a pescarlo e l'avrei messo ai lavori forzati. Da che mondo
e mondo chi sbaglia paga.
Questi sondaggi lasciano il tempo che trovano , perche fatti su testate che
hanno un target diverso di lettori , se vedi quello su repubblica risulta
l'opposto....
--
Bye
8tto
2008-09-18 20:29:48 UTC
Permalink
Post by Reguess
I sindacati saranno la peggiore specie di questa terra, ma fanno il loro
lavoro da sindacati.
Scherzi, vero?
TurboD
2008-09-18 16:49:47 UTC
Permalink
Post by Reguess
Post by Paco
...de "Il Giornale"
http://www.ilgiornale.it/sondaggio_1a.pic1?PID=72
Il risultato del sondaggio non è veritiero.
VECCHIA AMMINISTRAZIONE
Quest'uomohttp://snipurl.com/3rhn4
era a capo delle Ferrovie, portate allo sfascio. Liquidazione di 6,7 MILIONI
DI EURO. Poi è passato alla presidenza e A.d. dellAlitalia: stipendio di 2
MILIONI e 700 MILA euro.
Peccato che sia un uomo del Berluska (il Grande imprenditore) quindi
la palla va al governo in carica

TurboD (32,100+140,RM)
Taffo
2008-09-18 16:52:25 UTC
Permalink
Post by TurboD
Peccato che sia un uomo del Berluska (il Grande imprenditore) quindi
la palla va al governo in carica
il problema è che l'Alitalia non andava strumentalizzata in chiave
politica...

purtroppo qualcuno ha iniziato a farlo e ora se l'è presa nel culo.

ahmen, tanto i debiti noi li pagavamo comunque.
Count Brass
2008-09-18 16:53:37 UTC
Permalink
...de "Il Giornale"http://www.ilgiornale.it/sondaggio_1a.pic1?PID=72
quello di Repubblica dice esattamente l'opposto, e quello della stampa
e' praticamente diviso in due.. "sondaggi"...
ginopilotino
2008-09-18 17:21:41 UTC
Permalink
Post by Count Brass
...de "Il Giornale"http://www.ilgiornale.it/sondaggio_1a.pic1?PID=72
quello di Repubblica dice esattamente l'opposto, e quello della stampa
e' praticamente diviso in due.. "sondaggi"...
I sondaggi del giornale non hanno alcun senso quando riguardano il
proprio editore.

Ciao ... Dino
Divino
2008-09-18 19:14:11 UTC
Permalink
Post by ginopilotino
Post by Count Brass
quello di Repubblica dice esattamente l'opposto, e quello della
stampa e' praticamente diviso in due.. "sondaggi"...
I sondaggi del giornale non hanno alcun senso quando riguardano il
proprio editore.
...ora c'è anche il Corriere:

http://www.corriere.it/appsSondaggi/pages/corriere/d_3319.jsp?fr=box_primopiano
--
Divino
PALOMBARO: Pesce esperto nell'imbrogliare a carte
Marco&Li
2008-09-19 12:40:39 UTC
Permalink
Sulla scala del pollaio della grande vita nel giorno di nostro signore Allah
il
Post by ginopilotino
Post by Count Brass
...de "Il Giornale"http://www.ilgiornale.it/sondaggio_1a.pic1?PID=72
quello di Repubblica dice esattamente l'opposto, e quello della stampa
e' praticamente diviso in due.. "sondaggi"...
I sondaggi del giornale non hanno alcun senso quando riguardano il
proprio editore.
Ciao ... Dino
un bel casino visto che è orami tutto suo...
anche il secolo decimonono sta capitolando sotto un entacolo di una
fantomatica finanziaria col nome che dice tutto..piovra
L'Eternauta
2008-09-18 17:20:40 UTC
Permalink
Il 18 Set 2008, 17:42, Paco <***@free.it> ha scritto:

No guardi, non ho tempo per rispondere ai sondaggi.
Sono di fretta, ho la SUV in doppia fila e non vorrei mai che qualcuno
cercasse di sverginarmela
Arrivederci e tante cose buone






--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
K®54 (in decadenza totale, dreaming the 54)
2008-09-18 17:57:27 UTC
Permalink
X-No-Archive: Yes
Post by Paco
...de "Il Giornale"
http://www.ilgiornale.it/sondaggio_1a.pic1?PID=72
io sono per alibrianza
--
imho, bye, thanks, by K®54 [since'97]
chi vusa puse la vaca le sua, www.deca.canaglia.it
8tto
2008-09-18 20:31:06 UTC
Permalink
Post by K®54 (in decadenza totale, dreaming the 54)
io sono per alibrianza
Loading Image...
sir. ArturConanDoyle
2008-09-19 06:23:28 UTC
Permalink
Post by Paco
...de "Il Giornale"
http://www.ilgiornale.it/sondaggio_1a.pic1?PID=72
Dico che hano rotto i C. con questo tira e molla.

Tutti a casa.
!
Continua a leggere su narkive:
Loading...