Discussione:
Posta certificata...
(troppo vecchio per rispondere)
Caedar
2010-04-26 13:18:08 UTC
Permalink
Leggendo questo articolo mi è venuto un dubbio.

http://surl.it/vc2L

Non è che se tutti avranno la posta certificata e questa avrà valore
legale per le relazioni con la pubblica amministrazione, poi avremo
anche la sorpresa che le multe arrivano lì e il discorso del termine se
ne va a quel paese?

In pratica nessuno che ha una cartella PEC potrà più essere
irreperibile per la PA.

Ma mi chiedo... se uno poi la PEC non la consulta, non si ritorna ad
una consegna incerta come quella della cassetta della posta ordinaria
che ciascuno ha a casa propria???

Un po' è OT, ma visto che potrebbe riguardare le multe... rientra in
extremis...
ss
2010-04-26 13:29:10 UTC
Permalink
Post by Caedar
Ma mi chiedo... se uno poi la PEC non la consulta, non si ritorna ad
una consegna incerta come quella della cassetta della posta ordinaria che
ciascuno ha a casa propria???
la pec prevede la ricevuta di ritorno come le raccomandate, se non la
consulti non arriva la ricevuta di ritorno semplice ...
e ovviamente ha valore legale come la raccomandata

il problema casomai è come verranno gestite, dare 50.000 pec è un conto
(te lo fare anch'io se lo stato sovvenziona), farle utilizzare da comuni e
istituzioni è un altro discorso, devi mettere in piedi una bella struttura
organizzativa dietro la pec, e ovviamente devi farlo con lo stesso
personale strastiracchiato (i numeri sempre quelli sono) e stra-istruito
(dato che gli vengono assegnati 7000 compiti diversi e alla fine manco 1
cosa riescono a fare bene)


esempio lampante la pec della banca d'italia esiste già da qualche anno,
mai provato a mandare qualcosa? io si alla fine ho dovuto lo stesso
prendere il telefono e perdere tempo in chiamate e la risposta è stata che
manco la leggono!!!! ridicoli (e se non la legge la banca figurati il
comune ....)
AndryAtWork
2010-04-26 14:16:30 UTC
Permalink
Povero piccolo 'ss',
durante il cambio pannolino sul fasciatoio di 'it.discussioni.auto',
mentre i bambini dell'Asilo Infantile di Bofhland ti tiravano le treccine,
Post by ss
la pec prevede la ricevuta di ritorno come le raccomandate, se non la
consulti non arriva la ricevuta di ritorno semplice ...
ma anche no, la ricevuta e' immediata e parte da quando il tuo server
prende in carico la mail.
--
Post by ss
suvvia trova la tua strada nel labirinto, alla fine c'e' un premio, ma
occhio ai bottoni rossi, quelli danno "la scossa"
Attento che te ci trovi il minotauro....
al massimo il minus habens...
ss
2010-04-26 14:41:49 UTC
Permalink
Post by AndryAtWork
Post by ss
la pec prevede la ricevuta di ritorno come le raccomandate, se non la
consulti non arriva la ricevuta di ritorno semplice ...
ma anche no, la ricevuta e' immediata e parte da quando il tuo server
prende in carico la mail.
quella è la ricevuta di consegna del mesaggio al server destinatario (come
per una raccomadnata spedita dall'ufficio del paese A all'uffico del paese
B), lui invece chiedeva in merito alla LETTURA effettiva del messaggio,
che funziona sempre allo stesso modo con la conferma di lettura solo
che, con la pec, è certificata anche questa (richiesta di conferma
lettura e invio di un msg di conferma lettura)
tale e quale alla ricevuta di ritorno di una raccomandata

"È importante sottolineare che si possono continuare ad usare le conferme di
lettura in unione con la PEC: anche per queste verrano restituite le
ricevute di
consegna con validità legale."
AndryAtWork
2010-04-26 15:28:06 UTC
Permalink
ss
2010-04-27 19:16:14 UTC
Permalink
Post by ss
quella è la ricevuta di consegna del mesaggio al server destinatario (come
[cut]
Post by ss
consegna con validità legale."
quello che fa fede e' la ricevuta di consegna, come con la raccomandata.
fa fede per la consegna al server non per la lettura , come per la
raccomandata ti basta la ricevuta di spedizione col codice come conferma di
avvenuta consegna

ma questo in alcuni casi non basta : la ricevuta di ritorno AR della
raccomandata è un'altra cosa e attesta con tanto di firma che il
destinatario l'ha vista e l'ha presa in carico (poi se la brucia son fatti
suoi, è una sua inadempienza ricevere documenti dal valore legale
confermare di averli ricevuti e poi non leggerli)
da quel momento in poi tu hai laprova che lui ne è a conoscenza

e questo sulla pec si traduce con la conferma di lettura (certificata come
gli altri msg),
quando ottieni la ricevuta di conferma di lettura certificata tu sai che il
destinatario è ha conoscenza del msg (poi se lo cestina o lo ignora vale
quanto detto prima....) e questo msg ha valore legale
se te (in senso lato) non la leggi, sono affari tuoi, e' come ritirare
una raccomandata e lasciarla chiusa in un cassetto.
certo se mando una raccomandat senza AR o un pec senza conferma di lettura
io avrò in mano solo l'avvenuta spedizione e consegna del msg ma non la
ricevuta che attesta che tu l'hai vista e presa in carico
e questa è indispensabile per alcune notifiche (x altre no basta sapere che
è arrivata e basta)


"È importante sottolineare che si possono continuare ad usare le conferme di
lettura in unione con la PEC: anche per queste verrano restituite le
ricevute di
consegna con validità legale."
fabfabri
2010-04-26 13:31:23 UTC
Permalink
Leggendo questo articolo mi venuto un dubbio.
http://surl.it/vc2L
Non che se tutti avranno la posta certificata e questa avr valore
legale per le relazioni con la pubblica amministrazione, poi avremo
anche la sorpresa che le multe arrivano l e il discorso del termine se
ne va a quel paese?
In pratica nessuno che ha una cartella PEC potr pi essere
irreperibile per la PA.
Ma mi chiedo... se uno poi la PEC non la consulta, non si ritorna ad
una consegna incerta come quella della cassetta della posta ordinaria
che ciascuno ha a casa propria???
Un po' OT, ma visto che potrebbe riguardare le multe... rientra in
extremis...
ciao
la garanzia della pec è data dalla comunicazione fra il/i provider di
posta (mittente e ricevente): in buona sostanza l'inviante pippo dice
che ha inviato il giorno alle ore a tizio ed il ricevente dice che
tizio ha ricevuto il giorno alle ore un messaggio da pippo... nè piu'
ne meno di una ricevuta di un fax.
Ora se tu non guardi la tua mail, è un po' come dire che non apri la
tua cassetta della posta.....il postino il lavoro lo ha fatto, sei tu
che te ne sei disinteressato.
E' altrettanto vero che non sono in molti a comunicare la propria
casella di mail!
Ciao
Dumah Brazorf
2010-04-26 13:46:38 UTC
Permalink
Post by Caedar
Non è che se tutti avranno la posta certificata e questa avrà valore
legale per le relazioni con la pubblica amministrazione, poi avremo
anche la sorpresa che le multe arrivano lì e il discorso del termine se
ne va a quel paese?
Ma mi chiedo... se uno poi la PEC non la consulta, non si ritorna ad
una consegna incerta come quella della cassetta della posta ordinaria
che ciascuno ha a casa propria???
Come tu devi firmare al postino la ricezione della raccomandata per le
mail c'è un messaggio di avvenuta ricezione che parte quando la mail
viene aperta.
Tuttavia ne passerà di tempo prima che si passi totalmente all'uso
della mail. Potrebbero però fare la furbata di mandarti un avviso via
mail antecedente l'invio della raccomandata in modo da far valere la
data della ricezione della mail per rientrare nei termini.



--

Dumah Brazorf [27, 90, BS]
Civic EJ9 '96
AndryAtWork
2010-04-26 14:18:11 UTC
Permalink
Povero piccolo 'Dumah Brazorf',
durante il cambio pannolino sul fasciatoio di 'it.discussioni.auto',
mentre i bambini dell'Asilo Infantile di Bofhland ti tiravano le treccine,
Post by Dumah Brazorf
Come tu devi firmare al postino la ricezione della raccomandata per le
mail c'è un messaggio di avvenuta ricezione che parte quando la mail
viene aperta.
no, il messaggio parte quando il server ricevente mette la mail nella
tua cassetta, poi che tu la legga o no non conta nulla.
--
Euclì, nel tuo caso XNA non dovrebbe essere un'opzione, ma un obbligo.
Sei imbarazzante.
Dumah Brazorf
2010-04-26 14:43:12 UTC
Permalink
On Mon, 26 Apr 2010 16:18:11 +0200, AndryAtWork
Post by AndryAtWork
no, il messaggio parte quando il server ricevente mette la mail nella
tua cassetta, poi che tu la legga o no non conta nulla.
E' una modifica introdotta con la PEC? Perchè altrimenti parte solo
quando la apri/visualizzi l'anteprima. Attualmente per le mail
normalei puoi rifiutarti di inviare il messaggio di avvenuta
ricezione.



--

Dumah Brazorf [27, 90, BS]
Civic EJ9 '96
AndryAtWork
2010-04-26 15:26:35 UTC
Permalink
Povero piccolo 'Dumah Brazorf',
durante il cambio pannolino sul fasciatoio di 'it.discussioni.auto',
mentre i bambini dell'Asilo Infantile di Bofhland ti tiravano le treccine,
Post by Dumah Brazorf
E' una modifica introdotta con la PEC? Perchè altrimenti parte solo
quando la apri/visualizzi l'anteprima. Attualmente per le mail
normalei puoi rifiutarti di inviare il messaggio di avvenuta
ricezione.
E' una modifica in senso lato, lo standard che si sono inventati e'
questo: io mando mail a te, il mio server mi manda una ricevuta in cui
c'e' scritto che l'ha presa in carico, poi me ne manda un'altra dove
c'e' scritta che l'ha consegnata al tuo server.

Quello che intendi te, e' un accrocchio utilizzato da Microsoft, che
pero' non ha nessun valore, infatti puoi scegliere di non inviarlo.
--
Post by Dumah Brazorf
suvvia trova la tua strada nel labirinto, alla fine c'e' un premio, ma
occhio ai bottoni rossi, quelli danno "la scossa"
Attento che te ci trovi il minotauro....
al massimo il minus habens...
ss
2010-04-26 15:25:04 UTC
Permalink
Post by AndryAtWork
Post by Dumah Brazorf
Come tu devi firmare al postino la ricezione della raccomandata per le
mail c'è un messaggio di avvenuta ricezione che parte quando la mail
viene aperta.
no, il messaggio parte quando il server ricevente mette la mail nella
tua cassetta,
parte il messaggio di avvenuta consegna non il messaggio di conferma
lettura
ed è della lettura che si stava parlando vedi primo post
Post by AndryAtWork
poi che tu la legga o no non conta nulla.
certo che conta dato che in molti casi è fondametale anche la conferma
dell'avvenuta lettura (inivata anch'essa con pec) senza la quale sarebbe
come una raccomandata di cui hai in mano solo la ricevuta di invio (e
tracciatura) ma non la ricevuta di ritorno firmata dal destinatario
Denetor
2010-04-26 16:06:26 UTC
Permalink
Post by ss
certo che conta dato che in molti casi è fondametale anche la conferma
dell'avvenuta lettura (inivata anch'essa con pec) senza la quale sarebbe
no, non conta nulla se la leggi o meno
Post by ss
come una raccomandata di cui hai in mano solo la ricevuta di invio (e
tracciatura) ma non la ricevuta di ritorno firmata dal destinatario
il postino aspetta forse che leggi la raccomandata prima di farti
firmare la ricevuta? la ricevuta attesta l'avvenuta consegna nella tua
casella di posta, sia essa fisica che elettronica certificata.

sani
--
Denetor
Caedar
2010-04-26 16:09:03 UTC
Permalink
il postino aspetta forse che leggi la raccomandata prima di farti firmare la
ricevuta? la ricevuta attesta l'avvenuta consegna nella tua casella di posta,
sia essa fisica che elettronica certificata.
Qui sta l'inghippo. Mi notificano un atto giudiziario, una multa o
qualsiasi altra cosa e io, anche se non apro la PEC per mille mila
ragioni mi trovo nella situazione che partono i termini per un ricorso
ecc. Mi pare illogico.

Non credo di essere tra quelli che muoiono dalla voglia di correre a
prendermi la PEC e di farmi censire dallo Stato... :/
Denetor
2010-04-26 16:24:03 UTC
Permalink
Post by Caedar
Qui sta l'inghippo. Mi notificano un atto giudiziario, una multa o
qualsiasi altra cosa e io, anche se non apro la PEC per mille mila
ragioni mi trovo nella situazione che partono i termini per un ricorso
ecc. Mi pare illogico.
si può discutere se sia logico o meno, tieni conto che se è possibile
configurarla in modo che giri la posta ricevuta alla tua casella usuale,
ti eviti di doverla consultare (che non è poi questa grande fatica
aggiungere un account in più al client di posta dai :-) )
Post by Caedar
Non credo di essere tra quelli che muoiono dalla voglia di correre a
prendermi la PEC e di farmi censire dallo Stato... :/
penso che siano in pochi :-)
ma è un passo che va fatto, non possiamo usare sempre la carta per ogni
cosa e poi perdere ore per andare in posta

sani
--
Denetor
Caedar
2010-04-26 18:46:08 UTC
Permalink
(che non è poi questa grande fatica aggiungere un
account in più al client di posta dai :-) )
Non lo è proprio. Anzi finirei per mandarla su gmail come il resto
della posta, dove i miei filtri provvedono ai salvataggi e alla
gestione della posta...
penso che siano in pochi :-)
ma è un passo che va fatto, non possiamo usare sempre la carta per ogni cosa
e poi perdere ore per andare in posta
Hai ragione. Io sono uno di quelli che quando c'è la possibilità di
"smaterializzare" qualcosa lo fa per primo. Mi occupo di quello nella
mia scuola e abbiamo fatto passi da gigante un po' in tutte le
direzioni, dalla didattica con una piattaforma elearning alla gestione
delle pratiche della segreteria, all'informatizzazione di molti
adempimenti periodici.

Questa PEC quasi regalata, ma molto pervasiva mi ha fatto un po'
scattare la fobia da grande fratello orweliano...
Cinghiale
2010-04-26 19:03:19 UTC
Permalink
Questa PEC quasi regalata, ma molto pervasiva mi ha fatto un po' scattare
la fobia da grande fratello orweliano...
Io vendo la pec ma non ho una mia casella. Perché la stragrande maggioranza
delle persone, delle società e degli enti pubblici non ha la più pallida
idea di come si usi e a cosa serva. Tant'è che a quasi ogni cliente mi tocca
fare un minicorso.
--
Cinghiale (37, 110+21, RM)
marcinkus
2010-04-26 19:06:22 UTC
Permalink
Post by Cinghiale
Io vendo la pec ma non ho una mia casella. Perché la stragrande
maggioranza delle persone, delle società e degli enti pubblici non ha la
più pallida idea di come si usi e a cosa serva. Tant'è che a quasi ogni
cliente mi tocca fare un minicorso.
Ma poi la cosa straordinaria è che sia necessaria questa PEC quando
basterebbe un account di posta normale come in tutto il resto del mondo.

M.
Cinghiale
2010-04-26 19:12:19 UTC
Permalink
Post by marcinkus
Ma poi la cosa straordinaria è che sia necessaria questa PEC quando
basterebbe un account di posta normale come in tutto il resto del mondo.
Come funzioni nel resto del mondo non ho la fortuna di saperlo, però pensare
che quando invio una pec parte un carnevale di tempo macchina e di traffico
in rete che basterebbe per inviare 5 email normali, mi fa un po' sorridere.
--
Cinghiale (37, 110+21, RM)
ss
2010-04-27 18:00:39 UTC
Permalink
Post by Caedar
il postino aspetta forse che leggi la raccomandata prima di farti firmare la
ricevuta? la ricevuta attesta l'avvenuta consegna nella tua casella di
posta, sia essa fisica che elettronica certificata.
Qui sta l'inghippo. Mi notificano un atto giudiziario, una multa o
qualsiasi altra cosa e io, anche se non apro la PEC per mille mila ragioni
mi trovo nella situazione che partono i termini per un ricorso ecc. Mi
pare illogico.
come già detto le notifiche che lo necessitano andranno abbinate alla
classica conferma di lettura (certificata)

"È importante sottolineare che si possono continuare ad usare le conferme di
lettura in unione con la PEC: anche per queste verrano restituite le
ricevute di
consegna con validità legale."
Post by Caedar
Non credo di essere tra quelli che muoiono dalla voglia di correre a
prendermi la PEC e di farmi censire dallo Stato... :/
se è per quello sei già censito in mille altri modi e non ti poni nemmeno il
problema, casomai la questione è che l'utilità attuale della pec a livello
statale è pari a ZERO, come avere la benzina ma non le auto e la strada ahah

ma se ci pensi quando (e se) andrà in funzione permetterà di risparimiare
tempo e denaro senza fare la coda in posta e pagare 4 euro per spedire ogni
singola raccomandata .....
Caedar
2010-04-27 20:20:05 UTC
Permalink
Post by ss
ma se ci pensi quando (e se) andrà in funzione permetterà di risparimiare
tempo e denaro senza fare la coda in posta e pagare 4 euro per spedire ogni
singola raccomandata .....
Ogni cosa che ho avuto gestita da posteitaliane è stata una solenne
fregatura:
- bancoposta online, comodo sèì, ma ogni cosa costava un euro...
- postamat (e gli sportelli dove sono???)
- postepay, comoda ma con limiti assurdi, sia di spesa che di ricarica.

Se la PEC la gestiscono le poste come minimo è farragginosa,
malfunzionante, costosa e dalla accessibilità/usabilità indecente.

L'unica cosa peggio è la mail del MIUR per gli insegnanti...
Cinghiale
2010-04-27 20:46:46 UTC
Permalink
Post by Caedar
Se la PEC la gestiscono le poste come minimo è farragginosa,
malfunzionante, costosa e dalla accessibilità/usabilità indecente.
Esistono altri gestori di PEC, oltre a Poste Italiane: alcuni riservati, ad
esempio all'ordine professionale dei Notai; altri liberi ed accessibili a
tutti, come ad esempio ArubaPec (che ok, lavora come Aruba tradizionale,
ossia sui numeri e non sulla qualità del servizio, però comunque non sei
costretto ad usare Poste Italiane).
Oppure puoi avere una pec con INPS, anche se mi pare di capire che possa
scambiare messaggi solo con altri indirizzi della Pubblica Amministrazione.
--
Cinghiale (37, 110+21, RM)
Caedar
2010-04-28 05:49:28 UTC
Permalink
Post by Cinghiale
Esistono altri gestori di PEC, oltre a Poste Italiane: alcuni riservati, ad
esempio all'ordine professionale dei Notai; altri liberi ed accessibili a
tutti, come ad esempio ArubaPec (che ok, lavora come Aruba tradizionale,
ossia sui numeri e non sulla qualità del servizio, però comunque non sei
costretto ad usare Poste Italiane).
Oppure puoi avere una pec con INPS, anche se mi pare di capire che possa
scambiare messaggi solo con altri indirizzi della Pubblica Amministrazione.
Ho tre domini su aruba, posso comprarmi la PEC in qualsiasi momento.

In punto del discorso è la spimnta alla PEC data dal governo che,
guarda caso, opererà con posteitaliane....

Non ho citato le poste così per caso.

Avere la PEC del governo vorrà dire essere schedato, averla personale
non sempre abiliterà a tutti i servizi che stanno pubblicizzando in
questi giorni per le relazioni con la PA. Questo si evince dai diversi
commenti/spiegazioni che sto leggendo sulla PEC che in governo sta
promuovendo.
AndryAtWork
2010-04-27 20:28:36 UTC
Permalink
Povero piccolo 'ss',
durante il cambio pannolino sul fasciatoio di 'it.discussioni.auto',
mentre i bambini dell'Asilo Infantile di Bofhland ti tiravano le treccine,
Post by ss
come già detto le notifiche che lo necessitano andranno abbinate alla
classica conferma di lettura (certificata)
il problema in questo caso, e' che la conferma di lettura non e' uno
standard.
--
Mi Pumba es tu Pumba!!!
Dumah Brazorf
2010-04-26 17:07:13 UTC
Permalink
On Mon, 26 Apr 2010 18:06:26 +0200, Denetor
Post by Denetor
no, non conta nulla se la leggi o meno
il postino aspetta forse che leggi la raccomandata prima di farti
firmare la ricevuta? la ricevuta attesta l'avvenuta consegna nella tua
casella di posta, sia essa fisica che elettronica certificata.
Continuo a non essere daccordo. Il fatto che la mail sia nella mia
casella sul server del mio gestore non può essere equiparato all'aver
ricevuto una raccomandata. Se ricevo la raccomandata io so di averla
ricevuta, ho firmato, e se non la leggo sono affari miei mentre finchè
non vado a vedere nella casella di posta elettronica non saprò mai che
ho ricevuto la mail come se il postino avesse imbucato sotto casa una
normale lettera.
Se invece avete il portiere rincoglionito o la madre sbadata che
firmano e poi si perdono la raccomandata sono razzi vostri!
Tuttavia occorre assicurare che io eviti di leggere la mail di
proposito così da far decorrere i termini; al mio primo accesso
dall'arrivo della mail sul server io non posso più dire di non sapere
che la mail ci sia, un po' come se il postino non trovandomi abbia
lasciato il cedolino per andare a ritirare la raccomandata in posta.
Se qualcuno si fotte il cedolino razzi vostri again!



--

Dumah Brazorf [27, 90, BS]
Civic EJ9 '96
Sparrow®
2010-04-26 17:29:29 UTC
Permalink
Post by Dumah Brazorf
Il fatto che la mail sia nella mia
casella sul server del mio gestore non può essere equiparato all'aver
ricevuto una raccomandata.
Ma lo e'.
M_C
2010-04-26 18:23:37 UTC
Permalink
Post by Dumah Brazorf
Continuo a non essere daccordo. Il fatto che la mail sia nella mia
casella sul server del mio gestore non puᅵ essere equiparato all'aver
ricevuto una raccomandata
puoi liberamente non essere d'accordo ma la racc.ta Ú partita & notificata,
piaccia o meno.
nel preciso istante in cui attivi la casella di posta certificata Ú un tuo
problema controllare se c'Ú qualcosa ... la P.A. manda qualcosa a
quell'indirizzo ed Ú notificato anche se tu sei tra i monti dell'himalaya
:o)
ovviamente per rendere legale il tutto c'Ú un supporto legislativo ... per
quanto mi riguarda, aspetterò ad attivare quanto più Ú possibile e solo
se obbligato. tra l'altro a casa dove risulto domiciliato/residente non ho
né telefono né collegamento internet. saluti, davide

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
AndryAtWork
2010-04-26 20:48:30 UTC
Permalink
Povero piccolo 'Dumah Brazorf',
durante il cambio pannolino sul fasciatoio di 'it.discussioni.auto',
mentre i bambini dell'Asilo Infantile di Bofhland ti tiravano le treccine,
Post by Dumah Brazorf
Continuo a non essere daccordo. Il fatto che la mail sia nella mia
[cut]
Post by Dumah Brazorf
Se qualcuno si fotte il cedolino razzi vostri again!
scusa la franchezza, non è per attaccarti, ma il fatto che tu sia
daccordo o no, non conta nulla.

il sistema si basa sul fatto che:

1 hai una casella pec, quindi accetti che la consegna di una mail
certificata in quella casella equivale ad una raccomandata di cui tu hai
firmato la ricevuta di consegna.

2 la presa in consegna è certificata

3 la consegna alla tua casella è certificata

il resto sono chiacchiere da bar e null'altro.
--
Post by Dumah Brazorf
suvvia trova la tua strada nel labirinto, alla fine c'e' un premio, ma
occhio ai bottoni rossi, quelli danno "la scossa"
Attento che te ci trovi il minotauro....
al massimo il minus habens...
Dumah Brazorf
2010-04-27 07:56:09 UTC
Permalink
On Mon, 26 Apr 2010 22:48:30 +0200, AndryAtWork
Post by AndryAtWork
scusa la franchezza, non è per attaccarti, ma il fatto che tu sia
daccordo o no, non conta nulla.
Su questo siamo daccordo.



--

Dumah Brazorf [27, 90, BS]
Civic EJ9 '96
AndryAtWork
2010-04-27 08:43:54 UTC
Permalink
Povero piccolo 'Dumah Brazorf',
durante il cambio pannolino sul fasciatoio di 'it.discussioni.auto',
mentre i bambini dell'Asilo Infantile di Bofhland ti tiravano le treccine,
Post by Dumah Brazorf
Post by AndryAtWork
scusa la franchezza, non è per attaccarti, ma il fatto che tu sia
daccordo o no, non conta nulla.
Su questo siamo daccordo.
;)

poi sul fatto che sia un sistema a ca..o, fatto all'italiana, siamo
perfettamente daccordo.
--
Post by Dumah Brazorf
Post by AndryAtWork
scendere non e' un verbo transitivo
...come no? ... "scendi il cane che lo piscio" ...
No, si dice "scendi il cane agguinzagliato, che lo piscio"
Fritz
2010-04-28 15:46:32 UTC
Permalink
Post by AndryAtWork
scusa la franchezza, non è per attaccarti, ma il fatto che tu sia
daccordo o no, non conta nulla.
Da suddito mica può pretendere di far valere la sua opinione, no.
Post by AndryAtWork
1 hai una casella pec, quindi accetti che la consegna di una mail
certificata in quella casella equivale ad una raccomandata di cui tu hai
firmato la ricevuta di consegna.
Non hai, ti viene imposta mi par di capire.
Post by AndryAtWork
2 la presa in consegna è certificata
Utilità nulla.
Post by AndryAtWork
3 la consegna alla tua casella è certificata
il resto sono chiacchiere da bar e null'altro.
Allora domani potrebbero inventare che le ricevute di ritorno delle
raccomandate le può firmare il postino dopo averti imbucato la
raccomanda, poi se non controlli la tua casella sono fatti tuoi, alla
fine è il funzionamento di questa PEC.

Ciao

Fritz
ss
2010-04-27 17:06:46 UTC
Permalink
Post by Denetor
Post by ss
certo che conta dato che in molti casi è fondametale anche la conferma
dell'avvenuta lettura (inivata anch'essa con pec) senza la quale
sarebbe
no, non conta nulla se la leggi o meno
Post by ss
come una raccomandata di cui hai in mano solo la ricevuta di invio (e
tracciatura) ma non la ricevuta di ritorno firmata dal destinatario
il postino aspetta forse che leggi la raccomandata prima di farti firmare
la ricevuta?
si può benissimo guardare di cosa si tratta senza aprirla e non firmare
assolutamente nulla
cosa che ho fatt o più di una volta
Post by Denetor
la ricevuta attesta l'avvenuta consegna nella tua casella di posta, sia
essa fisica che elettronica certificata.
ti ripeto di nuovo stai parlando della ricevuta di CONSEGNA
qui invece l'untene chiedeva in merito alla LETTURA
per la quale si usa la classica conferma di lettura che in questo caso è
certificata (è così difficile da capire?)


"È importante sottolineare che si possono continuare ad usare le conferme di
lettura in unione con la PEC: anche per queste verrano restituite le
ricevute di
consegna con validità legale."
Denetor
2010-04-28 09:10:10 UTC
Permalink
Post by ss
si può benissimo guardare di cosa si tratta senza aprirla e non firmare
assolutamente nulla
ecco, questo è un giochetto che non si potrà più fare con la PEC. non
mi pare questo male dai
Post by ss
Post by Denetor
la ricevuta attesta l'avvenuta consegna nella tua casella di posta, sia
essa fisica che elettronica certificata.
ti ripeto di nuovo stai parlando della ricevuta di CONSEGNA
certo che parlo di consegna, alla legge basta questo per decidere che
l'hai ricevuta. Come per le raccomandate.
Post by ss
qui invece l'untene chiedeva in merito alla LETTURA
infatti ripeto che si può discutere se sia sensato o meno avere conferma
anche della lettura del messaggio, non della sola consegna.
E il mio parere personale è che dal momento che in una raccomandata è
sufficiente la consegna, non vedo perchè per la posta elettronica la
legge dovrebbe essere diversa.

Se poi vuoi anche la certezza del contenuto (visto che in una
raccomandata hai la sola certezza che il ricevente ha ricevuto da te una
busta) puoi firmare digitalmente il messaggio, ed è qui un plus della
PEC quando abbinata alla firma digitale, ma questo è un altro argomento.

sani
--
Denetor
Denetor
2010-04-28 09:28:13 UTC
Permalink
Post by Denetor
infatti ripeto che si può discutere se sia sensato o meno avere conferma
anche della lettura del messaggio, non della sola consegna.
E il mio parere personale è che dal momento che in una raccomandata è
sufficiente la consegna, non vedo perchè per la posta elettronica la
legge dovrebbe essere diversa.
integro, anche se stiamo dicendo quasi la stessa cosa, solo tu
preferiresti che si tenesse conto anche della lettura (non è un'idea
scema, solo continuo a non condividerla, altrimenti dovremmo averla
anche nelle raccomandate reali):

http://www.cnipa.gov.it/site/_files/FAQ%20%20PEC%202.0_.pdf

(da pag. 1 e 2)


Che differenza c’è tra la raccomandata con ricevuta di ritorno ed il
servizio di PEC
(dal punto di vista legale, economico, di tempo e praticità del servizio)?
Il servizio di PEC consente di effettuare l’invio di documenti
informatici avendo la garanzia
di "certificazione" dell’invio e dell’avvenuta (o mancata) consegna. Il
servizio ha, pertanto,
tutti i requisiti della raccomandata con A/R cui si aggiungono notevoli
vantaggi sia in
termini di tempo che di costi.

In che modo si ha la certezza della consegna di un messaggio di PEC?
Nel momento in cui l’utente invia il messaggio, riceve, da parte del
proprio Gestore di PEC,
una ricevuta di accettazione con relativa attestazione temporale. Tale
ricevuta costituisce
prova legale dell’avvenuta spedizione del messaggio. Allo stesso modo,
quando il
messaggio perviene nella casella del destinatario, il suo gestore di PEC
invia al mittente la
ricevuta di avvenuta (o mancata) consegna, con l’indicazione di data ed
orario, a prescindere
dalla visualizzazione del messaggio da parte del destinatario.

La PEC certifica la lettura del messaggio da parte del destinatario?
No, la certificazione è relativa ai soli eventi di invio del messaggio e
di consegna dello
stesso nella casella di PEC del destinatario.


sani
--
Denetor
M_C
2010-04-26 13:49:56 UTC
Permalink
Post by Caedar
Non è che se tutti avranno la posta certificata e
questa avrà valore legale per le relazioni con la pubblica
amministrazione ...
pubblica amministrazione in genere, quindi qualunque comunicazione
& notifica della P.A. al cittadino. la notifica della multa ci
rientra in toto ... poi se uno legge o meno cavoli suoi, la
notifica risultera' essere secondo legge.

io l'ho capita cosi' ... ovviamente potrei aver capito niente :o)

casomai io vedo un altro problema. vista la poca o nulla sicurezza
in rete, che succede se l'haker mi cracka la psw e comunica con la
P.A. ?? detto altrimenti, l'onere della sicurezza viene scaricato
sul cittadino e che si strozzi pure :o/

saluti, davide
--
Postato da Virgilio Newsgroup: lo usi da web ma con le funzioni del newsreader http://newsgroup.virgilio.it
Gerarchie it, italia, it-alt, tin, it.binari. Unico!
AP
2010-04-26 15:02:41 UTC
Permalink
Post by Caedar
Non è che se tutti avranno la posta certificata e questa avrà valore
legale per le relazioni con la pubblica amministrazione, poi avremo
anche la sorpresa che le multe arrivano lì e il discorso del termine se
ne va a quel paese?
si, l'idea e' quella di sostituire le raccomandate.

D'altra parte anche adesso puoi non ritirare una raccomandata, ma non e'
che cosi' riesci a scapolare le multe.
ss
2010-04-26 15:17:00 UTC
Permalink
Post by AP
D'altra parte anche adesso puoi non ritirare una raccomandata, ma non e'
che cosi' riesci a scapolare le multe.
dipdende ... certo non rifiutandola
AndryAtWork
2010-04-26 15:29:41 UTC
Permalink
ss
2010-04-27 17:09:50 UTC
Permalink
Post by ss
dipdende ... certo non rifiutandola
dipende che?
dipedende dal motivo x cui non è stata consegnata
ripeto non basta certo rifiutanrla
Se non la ritiri la raccomandata risulta, dopo tot tempo, lo stesso
consegnata.
ma assolutamente no, dipdende dal motivo della mancata consegna

esempio non risulta consegnata ma resa al mittente se il destinatario
sconosciuto all'indirizzo indicato (basta un accento mancate....)
BFS
2010-04-26 16:27:35 UTC
Permalink
Post by Caedar
Leggendo questo articolo mi è venuto un dubbio.
http://surl.it/vc2L
Non è che se tutti avranno la posta certificata e questa avrà valore
legale per le relazioni con la pubblica amministrazione, poi avremo
anche la sorpresa che le multe arrivano lì e il discorso del termine se
ne va a quel paese?
In pratica nessuno che ha una cartella PEC potrà più essere irreperibile
per la PA.
Ma mi chiedo... se uno poi la PEC non la consulta, non si ritorna ad una
consegna incerta come quella della cassetta della posta ordinaria che
ciascuno ha a casa propria???
Un po' è OT, ma visto che potrebbe riguardare le multe... rientra in
extremis...
una mail da posta certificata a posta certificata da la prova certa che
ti è stata recapitata la mail...

poi se tu la mail non la leggi sono problemi tuoi.
E' l'identica situazione della raccomandata cartacea con la ricevuta di
ritorno...chi te la manda ha la prova certa che tu l'hai ricevuta...se
poi tu la butti nel tritafogli senza neppure aprirla sono affari tuoi.

ciao
BFS
Fritz
2010-04-28 15:48:56 UTC
Permalink
Post by BFS
una mail da posta certificata a posta certificata da la prova certa che
ti è stata recapitata la mail...
poi se tu la mail non la leggi sono problemi tuoi.
E' l'identica situazione della raccomandata cartacea con la ricevuta di
ritorno...chi te la manda ha la prova certa che tu l'hai ricevuta...se
poi tu la butti nel tritafogli senza neppure aprirla sono affari tuoi.
Come fa ad essere la stessa cosa? La raccomandata se hai firmato la RR
cel'hai in mano, la PEC quando viene mandata la ricevuta è sul tuo
server di posta, ti pare la stessa cosa?

Ciao

Fritz

felice_pago
2010-04-27 08:52:05 UTC
Permalink
Post by Caedar
Leggendo questo articolo mi è venuto un dubbio.
http://surl.it/vc2L
Non è che se tutti avranno la posta certificata e questa avrà valore
legale per le relazioni con la pubblica amministrazione, poi avremo
anche la sorpresa che le multe arrivano lì e il discorso del termine se
ne va a quel paese?
In pratica nessuno che ha una cartella PEC potrà più essere
irreperibile per la PA.
Ma mi chiedo... se uno poi la PEC non la consulta, non si ritorna ad
una consegna incerta come quella della cassetta della posta ordinaria
che ciascuno ha a casa propria???
Un po' è OT, ma visto che potrebbe riguardare le multe... rientra in
extremis...
poi rriva echitalia e ti sequestra tutto,
per una mail non letta o cestinata troppo in fretta


felice&pago

sono li per restarci a vita,
e lasciare l'eredita' ai loro figli
.
Continua a leggere su narkive:
Loading...