Discussione:
Siete avvisati
(troppo vecchio per rispondere)
Roberto Deboni DMIsr
2021-07-15 14:03:06 UTC
Permalink
Pensate allegramento di acquistare un diesel ? Attenzione
a cosa hanno deciso ieri:

<https://www.euronews.com/2021/07/14/carbon-tax-alternative-fuels-brussels-unveils-drastic-measures-to-slash-emissions-by-2030>

"As part of a raft of new legislation, unveiled on Wednesday,
passenger cars – which are responsible for around 12% of total EU
emissions of carbon dioxide (CO2) – that run on fossil fuels like
petrol and diesel will be completely phased out by 2035."

E visto che le carote non paiono convincere tanti, si
passa al bastone:

"Free emitting permits for air carriers will disappear after 2026
and a tax on kerosene will be gradually introduced."

Se iniziano ad attaccare i settori privilegiati (le linee aeree
non hanno mai pagato tasse sul kerosene), cosa ci aspetta
alla pompa del distributore ?
Shylock
2021-07-15 15:47:32 UTC
Permalink
Il giorno giovedì 15 luglio 2021 alle 18:03:10 UTC+4 Roberto Deboni DMIsr ha scritto:
[…]
Post by Roberto Deboni DMIsr
Se iniziano ad attaccare i settori privilegiati (le linee aeree
non hanno mai pagato tasse sul kerosene), cosa ci aspetta
alla pompa del distributore ?
Se rendono la benzina troppo cara per andare a lavorare o il trasporto merci, l'alternativa non e' l'auto elettrica, ma un barcone per l'albania (rigorosamente diesel).
James T.Kirk
2021-07-15 19:55:47 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Pensate allegramento di acquistare un diesel ? Attenzione
Beh, non posso lamentarmi: ho ancora almeno nove anni ;-)
Roberto Deboni DMIsr
2021-07-16 00:39:46 UTC
Permalink
Post by James T.Kirk
Post by Roberto Deboni DMIsr
Pensate allegramento di acquistare un diesel ? Attenzione
Beh, non posso lamentarmi: ho ancora almeno nove anni ;-)
Non mi pare di intendere che le misure saranno applicate di
colpo, ma sara' un lenta tortura fino allo sfinimento della
maggior parte dei culturi del diesel.
Shylock
2021-07-16 03:16:40 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by James T.Kirk
Post by Roberto Deboni DMIsr
Pensate allegramento di acquistare un diesel ? Attenzione
Beh, non posso lamentarmi: ho ancora almeno nove anni ;-)
Non mi pare di intendere che le misure saranno applicate di
colpo, ma sara' un lenta tortura fino allo sfinimento della
maggior parte dei culturi del diesel.
E ti piace eh Deboni? Ad una certa eta', col pisello in disfacimento, sono questi i piaceri della vita :D
Roberto Deboni DMIsr
2021-07-16 10:50:43 UTC
Permalink
Post by Shylock
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by James T.Kirk
Post by Roberto Deboni DMIsr
Pensate allegramento di acquistare un diesel ? Attenzione
Beh, non posso lamentarmi: ho ancora almeno nove anni ;-)
Non mi pare di intendere che le misure saranno applicate di
colpo, ma sara' un lenta tortura fino allo sfinimento della
maggior parte dei culturi del diesel.
E ti piace eh Deboni? Ad una certa eta', col pisello in disfacimento,
sono questi i piaceri della vita :D
La descrizione non e' la mia, ma di lei che si sta guardando allo
specchio, ovvero lei che applica il suo metro culturale sulla
mia persona, immaginando cioe' che io ragioni come lei.
Dr. Ogekuri
2021-07-16 11:10:11 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
La descrizione non e' la mia, ma di lei che si sta guardando allo
specchio, ovvero lei che applica il suo metro culturale sulla
mia persona, immaginando cioe' che io ragioni come lei.
magari, non romperesti tanto i maroni coi tuoi inutili sbrodoloni...
Roberto Deboni DMIsr
2021-07-16 12:44:26 UTC
Permalink
Post by Dr. Ogekuri
Post by Roberto Deboni DMIsr
La descrizione non e' la mia, ma di lei che si sta guardando allo
specchio, ovvero lei che applica il suo metro culturale sulla
mia persona, immaginando cioe' che io ragioni come lei.
magari, non romperesti tanto i maroni coi tuoi inutili sbrodoloni...
Dice che mi comporto come Shylock ? Dovro' dedicarmi ad
un momento di autocritica ...
Shylock
2021-07-16 13:45:26 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Shylock
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by James T.Kirk
Post by Roberto Deboni DMIsr
Pensate allegramento di acquistare un diesel ? Attenzione
Beh, non posso lamentarmi: ho ancora almeno nove anni ;-)
Non mi pare di intendere che le misure saranno applicate di
colpo, ma sara' un lenta tortura fino allo sfinimento della
maggior parte dei culturi del diesel.
E ti piace eh Deboni? Ad una certa eta', col pisello in disfacimento,
sono questi i piaceri della vita :D
La descrizione non e' la mia, ma di lei che si sta guardando allo
specchio, ovvero lei che
Quello che sogna "lenta tortura fino allo sfinimento" sei tu. Prenditi la responsabilita' di quel che scrivi.
Roberto Deboni DMIsr
2021-07-16 00:38:24 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Se iniziano ad attaccare i settori privilegiati (le linee aeree
non hanno mai pagato tasse sul kerosene), cosa ci aspetta
alla pompa del distributore ?
sto ancora aspettando SCANIA elettrici
Come questi ?

<https://press.siemens.com/global/en/feature/ehighway-solutions-electrified-road-freight-transport>

In Svezia ...

<https://press.siemens.com/global/en/pressrelease/worlds-first-ehighway-opens-sweden>

In Germania ...

<https://www.dw.com/en/germany-tests-first-ehighway-autobahn/a-48632817>

In Italia ...

<https://www.greencarcongress.com/2018/09/20180920-italy.html>

anzi, visto che e' "Italia", diamolo pure in italiano:

<https://www.fleetime.it/breaking-news/ehighway-of-the-future/>

"Prima due chilometri in Svezia, vicino a Gävle, poi dieci in Germania,
nei pressi di Francoforte, e adesso anche sei in Italia. La BreBeMi è
destinata a diventare la prima “autostrada elettrica” del Belpaese. La
potranno usare i “filotir”, cioè i veicoli industriali equipaggiati con
specifici pantografi -tipo filobus – per viaggiare in modalità ibrida."

Sono autocarri con al massimo tipo 100 km di autonomia, giusto il
percorso andata e ritorno dal casello autostradale al magazzino
dove scaricare la merce.
e capire quante tonnellate di batterie servono per fare i milioni
di km che compiono cadauno ogni anno
100 kW·h ?
ovviamente tutti fermi all'autogrill con PdM ma tanto ci sono
3 colonnine per ogni autogrill, problema risolto
Come vede, se lei spera di nascondersi dietro ai camionisti, e'
rimasto allo scoperto.
sandro
2021-07-16 07:07:06 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Roberto Deboni DMIsr
Se iniziano ad attaccare i settori privilegiati (le linee aeree
non hanno mai pagato tasse sul kerosene), cosa ci aspetta
alla pompa del distributore ?
sto ancora aspettando SCANIA elettrici
Come questi ?
<https://press.siemens.com/global/en/feature/ehighway-solutions-electrified-road-freight-transport>
In Svezia ...
<https://press.siemens.com/global/en/pressrelease/worlds-first-ehighway-opens-sweden>
In Germania ...
<https://www.dw.com/en/germany-tests-first-ehighway-autobahn/a-48632817>
In Italia ...
<https://www.greencarcongress.com/2018/09/20180920-italy.html>
<https://www.fleetime.it/breaking-news/ehighway-of-the-future/>
"Prima due chilometri in Svezia, vicino a Gävle, poi dieci in Germania,
 nei pressi di Francoforte, e adesso anche sei in Italia. La BreBeMi è
 destinata a diventare la prima “autostrada elettrica” del Belpaese. La
 potranno usare i “filotir”, cioè i veicoli industriali equipaggiati con
 specifici pantografi -tipo filobus – per viaggiare in modalità ibrida."
Sono autocarri con al massimo tipo 100 km di autonomia, giusto il
percorso andata e ritorno dal casello autostradale al magazzino
dove scaricare la merce.
e capire quante tonnellate di batterie servono per fare i milioni
di km che compiono cadauno ogni anno
100 kW·h ?
ovviamente tutti fermi all'autogrill con PdM ma tanto ci sono
3 colonnine per ogni autogrill, problema risolto
Come vede, se lei spera di nascondersi dietro ai camionisti, e'
rimasto allo scoperto.
E comunque il "filobus" l'abbiamo inventato noi almeno un secolo fa,
altro che Svezia o Germania. In quanto a trazione elettrica in generale,
abbiamo insegnato al mondo cos'e' un treno.
Poi, visto che siamo "un paese di poeti di artisti di eroi...", e che
oltre al genio individuale di pochi c'e' il popolino, e abbiamo deciso
di fargli guerra, al mondo...



sandro
Roberto Deboni DMIsr
2021-07-16 11:19:51 UTC
Permalink
Post by sandro
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Roberto Deboni DMIsr
Se iniziano ad attaccare i settori privilegiati (le linee aeree
non hanno mai pagato tasse sul kerosene), cosa ci aspetta
alla pompa del distributore ?
sto ancora aspettando SCANIA elettrici
Come questi ?
<https://press.siemens.com/global/en/feature/ehighway-solutions-electrified-road-freight-transport>
In Svezia ...
<https://press.siemens.com/global/en/pressrelease/worlds-first-ehighway-opens-sweden>
In Germania ...
<https://www.dw.com/en/germany-tests-first-ehighway-autobahn/a-48632817>
In Italia ...
<https://www.greencarcongress.com/2018/09/20180920-italy.html>
<https://www.fleetime.it/breaking-news/ehighway-of-the-future/>
"Prima due chilometri in Svezia, vicino a Gävle, poi dieci in Germania,
  nei pressi di Francoforte, e adesso anche sei in Italia. La BreBeMi è
  destinata a diventare la prima “autostrada elettrica” del Belpaese. La
  potranno usare i “filotir”, cioè i veicoli industriali equipaggiati con
  specifici pantografi -tipo filobus – per viaggiare in modalità ibrida."
Sono autocarri con al massimo tipo 100 km di autonomia, giusto il
percorso andata e ritorno dal casello autostradale al magazzino
dove scaricare la merce.
e capire quante tonnellate di batterie servono per fare i milioni
di km che compiono cadauno ogni anno
100 kW·h ?
ovviamente tutti fermi all'autogrill con PdM ma tanto ci sono
3 colonnine per ogni autogrill, problema risolto
Come vede, se lei spera di nascondersi dietro ai camionisti, e'
rimasto allo scoperto.
E comunque il "filobus" l'abbiamo inventato noi
"noi" chi ?
Post by sandro
almeno un secolo fa,
Questi non sono filobus, ma filocarri, ed e' vero che l'abbiamo
inventato, durante la guerra, e anche nell'immediato dopoguerra,
avendo tanto idroelettrico e poca benzina (di necessita abbiamo
fatto virtu'):

<https://it.wikipedia.org/wiki/Filovia_dello_Stelvio>

E riguardo al filobus, negli anni '60 molte citta' settentrionali
avevano un rete filoviaria provinciale che copriva quasi tutta la
provincia.

Ma essere "i primi" non serve a nulla, se poi si cancella tutto.
Anzi e' peggio, se lo si perde per essere diventati dei "venduti".

E se lei guarda meglio, c'e' stata una certa evoluzione
tecnologica (il sistema e' stato pensato perche' il filocarro
possa prendere contatto con la catenarioa in velocita', senza
complicate operazioni di aggancio, e possi togliersi da sotto
in modo fluido.

Insomma, tutto quello che vuole, ma prima di questi filocarri,
In Italia non c'e' piu' stato un filocarro operativo dagli
anni '60, mentre in altre parti del mondo hanno continuato
ad operare. "Essere i primi ad abbandonare": questo e' il
primato italiano storico.
Post by sandro
altro che Svezia o Germania.
E Italia settentrionale.

Alla fine non conta cosa si dice, ma cosa si fa. Dall'Italia sono
arrivati tanti inventori e persone con un idea, ma poi quando si
tratta di agire, devono andarsene all'estero, perche' l'Italia e'
un paese in cui tanti preferiscono il "facile vantarsi della
propria parentela o appartenenza" piuttosto che l'azione coerente
con le corrispondenti invenzioni e idee. Insomma, un paese di
"parolai".

Vuole l'ultimo esempio: tale Carlo Rubbia, che seppure non e'
l'inventore dell'uso dei sali fusi nel solare termodinamico (anche
se l'ignorante stampa nazionale insiste), e' certamente, e lo
stato anche quando in Italia, per qualche miracolo, ha avuto in
mano le rendini, un forte propugnatore del solare termodinamico
avanzato ad alta temperatura (che richiede sali fusi).

E' stato cacciato, e' stato accolto a braccia aperte dalla Spagna,
ed oggi la Spagna possiede piu' di un terzo dell'installato
solare termodinamico mondiale (totale mondiale operativo 6'000 MW)
stracciando anche gli Stati Uniti, che eppure per venti anni e'
stato il paese con praticamente la totalita' della capacita'
solare mondiale (350 MW).
Post by sandro
In quanto a trazione elettrica in generale,
abbiamo insegnato al mondo cos'e' un treno.
Cosa diamine c'entra ? Ma quando questo intervento e' diventato
una discussione su chi e' arrivato prima ? Ho citato tre
sperimentazioni, nominando tre paesi, tra cui l'Italia.
Non trovo mie parole che abbiano messo in cattiva luce l'Italia
(prima di questo intervento provocato proprio da lei),
anzi sono soddisfatto che una realta' dell'Italia settentrionale
stia sperimentando la *NUOVA* tecnologia. E ho scritto
deliberatamente "realta'", perche' solo una cultura di stampo
fascista puo' ragionare in termini di appartenenze, ovvero,
allargando l'esperienza di una AEM milanese a "simbolo" dell'intera
Italia, quando invece sappiamo benissimo, e prima di tutto lei,
che in quei anni, nel resto d'Italia ci sono stati tanti
detrattori, che poi l'hanno vinta. Meglio stendere un velo
pietoso sui nazionalismi di stampo provincialotto-fascista.
Post by sandro
Poi, visto che siamo "un paese di poeti di artisti di eroi...", e che
oltre al genio individuale di pochi c'e' il popolino, e abbiamo deciso
di fargli guerra, al mondo...
? (siamo partiti per la tangente ?)
Roberto Deboni DMIsr
2021-07-16 12:43:23 UTC
Permalink
8>< ----
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by sandro
Post by Roberto Deboni DMIsr
Come vede, se lei spera di nascondersi dietro ai camionisti, e'
rimasto allo scoperto.
E comunque il "filobus" l'abbiamo inventato noi
"noi" chi ?
Post by sandro
almeno un secolo fa,
Questi non sono filobus, ma filocarri, ed e' vero che l'abbiamo
inventato, durante la guerra, e anche nell'immediato dopoguerra,
avendo tanto idroelettrico e poca benzina (di necessita abbiamo
<https://it.wikipedia.org/wiki/Filovia_dello_Stelvio>
Ecco, e' riuscito a farmi fare la figura del provincialotto.
Ho presunto, senza fare ricerche, infettandomi con la forma
sbagliata di orgoglio nazionale (quello cioe' delle "apparenze",
ma con la sostanza dei carriarmati di cartone di memoria
fascista).

Il filocarro NON E' STATO INVENTATO in Italia. Punto.

I primi filocarri pare siano stati fatti circolare in Svizzera,
tra il 1918 e il 1922, durante la costruzione della diga
del lago Wohlen, costruiti dalla:

<https://en.wikipedia.org/wiki/Tribelhorn>

La storia:

<https://www.wohlen-be.ch/de/gemeinde/portrait/projekt-wohlensee.php>

<https://web.archive.org/web/20210124100455/https://www.wohlen-be.ch/de/gemeinde/portrait/projekt-wohlensee.php>

"geleislose elektrische Bahn"

la chiamarono "ferrovia elettrica senza binari".

Ecco la pagina della wikipedia in tedesco:

<https://de.wikipedia.org/wiki/Gleislose_Bahn_G%C3%BCmmenen%E2%80%93M%C3%BChleberg>

e l'immagine della catenaria sulla strada:

<Loading Image...>

in servizio dal 1 dicembre 1918 al 1 ottobre 1922, tensione
dei cavi 500 volt.

Notare che il primo filobus pare sia apparso in Svizzera nel 1912:

<https://de.wikipedia.org/wiki/Trolleybus_Freiburg%E2%80%93Farvagny>

Che figura da chiodi mi ha fatto fare ...

8>< ----
sandro
2021-07-17 09:39:22 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by sandro
Post by Roberto Deboni DMIsr
Il giorno giovedì 15 luglio 2021 alle 16:03:10 UTC+2 Roberto Deboni
Post by Roberto Deboni DMIsr
Se iniziano ad attaccare i settori privilegiati (le linee aeree
non hanno mai pagato tasse sul kerosene), cosa ci aspetta
alla pompa del distributore ?
sto ancora aspettando SCANIA elettrici
Come questi ?
<https://press.siemens.com/global/en/feature/ehighway-solutions-electrified-road-freight-transport>
In Svezia ...
<https://press.siemens.com/global/en/pressrelease/worlds-first-ehighway-opens-sweden>
In Germania ...
<https://www.dw.com/en/germany-tests-first-ehighway-autobahn/a-48632817>
In Italia ...
<https://www.greencarcongress.com/2018/09/20180920-italy.html>
<https://www.fleetime.it/breaking-news/ehighway-of-the-future/>
"Prima due chilometri in Svezia, vicino a Gävle, poi dieci in Germania,
  nei pressi di Francoforte, e adesso anche sei in Italia. La BreBeMi è
  destinata a diventare la prima “autostrada elettrica” del Belpaese. La
  potranno usare i “filotir”, cioè i veicoli industriali equipaggiati con
  specifici pantografi -tipo filobus – per viaggiare in modalità ibrida."
Sono autocarri con al massimo tipo 100 km di autonomia, giusto il
percorso andata e ritorno dal casello autostradale al magazzino
dove scaricare la merce.
e capire quante tonnellate di batterie servono per fare i milioni
di km che compiono cadauno ogni anno
100 kW·h ?
ovviamente tutti fermi all'autogrill con PdM ma tanto ci sono
3 colonnine per ogni autogrill, problema risolto
Come vede, se lei spera di nascondersi dietro ai camionisti, e'
rimasto allo scoperto.
E comunque il "filobus" l'abbiamo inventato noi
"noi" chi ?
Post by sandro
almeno un secolo fa,
Questi non sono filobus, ma filocarri, ed e' vero che l'abbiamo
inventato, durante la guerra, e anche nell'immediato dopoguerra,
avendo tanto idroelettrico e poca benzina (di necessita abbiamo
<https://it.wikipedia.org/wiki/Filovia_dello_Stelvio>
E riguardo al filobus, negli anni '60 molte citta' settentrionali
avevano un rete filoviaria provinciale che copriva quasi tutta la
provincia.
Ma essere "i primi" non serve a nulla, se poi si cancella tutto.
Anzi e' peggio, se lo si perde per essere diventati dei "venduti".
E' quel che ho scritto.

Siamo nel paese dove c'e' una rilevante presenza di menti geniali, i cui
prodotti dell'ingegno vengono puntualmente mortificati dalle menti
manageriali.
Con la complicita' silente del popolo bue, questo va sottolineato,
perche' le menti manageriali agiscono su preciso mandato.



sandro
Simone "NINJA"
2021-07-16 07:07:12 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Come vede, se lei spera di nascondersi dietro ai camionisti, e'
rimasto allo scoperto.
deboni, in italia non abbiamo soldi per asfaltare le strade piene di buche o di fare la regolare manutenzione ai ponti che crollano e mettiamo insieme una struttura del genere?

poi sti camion una volta che escono dall'autostrada come la prendono la corrente? se gli facciamo fare la fine dei treni, che si utilizzino i treni che l'infrastruttura c'è già e sarebbe pure meglio
M C
2021-07-16 07:29:21 UTC
Permalink
Post by Simone "NINJA"
poi sti camion una volta che escono dall'autostrada come la prendono la corrente? se gli facciamo fare la fine dei treni, che si utilizzino i treni che l'infrastruttura c'è già e sarebbe pure meglio
niente trasporti, ognuno consuma localmente quanto produce ... dai che torniamo all'epoca dei Comuni e delle Signorie :)

e comunque anche con un uso massivo del trasporto ferroviario la consegna allo scalo merci per la sped.ne e poi la distribuzione anche in un raggio di decine di km richiede l'autocarro, tanti che saranno medio-piccoli.

IMO, a bruxelles hanno preso il mercato pessimi tagliatori che rifilano robaccia ;P
Beppe
2021-07-16 07:54:08 UTC
Permalink
Post by Simone "NINJA"
Post by Roberto Deboni DMIsr
Come vede, se lei spera di nascondersi dietro ai camionisti, e'
rimasto allo scoperto.
deboni, in italia non abbiamo soldi per asfaltare le strade piene di buche o di fare la regolare manutenzione ai ponti che crollano e mettiamo insieme una struttura del genere?
Ebbene si: sulla Bre-Be-Mi sta partendo un progetto di ricarica
wirelless sulla corsia di destra per tutti i tipi di veicoli:
auto/furgoni e camion.
Post by Simone "NINJA"
poi sti camion una volta che escono dall'autostrada come la prendono la corrente? se gli facciamo fare la fine dei treni, che si utilizzino i treni che l'infrastruttura c'è già e sarebbe pure meglio
Sono ibridi: quando escono dall'autostrada possono o andare a gasolio o
se il tratto è breve con le loro batterie.
Roberto Deboni DMIsr
2021-07-16 12:29:20 UTC
Permalink
8>< ----
Post by Beppe
Post by Simone "NINJA"
poi sti camion una volta che escono dall'autostrada come la prendono
la corrente? se gli facciamo fare la fine dei treni, che si utilizzino
i treni che l'infrastruttura c'è già e sarebbe pure meglio
Sono ibridi: quando escono dall'autostrada possono o andare a gasolio
Ha ragione, mi sono dimenticato degli ibridi. Dato che l'obiettivo
e' ridurre le emissioni di CO2, anche avere l'autocarro diesel che
per l'80% del suo percorso non usi gasolio sarebbe un successo.
Shylock
2021-07-16 14:25:45 UTC
Permalink
Post by Beppe
Post by Simone "NINJA"
Post by Roberto Deboni DMIsr
Come vede, se lei spera di nascondersi dietro ai camionisti, e'
rimasto allo scoperto.
deboni, in italia non abbiamo soldi per asfaltare le strade piene di buche o di fare la regolare manutenzione ai ponti che crollano e mettiamo insieme una struttura del genere?
Ebbene si: sulla Bre-Be-Mi sta partendo un progetto di ricarica
wirelless sulla corsia di destra per tutti i tipi di veicoli
Mi sembra in linea con la missione e la tradizione della Bre-Be-Mi:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/05/15/brebemi-questo-e-il-decimo-anno-su-dieci-chiuso-in-passivo-resta-solo-una-cosa-da-fare/6198707/
Beppe
2021-07-16 14:33:08 UTC
Permalink
Post by Shylock
Post by Beppe
Post by Simone "NINJA"
Post by Roberto Deboni DMIsr
Come vede, se lei spera di nascondersi dietro ai camionisti, e'
rimasto allo scoperto.
deboni, in italia non abbiamo soldi per asfaltare le strade piene di buche o di fare la regolare manutenzione ai ponti che crollano e mettiamo insieme una struttura del genere?
Ebbene si: sulla Bre-Be-Mi sta partendo un progetto di ricarica
wirelless sulla corsia di destra per tutti i tipi di veicoli
https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/05/15/brebemi-questo-e-il-decimo-anno-su-dieci-chiuso-in-passivo-resta-solo-una-cosa-da-fare/6198707/
Articolo meraviglioso per faziosità che termina con:


"Per evitare il fallimento, la società ha ottenuto un finanziamento di
320 milioni da Stato e Regione, un allungamento della concessione di 5
anni (da 20 a 25 anni), e la possibilità di realizzare il collegamento
con l’A4 a Castegnato (60 milioni di spesa e 30 ettari di suolo agricolo
consumato oltre ai 990 ettari già utilizzati per l’autostrada)."

Figa i collegamenti con le altre autostrade andavano fatti subito, prima
di aprirla e non a 10 anni.
Dall'A21 bis (quella che da Montichiari ti dovrebbe portare all'inizio
della BreBeMi) ci son 2 buchi: il raccordo all'A4 a Brescia Est che ti
costringe a uscire e fa 3 km di statale congestioanta e poi altri 4-5 km
di statale di merda prima che inizi la Bre Be Mi.
Questo significa averla isolata fin da subito, rendendole la vita
inutilmente difficile.
Shylock
2021-07-16 14:43:16 UTC
Permalink
Post by Beppe
Post by Shylock
Post by Beppe
Post by Simone "NINJA"
Post by Roberto Deboni DMIsr
Come vede, se lei spera di nascondersi dietro ai camionisti, e'
rimasto allo scoperto.
deboni, in italia non abbiamo soldi per asfaltare le strade piene di buche o di fare la regolare manutenzione ai ponti che crollano e mettiamo insieme una struttura del genere?
Ebbene si: sulla Bre-Be-Mi sta partendo un progetto di ricarica
wirelless sulla corsia di destra per tutti i tipi di veicoli
https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/05/15/brebemi-questo-e-il-decimo-anno-su-dieci-chiuso-in-passivo-resta-solo-una-cosa-da-fare/6198707/
Articolo meraviglioso per faziosità che
Sono 10 anni che non pareggia un bilancio:

[ ] si'

[ ] no

Il resto sono problemi politici vostri. Io sono all'antica; una cosa o sta impiedi o no.
Roberto Deboni DMIsr
2021-07-16 12:27:18 UTC
Permalink
Post by Simone "NINJA"
Post by Roberto Deboni DMIsr
Come vede, se lei spera di nascondersi dietro ai camionisti, e'
rimasto allo scoperto.
deboni, in italia
In "italia" ?
Post by Simone "NINJA"
non abbiamo soldi per asfaltare le strade piene di buche
Dove vivo le strade sono asfaltate, seppure non con tempestivita' di un
paese ricco come lo eravamo prima della salita al potere degli eredi
del PCI.
Post by Simone "NINJA"
o di fare la regolare manutenzione ai ponti che crollano
Vero. Ma che c'entra ?
Post by Simone "NINJA"
e mettiamo insieme una struttura del genere?
Eppure, una struttura ancora piu' complessa continua a funzionare
da mezzo secolo:

<Loading Image...>

<Loading Image...>
Post by Simone "NINJA"
poi sti camion una volta che escono dall'autostrada come la prendono
la corrente?
Secondo lei il capoverso che lei ha cancellato:

"Sono autocarri con al massimo tipo 100 km di autonomia, giusto
il percorso andata e ritorno dal casello autostradale al magazzino
dove scaricare la merce."

cosa volevano intendere ? Ho anche scritto "100 kW·h"

Va beh, lo spiego: questi filocarri sono muniti di una capacita'
intorno ai 100 kW·h di batterie. Ora ci e' arrivato ?
Post by Simone "NINJA"
se gli facciamo fare la fine dei treni,
Quale "fine dei treni" ?
Non sono telepatico, sputi fuori il suo pensiero.
Post by Simone "NINJA"
che si utilizzino i treni
che l'infrastruttura c'è già e sarebbe pure meglio
Che ignorante: la rete ferroviaria italiana e' assolutamente
insufficiente. Non e' un caso che oggi oltre 4/5 del trasporto
merci in Italia e' su gomma. Ebbene, per quale dannata ragione
non vuole che elettrifichiamo quei 4/5 del trasporto su gomma ?
E lo facciamo con il minimo di cambiamento, perche' cosi'
salviamo il mondo dei trasportatori, piccoli e grandi, dato
che nulla vieta che possano acquistare "filocarri", ma mano
che ricambiano il parco veicoli, se in futuro la rete
autostradale italiana fosse muniti di catenaria.
Insomma, perche' vuole difendere cosi' i consumi di gasolio e
la costruzione di motori diesel ?
Chi e' lei ?

Non e' sicuramente un amico della VAG. Ecco una presentazione
VAG sul tema:

<https://ec.europa.eu/jrc/sites/jrcsh/files/20201028_eu-hgv-workshop_sue_public.pdf>

Pagina 5:

• 1/5 of the German CO 2 emissions are from traffic.
• 1/3 of the CO 2 traffic emissions are from road transport.
• However, the impact of heavy duty trucks despite their small number is
enormous (see below)!

Temo che i rapporti citati valgano anche per l'Italia, anzi
forse anche di piu' considerando le maggiori distanza da
percorrere dalla Calabria al Brennero.

Un piccolo numero di veicoli ha un impatto enorme (>70%) in termini di
emissioni di CO2: vale quindi la pena di elettrificare, se non
ci sono soluzioni migliori (il concorrente diretto e' quello
dei carburanti sintetici prodotti da fonti rinnovabili).
Certi politici vorrebbero decidere a priori (lei e' della stessa
idea ?) ma altrove pensano che deve essere il libero mercato
a scegliere la soluzione economicamente e industrialmente piu'
conveniente.

A pagina 6 il grafico evidenzia i "colpevoli": trattrici (4x2,
cioe' 2 ruote sterzanti e 4 ruote motrici in asse) per
carichi di oltre 16 tonnellate.

A pagina 7 abbiamo la giustificazione per elettrificare *solo* le
autostrade (quindi senza riempire di cavi le strade ordinarie):
"nei viaggi lunghi, la percorrenza e' principalmente autostradale"

A pagina 8 dei numeri. Per un autocarro elettrico ci vorrebbero
1,5 kW·h di batteria per ogni km, quindi si andrebbe su batterie
fino a 1200 kW·h, che sono delle bestie pesanti, oltre che costose.
L'alternativa dell'idrogeno e' che servono 50-80 kg di idrogeno,
che oggi e' costoso e richiede spazio per l'immagazzinamento.

L'alternativa ?

"Less truck weight and cost because of a small battery only
for gaps in the infrastructure"

"small battery" in italiano significa "piccola batteria", che ho
quantificato intorno ai 100 kW·h (che va confrontato con i 1200 kW·h
del caso "elettrico puro a batterie").

Pagina 9: la tecnologia e' collaudata e molti materiali sono gia'
disponibili da scaffale (prodotti industrialmente).

Nelle pagine seguenti spiegano come pensano di farlo gradualmente
mentre la rete di eHighway si espande, passando dagli ibridi fino
al finale del filocarro con batteria "piccola".

A pagina 15 indicano in circa 13'000 km la rete autostradale
da elettrificare, che e' molto minore della rete totale (siamo
verso i 500'000 km totali). La convergenza naturale (o forzata
dai divieti dei piccoli centri alla circolazione dei TIR)
dell'autotrasporto sulle autostrade rende l'eHighway altamente
efficiente, perche' la catenaria viene installata dove viene
sfruttata al massimo con il minimo di investimento (almeno dieci
volte meno se invece si volesse coprire anche le statali).

A pagina 16 il confronto tra diverse opzioni, che mostra come
volendo (i politici) scegliere UNA SOLA (quella che il governante
di turno ama di piu') ponga problemi di implementazione che
invece si riducono se si fa spazio a tutte insieme, lasciando
che il libero mercato decida, caso per caso, cosa e' meglio o
preferito.

A pagina 17 si evidenzia anche che la eHighway non richiede una
massiccia modifica dei veicoli, ma solo di un parte ragionevole.
Quindi massima efficienza dell'investimento: solo i veicoli
interessati saranno modificati.

A pagina 18 viene dato il link di uno studio dei maggiori centri
di ricerca tedeschi:

<https://www.oeko.de/fileadmin/oekodoc/Climate-friendly-road-freight-transport.pdf>

a pagina 10:

"Electric drives have the crucial advantage of low operating costs
for trucks"

Il vantaggio cruciale dei bassi costi operativi per gli autocarri.
Le celle a combustibile e i carburanti sintetici arrivano +0,6 €/km
di maggiore costo TCO rispetto ai veicoli diesel.
La eHighway invece potrebbe anche portare a risparmi fino a -0,2 €/km
rispetto al diesel, al peggio, si ha un maggiore costo di +0,1 €/km.

a pagina 19 del pdf VAG:

"Overhead contact line trucks are the most cost effective
carbon-neutral solution for German long-haul road freight"

a pagina 20 si evidenzia che funziona *oggi*
Valerio Vanni
2021-07-16 14:14:32 UTC
Permalink
On Fri, 16 Jul 2021 14:27:18 +0200, Roberto Deboni DMIsr
Post by Roberto Deboni DMIsr
A pagina 7 abbiamo la giustificazione per elettrificare *solo* le
Farlo sulle strade ordinarie sarebbe un'impresa titanica.
Il pantografo ha un'altezza minima di lavoro?
--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
sandro
2021-07-17 09:41:39 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Simone "NINJA"
Post by Roberto Deboni DMIsr
Come vede, se lei spera di nascondersi dietro ai camionisti, e'
rimasto allo scoperto.
deboni, in italia
In "italia" ?
Post by Simone "NINJA"
non abbiamo soldi per asfaltare le strade piene di buche
Dove vivo le strade sono asfaltate, seppure non con tempestivita' di un
paese ricco come lo eravamo prima della salita al potere degli eredi
del PCI.
AHAHAH
Eccerto...tutta colpa dei coMMunisti...!



sandro
Roberto Deboni DMIsr
2021-07-17 11:31:37 UTC
Permalink
Post by sandro
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Simone "NINJA"
Post by Roberto Deboni DMIsr
Come vede, se lei spera di nascondersi dietro ai camionisti, e'
rimasto allo scoperto.
deboni, in italia
In "italia" ?
Post by Simone "NINJA"
non abbiamo soldi per asfaltare le strade piene di buche
Dove vivo le strade sono asfaltate, seppure non con tempestivita' di un
paese ricco come lo eravamo prima della salita al potere degli eredi
del PCI.
AHAHAH
Eccerto...tutta colpa dei coMMunisti...!
Gli eredi del PCI non sono comunisti. E il PD dell'ultimo decennio
esprime una ideologia di stampo decisamente fascista.

Ma che diamine: volete decidervi a darmi una definizione di fascismo
che si riferisca al sistema politico e sociale propugnato, dimenticando
la sua funzione di "insulto" o di ricordo nostalgico di chi lo amava ?!

Proviamo con una domanda facile, facile: le dittature americane non
comuniste e il franchismo erano o non erano un sistema fascista ?
sandro
2021-07-18 10:11:44 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by sandro
Post by Roberto Deboni DMIsr
Il giorno venerdì 16 luglio 2021 alle 02:38:39 UTC+2 Roberto Deboni
Post by Roberto Deboni DMIsr
Come vede, se lei spera di nascondersi dietro ai camionisti, e'
rimasto allo scoperto.
deboni, in italia
In "italia" ?
non abbiamo soldi per asfaltare le strade piene di buche
Dove vivo le strade sono asfaltate, seppure non con tempestivita' di un
paese ricco come lo eravamo prima della salita al potere degli eredi
del PCI.
AHAHAH
Eccerto...tutta colpa dei coMMunisti...!
Gli eredi del PCI non sono comunisti. E il PD dell'ultimo decennio
esprime una ideologia di stampo decisamente fascista.
Ma che diamine: volete decidervi a darmi una definizione di fascismo
che si riferisca al sistema politico e sociale propugnato, dimenticando
la sua funzione di "insulto" o di ricordo nostalgico di chi lo amava ?!
Proviamo con una domanda facile, facile: le dittature americane non
comuniste e il franchismo erano o non erano un sistema fascista ?
Ci sara' un motivo per cui dichiarsi fascisti e' tecnicamente un reato,
e dichiararsi americani no...?
Hai o avrai avuto, un parente vissuto all'epoca che t'avra' raccontato
com'era la situazione a inizio 1900, o devo supporre di no...?

Un conto e' una battuta, e un conto e' fare sul serio, e tra la battuta
e il serio ci passano qualche centinaio di milioni di morti fatti con
due guerre e annesse iniziative eugenetiche collaterali, quest'ultime
talmente tanto connesse con le ideologie imperiali, da diventarne poi il
marchio di fabbrica e addirittura far passare in secondo piano i meri
eventi bellici, seppure alla conta dei morti ne abbiano fatti di piu'.

Allora e' fascista anche Amazon, perche' sarebbe chi imponga un suo
"regime" totalitario, che tenda ad "eliminare i nemici", oggi non con
piombo o gas, ma soffocandolo con le moderne armi delle economie globali?

Un conto e' pianificare una strategia economica, che pure lascia il suo
carico di macelleria sociale per concorrenza piu' o meno corretta, ma un
altro conto e' pianificare l'eradicazione di una cultura, di una etnia,
o semplicemente di un modo di vivere. A volte, anche per nessun
tornaconto economico...

Un po' piu' di attenzione alle definizioni.



sandro
M C
2021-07-18 10:28:09 UTC
Permalink
Post by sandro
Ci sara' un motivo per cui dichiarsi fascisti e' tecnicamente un reato,
e dichiararsi americani no...?
il perché è che benito e adolfo hanno perso la guerra. diversamente, winston e charles sarebbero stati appesi per il collo se non imboscati in qualche sperduto angolo di africa, franklin sarebbe finito in un ospizio per vecchi rimbambiti e iosif "suicidato" da qualche parte in siberia.
il problema della "de zan" nemmeno si porrebbe idem gli sbarchi dei clandestini risolvendo la cosa in mare aperto.
per i non-allineati convintamente al regime sarebbe una vitaccia.
giusto un'opinione eh ...
sandro
2021-07-19 11:02:40 UTC
Permalink
Post by M C
Post by sandro
Ci sara' un motivo per cui dichiarsi fascisti e' tecnicamente un
reato, e dichiararsi americani no...?
il perché è che benito e adolfo hanno perso la guerra.
Chiediti il perche' non poteva andare diversamente. Ragionare quindi su
"come fosse andata se..." non ha alcun senso, di conseguenza, non piu'
di quanto ne avrebbe discutere se, in una partita di calcio, al tot
minuto il giocatore tizio avesse passato la palla a caio invece che a
sempronio, sullo sviluppo dell'intera partita.

Rimaniamo sui fatti della Storia, non sulle ipotesi.
Anche perche' la stessa Storia c'ha insegnato che nessun impero di
stampo dittatoriale e' mai durato sufficientemente a lungo, almeno in
epoca moderna.
Qualche colonnello puo' inventarsi la sua piccola reggenza personale, ma
solo se tollerato dai piu' e solo per un tempo limitato. Poi alla fine
un dittatore vulgaris, che di suo e' un alienato e quindi totalmente
irragionevole, fara' una cazzata e togliera' il disturbo da se' o
convinto da altri.



sandro
M C
2021-07-19 12:08:03 UTC
Permalink
Chiediti il perche' non poteva andare diversamente ...
è andata come doveva andare, succede quando ci si crede invincibili e si vuole strafare.
hai posto una domanda, ti ho dato una possibile risposta non ovviamente LA risposta. fine.
Roberto Deboni DMIsr
2021-07-19 11:36:21 UTC
Permalink
Post by sandro
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by sandro
Post by Roberto Deboni DMIsr
Il giorno venerdì 16 luglio 2021 alle 02:38:39 UTC+2 Roberto Deboni
Post by Roberto Deboni DMIsr
Come vede, se lei spera di nascondersi dietro ai camionisti, e'
rimasto allo scoperto.
deboni, in italia
In "italia" ?
non abbiamo soldi per asfaltare le strade piene di buche
Dove vivo le strade sono asfaltate, seppure non con tempestivita' di un
paese ricco come lo eravamo prima della salita al potere degli eredi
del PCI.
AHAHAH
Eccerto...tutta colpa dei coMMunisti...!
Gli eredi del PCI non sono comunisti. E il PD dell'ultimo decennio
esprime una ideologia di stampo decisamente fascista.
Ma che diamine: volete decidervi a darmi una definizione di fascismo
che si riferisca al sistema politico e sociale propugnato, dimenticando
la sua funzione di "insulto" o di ricordo nostalgico di chi lo amava ?!
Proviamo con una domanda facile, facile: le dittature americane non
comuniste e il franchismo erano o non erano un sistema fascista ?
Ci sara' un motivo per cui dichiarsi fascisti e' tecnicamente un reato,
e dichiararsi americani no...?
Hai o avrai avuto, un parente vissuto all'epoca che t'avra' raccontato
com'era la situazione a inizio 1900, o devo supporre di no...?
Un conto e' una battuta, e un conto e' fare sul serio, e tra la battuta
e il serio ci passano qualche centinaio di milioni di morti fatti con
due guerre e annesse iniziative eugenetiche collaterali, quest'ultime
talmente tanto connesse con le ideologie imperiali, da diventarne poi il
marchio di fabbrica e addirittura far passare in secondo piano i meri
eventi bellici, seppure alla conta dei morti ne abbiano fatti di piu'.
Allora e' fascista anche Amazon, perche' sarebbe chi imponga un suo
"regime" totalitario, che tenda ad "eliminare i nemici", oggi non con
piombo o gas, ma soffocandolo con le moderne armi delle economie globali?
Un conto e' pianificare una strategia economica, che pure lascia il suo
carico di macelleria sociale per concorrenza piu' o meno corretta, ma un
altro conto e' pianificare l'eradicazione di una cultura, di una etnia,
o semplicemente di un modo di vivere. A volte, anche per nessun
tornaconto economico...
Un po' piu' di attenzione alle definizioni.
Ed ecco un splendido esempio di propaganda di stampo fascista
e di dimostrazione di ignoranza polticia. Infatti, un tutto il
lungo messaggio ha evitato di fornire una definizione di fascismo
su cui potremo almeno iniziare a discutere.

Il problema e' che mentre per "negro" oggi si e' trovato il termine
"nero", per "netturbino", quello di "operatore ecologico",
per "disabile", quello di "diversamente abile", etc. ovvero,
per ovviare alla questione insulto, che una cultura intimamente
di stampo fascista ha nel tempo trasformato parole di uso comune
in meri insulti, giornalisti e politici hanno inventato una serie
di parole "politicamente corrette", perche' ovviamente nella vita
di tutti i giorni e in Parlamento occorre "qualificare" quelle
categoria. Ebbene, per l'insulto "fascismo", il giornalismo
nazionale (che ricordo e' pesantemente influenzato dal suo
ordine, potendo espellere qualsiasi giornalista non fascista)
e i politici, si sono ben guardati dal trovare una parola
"politicamente corretta" di quel sistema politico e sociale che
va sotto il nome di "fascismo".

Io affermo che il rigetto dell'intero sistema sociale e politico
italiano di una definizione di "fascismo", fino al rifiuto di
esprimere una terminologia "politicamente corretta" di questo
sistema e' parte di una propaganda controllata per "nascondere"
che oggi l'Italia e' esattamente un sistema politico sociale
fascista.

Per aiutarvi (o fregarvi, se siete propugnatori fascisti), vi
fornisco io il termine politicamente corretto in italiano,
dato che voi italiani siete molto bravi nel distorcere nel
tempo il significato di parole come "democrazia".
Oggi per voi italiani "democrazia" significa semplicemente che
si va a votare, rigettando ormai nell'ultimo ventennio, quel
sottintesi "libertario" che il termine aveva una volta.
Voi giocate su un pedante significato letterale, ovvero,
cancellando duemila anni di evoluzione socio-politica e
quindi rifacendovi alle strutture politiche della citta'
stato greche (che si definivano democrazie), dimenticando o
ignorando invece le sottili distinzioni fatte dai filosofi
del tempo (a partire da un certo "Platone"), calcando invece
la mano su certi altri, come un certo "Socrate", ma solo nella
parte in cui mostra cieca "obbedienza" allo Stato, del resto
nell'inno italiano sussistono nei secoli le seguenti parole
"schiavi di Roma" che va ben oltre ad una mera licenza
poetica, perche' nelle scuole italiane uno dei primi concetti
che si insegnano e' quello della "ubbidienza" mostrata da un
certo Garibaldi, come quello del "sacrificio" della vita di un
certo tamburino sardo.

Insomma, per gli italiani, se si vota, e' democrazia a prescindere,
dimenticando che anche sotto il fascismo si votava.
Quindi oggi, in Italia, "democrazia" significa meramente una
forma di governo ove la gente puo' andare a votare i legislatori
(cosa che si poteva fare anche durante il fascismo, se vi
ricordate). Invece altri principi base della democrazia come
arrivata dalla cultura anglo-sassone, come l'uguaglianza
e l'equita' (quella vera, non a parole, quella per cui il
singolo appartenente alla comunita' ha gli stessi diritti della
intera comunita'), li avete messi in secondo piano.

Ecco il termine "fascismo" = "democrazia gestita", un sistema
politico sociale con libere elezioni, dove tutti possiamo
candidarci e dire la propria, ma dove, una volta concluse le
elezioni, tutto continua in modo da non cambiare mai i motivi,
le politiche e gli obiettivi dello Stato, che nello specifico
sono obiettivi e motivi del modello politico sociale inventato
e propugnato da un tale sig.Mussolini.

La carattteristica principale e identificativa della "democrazia
gestita" e' un costante (direi "cronico") utilizzo di tecniche di
propaganda per prevenire ogni tentativo dell'elettorato di avere
un impatto significativo sulle scelte politiche. Ovviamente, se
siamo vissuti una vita immersi in questa propaganda diventa
molto difficile accorgersi, per alcuni e' mentalmente impossibile.

Pero' una adeguata esposizione a contro-informazione estera (se
volete, a "propaganda" constrastanti), ovvero a informazione
che collide con quella della propaganda nazionale, come anche
conflitti con i propri studi scientifici e tecnici, possono
diventare una cartina di tornasole sulla esistenza di questa
pratica. Nel mio caso tutto e' nato a seguito del mio interesse
sulle tecnologie che sfruttano l'energia atomica, con i primi
contrasti tra cio' che sapevo essere informazione scientifica
e tecnica corretta e reputabile, e quanto diffuso dalla
informazione sulla stampa e dai comunicati governativi, proprio
a seguito della vicenda di Chernobyl. Quella era una bella
domenica, e io sono diligentemente rimasto a casa perche'
era le indicazioni fornite dagli amici del CNR, con cui
collaboravo per la tesi su altri argomenti, misure confermate
il giorno dopo dal governo (mentre buona parte dell'Italia
era andata in "campagna" per godersi la bella giornata).
Mi ci sono voluti alcuni anni per convincermi che qualcosa non
tornava, e maturare la decisione di pesare in futuro con molto
scetticismo quanto proveniva dalla stampa e dal governo nazionale.
E fin qui, credo che milioni di italiani ci sono arrivati (non
e' un popolo di "italioti", anche se gli "italioti" sono in gran
nmero). In questa "evoluzione" ho cominciato a notare come mai
non mi era accorto prima che qualcosa non tornava: l'intero
sistema mediatico e governativo nazionale trasmetteva sostanzialmente
sempre lo stesso messaggio, o in altro modo: "una sola campana".
E quindi mi sono deciso a fare un passo ulteriore: decidere che dovevo
parlare, dovevo esprimere e diffondere con chiarezza le mie informazioni
(scientifiche e tecniche, non "opinioni") di segno opposto.

Ed e' qui che e' accaduto un fatto sorprendente: quando ho iniziato
(all'inizio solo tra amici e in famiglia) ha parlare apertamente
a favore dell'energia nucleare, mi sono sentito emozionalmente in
grande disagio. Era un sentimento assurdo: perche' dire "non e'
vero che Chernobyl e' stata pericolosa per tutta l'Europa, non
e' vero che i livelli diradiazione erano tali per cui e' stato
giusto chiudersi in casa" mi causava una sofferenza, una sensazione
come se fossi "un traditore dello stato" ? Non aveva alcun senso,
eppure, mi sentivo cosi'. Ho realizzato: era l'effetto di una vita
di propaganda (che oggi posso pacatamente definire "fascista", o
se preferite, di "democrazia gestita"). Infatti, la propaganda
opera a livello emozionale, onde vincere ogni razionalita', perche'
lo scopo primo e' fare passare concetti e idee che sono irrazionali,
sostanzialmente sbagliate. Altrimenti non ci sarebbe bisogno di
tattiche da propaganda canaglia (il tipo specifico di propaganda
che usa le tattiche per ottenere ragione avendo torto).
Se il concetto propugnanto e' diffendibile, lo si espone con le
sue argomentazioni. Se il concetto e' "insostenibile" lo si
"immette" con le tattiche della propaganda canaglia.

Da quel momento mi e' stato facile notare di come l'intero sistema
mediatico e di informazione governativo nazionale fosse ferreamente
pilotato su una serie di tabu', il primo dei quali e' "non spiegare
cosa e' un sistema politico sociale fascista". E tanto meno,
spiegare come mai e' cosi' strettamente vicino al comunismo (non
per nulla si dice che comunismo e fascismo sono due facce della
stessa medaglia). Nel tempo ecco alcuni degli evidenti tabu':

* politica del partito radicale (anche se sfondato varie
volte dalla tattiche mediatiche del sig.Marco Pannella,
era evidente come dai "contenitori televisivi" e
giornalistici piu' popolari, erano totalmente esclusa ogni
menzione del messaggio politico, trasmettando, al massimo
una informazione di dileggio sui rappresentanti ("pagliacci")

* usi pacifici dell'energia nucleare (che e' in grado di elencare
interventi e posizioni favorevoli all'energia nucleare, non
solo per citazione di qualche propugnatore, ma anche di
divulgazione di cio' che e' "buono" delle centrali nucleari e
controdivulgazione delle tesi di Greenpeace e Verdi, in un
sano contradditorio, e questo nel giro degli ultimi 30 anni ?)

* tecnologia solare termodinamica (questo e' un tabu' iniziato
gia' negli stessi anni di Chernobyl, ma diventato particolarmente
virulento a partire dal 2005). Il tabu' sul solare termodinamico
e' particolarmente interessante, perche' ad esso nessuno
potrebbe applicare le paure, le isterie, di una tecnologia
potente come quella della energia atomica. Eppure e' stato
cosi' efficace che ancora oggi trovo un alta percentuale di
colleghi e tecnici dell'energia che considerano la tecnologia
priva di rilevanza pratica. Convincimento rafforzato da una
completa ignoranza dei tentativi di costruire un gruppo di
grosse centrali solare termodinamiche da parte di svariate
realta' industriali nazionali ed estere, tra cui troviamo anche
il compianto Vittorio Merloni, il "patron" di Indesit.
In tutti questi anni c'e' stato un solo "contenitore" RAI in
cui se ne' parlato: una puntata di Report della sig.ra Gabanelli
"I fossilizzati" (e ho il sospetto che sia una delle ragione
della cacciata della sig.ra Gabanelli, perche' se c'e' una
"censura" non e' tollerabile il giornalista che la rompe.
Tra la stampa, c'e' stata qualche modesto intervento a favore,
tra cui anche il Sole 24 Ore, ma molto blando e sicuramente non
sufficiente a cambiare il risultato del tabu'.

A proposito, gli italiani hanno anche inventato un termine per
questo tipo di "censura organizzata" a livello globale:
"conventio ad excludendum". Il termine era nato per spiegare
come si era tenuto fuori il PCI, nonostante il numero di voti,
per decenni da ogni governo italiano. Ma si applica
splendidamente anche a spiegare come funziona la propaganda
nazionale, senza che sia necessario uno specifico Ministero
della Informazione con tanto di controllo censorio diretto.
E' questa e' una delle invenzioni piu' abili del sistema
politico sociale fascista: creare un "consenso" a livello
della intera comunita' di cio' che si dice e non si dice.

Sicuramente, chi e' esperto di altre branche (la mia e'
ovviamente di ingegneria, di energetica, elettricita', etc.)
potra' raccontarci di altre stranezze, idiosincrasie, del
sistema dell'informazione nazionale.

Avendo avuto l'esperienza della tremenda pressione emozionale
nell'uscire dall'antinuclearismo che mi era stato inculcato
abilmente nella mente, capisco la difficolta' che incontrate,
proprio perche' siete immersi in un sistema politico sociale
fascista, ovvero di "democrazia gestita".
sandro
2021-07-20 09:07:08 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by sandro
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by sandro
Post by Roberto Deboni DMIsr
Il giorno venerdì 16 luglio 2021 alle 02:38:39 UTC+2 Roberto
Post by Roberto Deboni DMIsr
Come vede, se lei spera di nascondersi dietro ai camionisti, e'
rimasto allo scoperto.
deboni, in italia
In "italia" ?
non abbiamo soldi per asfaltare le strade piene di buche
Dove vivo le strade sono asfaltate, seppure non con tempestivita' di un
paese ricco come lo eravamo prima della salita al potere degli eredi
del PCI.
AHAHAH
Eccerto...tutta colpa dei coMMunisti...!
Gli eredi del PCI non sono comunisti. E il PD dell'ultimo decennio
esprime una ideologia di stampo decisamente fascista.
Ma che diamine: volete decidervi a darmi una definizione di fascismo
che si riferisca al sistema politico e sociale propugnato, dimenticando
la sua funzione di "insulto" o di ricordo nostalgico di chi lo amava ?!
Proviamo con una domanda facile, facile: le dittature americane non
comuniste e il franchismo erano o non erano un sistema fascista ?
Ci sara' un motivo per cui dichiarsi fascisti e' tecnicamente un
reato, e dichiararsi americani no...?
Hai o avrai avuto, un parente vissuto all'epoca che t'avra' raccontato
com'era la situazione a inizio 1900, o devo supporre di no...?
Un conto e' una battuta, e un conto e' fare sul serio, e tra la
battuta e il serio ci passano qualche centinaio di milioni di morti
fatti con due guerre e annesse iniziative eugenetiche collaterali,
quest'ultime talmente tanto connesse con le ideologie imperiali, da
diventarne poi il marchio di fabbrica e addirittura far passare in
secondo piano i meri eventi bellici, seppure alla conta dei morti ne
abbiano fatti di piu'.
Allora e' fascista anche Amazon, perche' sarebbe chi imponga un suo
"regime" totalitario, che tenda ad "eliminare i nemici", oggi non con
piombo o gas, ma soffocandolo con le moderne armi delle economie globali?
Un conto e' pianificare una strategia economica, che pure lascia il
suo carico di macelleria sociale per concorrenza piu' o meno corretta,
ma un altro conto e' pianificare l'eradicazione di una cultura, di una
etnia, o semplicemente di un modo di vivere. A volte, anche per nessun
tornaconto economico...
Un po' piu' di attenzione alle definizioni.
Ed ecco un splendido esempio di propaganda di stampo fascista
e di dimostrazione di ignoranza polticia.
E' arrivato er maestro.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Infatti, un tutto il
lungo messaggio
Ah, lungo...il mio...?
Post by Roberto Deboni DMIsr
ha evitato di fornire una definizione di fascismo
su cui potremo almeno iniziare a discutere.
Non hai capito un cazzo, e quindi prosegui da solo.
Figurati se mi metto pure a leggere il poema, con ste' premesse.



sandro

Continua a leggere su narkive:
Loading...